Keystone
SVIZZERA
09.07.18 - 06:000

Per frutta e verdura bio Coop vuole fare a meno della plastica

Imballaggi eliminati o sostituiti per la catena di supermercati. Migros vuole ridurre le confezioni, ma non per forza la plastica

BASILEA - Vedere i prodotti bio come mele e peperoni incellofanati sotto la plastica non piace a molti clienti dei supermercati. Per questo Coop ha deciso di proporre frutta e verdura bio sfusa o almeno non imballata in buste di plastica, rivela un’indagine di 20 Minuten. La catena di supermercati conferma tale progetto e sottolinea che questo cambiamento risponde a un «grande desiderio espresso dai clienti». Si vuole ridurre così «il più possibile» l'utilizzo della plastica.

Coop intende partire in autunno con la prima frutta e i primi ortaggi bio sfusi: «Degli esempi di riduzioni massicce dell’imballaggio sono le verdure sferiche o a fusto come i porri, il sedano o il rabarbaro», spiega il portavoce Urs Meier. Per questi tipi di ortaggi le confezioni in plastica saranno sostituite da delle fascette.

Coop precisa però di non poter fare a meno degli imballaggi per tutti i tipi di frutta e ortaggi. I frutti di bosco e i cavoletti di Bruxelles, per esempio, non possono essere maneggiati senza.

La concorrente Migros fa sapere dal canto suo di voler ridurre di 6mila tonnellate in due anni gli imballaggi dei suoi prodotti. Non reputa però efficiente il voler fare a meno per principio della plastica. Secondo il gigante arancione, infatti, se smaltito correttamente questo materiale spesso avrebbe un impatto ambientale più contenuto rispetto ad altri.

Lidl programma di non proporre più articoli monouso in plastica a partire da fine 2019. Aldi Suisse, infine, valuta l’eliminazione di certi prodotti monouso fatti di materiali sintetici.

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Commenti
 
sedelin 1 anno fa su tio
era ora!
albertolupo 1 anno fa su tio
"Secondo il gigante arancione, infatti, se smaltito correttamente questo materiale [la plastica] spesso avrebbe un impatto ambientale più contenuto rispetto ad altri." Ma se non fosse nemmeno prodotto, non avrebbe alcun impatto, no? Quanti imballaggi sono inutili e basta?
albertolupo 1 anno fa su tio
Ma perché togliere la plastica solo dai prodotti bio? Lo facessero per tutti i prodotti sarebbe così una vergogna?
Orsettina 1 anno fa su tio
Ma certamente,è quello che già faccio,ma in futuro neanche questo servirà più. Troppe persone se ne fregano del mondo nel quale vivono. Il ragionamento di alcuni personaggi?”Che si arrangi chi arriverà dopo di noi”.
miba 1 anno fa su tio
Business is business (ed i consumatori abboccano quasi sempre a tutto quello che viene a loro propinato)
marcopolo13 1 anno fa su tio
La Svizzera usa 3 volte più plastica della media Europea. La Svizzera ricicla solo il 20% della plastica. Dovremmo farci qualche domanda. Noi ricicliamo assolutamente TUTTO, al punto che con la confezione di pasta della Barilla, che ha una finestrella in plastica, separiamo il cartone dalla finestrella, e quella plastica va in un sacco (che dobbiamo pagare) per il riciclo della plastica. Comunque era ora. Io sono d'accordo con quei tipi di "attacchi" ai supermercati in cui si sballa tutto dalla plastica e gliela si lascia li direttamente al supermercato, sta poi a loro buttarla via. Se tutti facessero così vorrei vedere in quanto tempo te la tolgono la loro tanto amata plastica ;-)
albertolupo 1 anno fa su tio
@marcopolo13 Hai ragione! È quello che è successo a Zurigo al momento in cui hanno introdotto la tassa sul sacco (eravamo a fine anni '80 / inizio '90...). Montagne di imballaggi lasciati alle casse. Erano i tempi in cui il dentifricio veniva venduto nella scatola di cartone, avvolte nella plastica. Il cambiamento è stato rapido. Concordo che ci vorrebbe una nuova ondata di protesta civica.
pontsort 1 anno fa su tio
@marcopolo13 La scelta della barilla di mettere quella finestrella non l'ho capita. Era una delle poche confezioni di pasta comode da riciclare e ora mi tocca togliere la finestrella tutte le volte....
bledsoe 1 anno fa su tio
Alla bonne heure !
Shion 1 anno fa su tio
Finora hanno aumentato gli imballaggi all'estremo specialmente con confezioni singoli e roba take away. Ora dicono di ridurre perchè a questi livelli è facile. Tutto marketing per fessi.
mgmb 1 anno fa su tio
Una volta la verdura era venduta nei sacchetti di carta. forse é proibito tornare indietro?
Orsettina 1 anno fa su tio
Strano che non sia ancora stato proposto,da qualche benpensante ecologico(che poi magari gira con un’auto da tot CV),di togliere dal commercio la carta igienica. Infondo cosa c è di più ecologico delle nostre manine....e dell’acqua????
marcopolo13 1 anno fa su tio
@Orsettina Si potrebbe iniziare dall'acquistare solo e unicamente carta igienica riciclata.
sedelin 1 anno fa su tio
@Orsettina la carta inquina? imbecille!
Orsettina 1 anno fa su tio
@sedelin Scusa nn ho capito la tua”citazione”. Imbecille?A chi?
sedelin 1 anno fa su tio
@Orsettina alla carta che inquina :-)))
Roland Stanic 1 anno fa su fb
Ridurre i prezzi, no!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Finanza
Consumi e risparmi
1 anno
I bitcoin consumano quanto l'Ohio
La richiesta di potenza di calcolo, e quindi di energia, è in continuo aumento
IMMAGINI
Consumi e risparmi
1 anno
Dal Ticino alla Nuova Zelanda con un "semplice" tagliacarte
Realizzato in plastica eco-friendly da un designer emergente di Mendrisio, verrà distribuito, gratis, nel mondo per sensibilizzare sul rispetto per l'ambiente
Consumi e risparmi
1 anno
Scatta l'obbligo di origine per sughi e salse
Il provvedimento è mirato a rafforzare il rapporto tra produttori e trasformatori e a garantire i consumatori dall'inganno dei prodotti coltivati all'estero ed importati
Consumi e risparmi
1 anno
Manor richiama i falafel, pericolo listeriosi
La Manor ha richiamato il prodotto "8 falafels (pois chiches, carottes & coriandre)" di marca "l'atelier Blini", numero di lotto 182651
Consumi e risparmi
1 anno
Ryanair dice basta al trolley gratuito
Dal primo novembre non sarà più possibile viaggiare con un trolley di dimensioni ridotte gratuitamente, neanche imbarcandolo in stiva come avviene invece oggi
Borse e Mercati
1 anno
Dazi, colloqui «costruttivi e schietti» con Washington
Pechino ha in ogni caso presentato ricorso al WTO nei confronti della misura da 16 miliardi di dollari
Consumi e risparmi
1 anno
Bolle di sapone pericolose ancora in circolazione
Riscontrata una contaminazione microbiologica con il germe patogeno Pseudomonas aeruginosa
Borse e Mercati
1 anno
Dazi, tariffe reciproche da 16 miliardi
Le misure, corrispondenti alla seconda tranche voluta dal presidente americano, sono entrate in vigore nelle scorse ore
Borse e Mercati
1 anno
«Qui è vietato fallire, ma anche avere successo»
Secondo Francesca Corrado, che ha fondato la prima scuola di fallimento, manca il diritto di sbagliare ma anche quello di considerarsi riusciti se non si "sfonda"
Consumi e risparmi
1 anno
I dipendenti della Posta non hanno fiducia nell'azienda
L'approvazione nei confronti della direzione si sarebbe deteriorata molto nell'ultimo anno anche a causa dello scandalo AutoPostale
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile