Keystone
SVIZZERA
06.04.18 - 10:420

Consumo di pesce in calo, per la prima volta da anni

La diminuzione è dovuta in particolare all'incremento dei prezzi

BERNA - Gli svizzeri hanno mangiato meno pesce nel 2017 rispetto all'anno precedente. Il consumo pro capite si è fissato a 8,6 chili, in calo del 3,4% se paragonato al 2016. La diminuzione, in controtendenza rispetto agli aumenti registrati negli ultimi anni, è dovuta in particolare all'incremento dei prezzi.

Globalmente il costo dell'assortimento di pesce è salito dell'1,4% e ha avuto un impatto positivo sul fatturato del settore, precisa l'Ufficio federale dell'agricoltura (UFAG) in un rapporto pubblicato oggi. Il giro d'affari nel commercio al dettaglio è infatti salito dello 0,7% rispetto all'anno prima, raggiungendo i 539,5 milioni di franchi.

Il calo dei consumi più marcato è stato registrato per le trote: la quantità venduta è scesa dell'11,4%. Seguono poi il salmone, -3,2%, e i bastoncini di pesce, -2,1%. La quasi totalità del pesce smerciato in Svizzera proviene dall'estero, mentre la produzione locale raggiunge appena il 3,4%. Il settore della vendita prevede che la stabilizzazione dei prezzi avrà effetti positivi sul consumo.

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Commenti
 
miba 3 mesi fa su tio
Non è detto che gli Svizzeri hanno mangiato meno pesce... una (buona) parte probabilmente si sarà accorta che all'estero costa (molto) meno e per quanto riguarda l'Italia praticamente ogni supermercato ha il banco del pesce (non surgelato)
Potrebbe interessarti anche
Tags
pesce
calo
consumo
rispetto
TOP NEWS Finanza
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report