BREAKING NEWS
1'200 casi in più in 24 ore
keystone
Uno scatto da "Stranger Things"
STATI UNITI
21.08.18 - 11:000

Netflix fa prove di pubblicità, gli utenti sul piede di guerra

Il colosso dello streaming sta esplorando la possibilità, con spot fra una puntata e l'altra, su alcuni account-campione. E non mancano le lamentele

ZURIGO - Perché Netflix piace? Perché è completamente diverso dalla televisione tradizionale: è accessibile ovunque, su qualsiasi dispositivo e quando si vuole. E, soprattutto, non c'è alcuna pubblicità da sorbirsi.

Per questo motivo gli utenti sono ben felici di versare il suo canone mensile che non è nemmeno poi così trascurabile. Stando ad alcune novità, riportate dal blog ArsTechnica, non è detto che le cose in futuro non possano cambiare.

Ad alcuni utenti campione, infatti, sono cominciati ad apparire brevi pubblicità fra una puntata e l'altra delle serie che stavano guardando. Si tratterebbe esclusivamente di spot legati a film e serie presenti sulla piattaforma, come ribadito da Netflix ad ArsTechnica: «Stiamo facendo qualche esperimento, per valutare l'effetto di raccomandazioni mirate ai nostri utenti cosicché possano scoprire nuove storie in maniera più rapida. Si tratta di mini-clip che tengono conto dei loro gusti e possono essere evitati con un semplice clic».

Sempre stando all'azienda, la reclamizzazione di prodotti terzi non è prevista. Gli utenti “bersaglio” di questa novità, però non hanno affatto apprezzato e si sono riversati sul servizio di macroblogging Reddit per lamentarsi.

Non è chiaro se questa novità sia stata o meno estesa ad account svizzeri. Interrogata da 20 Minuten, Netflix, non ha voluto fornire delucidazioni ulteriori.

Al di là del trambusto sui social starà al colosso dello streaming decidere se il santo vale la candela, valutando se questi spot funzionano davvero – ossia se i suggerimenti poi si traducono davvero in visioni – o vengono beatamente skippati dalla maggior parte dell'utenza.

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Finanza
STATI UNITI
1 anno
I bitcoin consumano quanto l'Ohio
La richiesta di potenza di calcolo, e quindi di energia, è in continuo aumento
IMMAGINI
CANTONE
1 anno
Dal Ticino alla Nuova Zelanda con un "semplice" tagliacarte
Realizzato in plastica eco-friendly da un designer emergente di Mendrisio, verrà distribuito, gratis, nel mondo per sensibilizzare sul rispetto per l'ambiente
ITALIA
1 anno
Scatta l'obbligo di origine per sughi e salse
Il provvedimento è mirato a rafforzare il rapporto tra produttori e trasformatori e a garantire i consumatori dall'inganno dei prodotti coltivati all'estero ed importati
SVIZZERA
1 anno
Manor richiama i falafel, pericolo listeriosi
La Manor ha richiamato il prodotto "8 falafels (pois chiches, carottes & coriandre)" di marca "l'atelier Blini", numero di lotto 182651
EUROPA
1 anno
Ryanair dice basta al trolley gratuito
Dal primo novembre non sarà più possibile viaggiare con un trolley di dimensioni ridotte gratuitamente, neanche imbarcandolo in stiva come avviene invece oggi
CINA / STATI UNITI
1 anno
Dazi, colloqui «costruttivi e schietti» con Washington
Pechino ha in ogni caso presentato ricorso al WTO nei confronti della misura da 16 miliardi di dollari
BERNA
1 anno
Bolle di sapone pericolose ancora in circolazione
Riscontrata una contaminazione microbiologica con il germe patogeno Pseudomonas aeruginosa
CINA / STATI UNITI
1 anno
Dazi, tariffe reciproche da 16 miliardi
Le misure, corrispondenti alla seconda tranche voluta dal presidente americano, sono entrate in vigore nelle scorse ore
TICINO/ITALIA
1 anno
«Qui è vietato fallire, ma anche avere successo»
Secondo Francesca Corrado, che ha fondato la prima scuola di fallimento, manca il diritto di sbagliare ma anche quello di considerarsi riusciti se non si "sfonda"
SVIZZERA
1 anno
I dipendenti della Posta non hanno fiducia nell'azienda
L'approvazione nei confronti della direzione si sarebbe deteriorata molto nell'ultimo anno anche a causa dello scandalo AutoPostale
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile