CONFEDERAZIONE
22.06.17 - 14:000

Gli insetti nel piatto? «State bene attenti»

Il Centro Allergie Svizzera mette in guardia i consumatori sui possibili rischi per la salute

BERNA - C'è chi giura siano il futuro dell'alimentazione, ricchi di proteine e nutrienti. E anche del business: molto più sostenibili degli allevamenti di polli o vitelli, gli insetti, in vendita dal primo maggio in Svizzera e nel resto dell'Europa a partire dal 2018, potrebbero diventare presto parte dell'immaginario quotidiano anche a tavola. Eppure c'è chi si affretta a mettere in guardia: e dice che possono rappresentare un pericolo concreto per la salute.

Non un'illazione, ma un allarme che giunge dal Centro Allergie Svizzera. «Dal 1° maggio 2017 - ricordano i responsabili - le larve della farina, i grilli domestici e le locuste migratorie sono ammessi come derrate alimentari. Larve e grilli sono diffusi in tutto il mondo e finora da noi venivano usati esclusivamente come cibo per animali da terrario e uccelli. La locusta vive invece in Africa, Asia e pure in Ticino, e fino a oggi era apprezzata come pasto solo da rettili e anfibi. In altre culture, sono da qualche tempo parte integrante delle abitudini alimentari. Ora, magari, lo diventeranno – interi, tritati o macinati – pure in Svizzera, a patto che ne sia dimostrata la sicurezza alimentare».

Per il consumatore, l'unica maniera è affidarsi alle indicazioni sulla confezione. «Le derrate alimentari che contengono una di queste specie di insetti devono essere contrassegnate in modo chiaro», osserva Karin Stalder del Centro Allergie Svizzera. Sulla confezione dev'essere cioè in bella vista il nome dell'insetto che costituisce la base del prodotto, da segnalare poi con maggiore evidenza nell'elenco degli ingredienti. Indicazioni fondamentali per chi soffre di allergie: «È possibile che le persone allergiche ai molluschi e ai crostacei reagiscano anche agli insetti», mette in guardia Stalder.

La conferma giunge anche da Barbara Ballmer-Weber, allergologa e primario presso l’Ospedale cantonale di Lucerna: «La tropomiosina e altre proteine presenti nei crostacei, come i gamberetti, sono state individuate anche nelle larve della farina». Di recente, alcuni ricercatori olandesi hanno osservato proprio una reazione allergica alle larve della farina in chi era intollerante ai gamberetti. E negli Stati Uniti si sono già riscontrati casi. «Chi sospetta una reazione allergica dovrebbe sottoporsi a un accertamento medico», conclude l’allergologa. 

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Commenti
 
Sergio Lorenzon 2 anni fa su fb
Mmmmmmmmhh buoniiii? Non vedo l'ora di provarli? Rino Di Martino li venderai??
Rino Di Martino 2 anni fa su fb
Certo? A volte ho qualche mosca... se la vuoi provare la devi prima catturare?
Cataldo Lettieri 2 anni fa su fb
Schiffo !!
Francesca della Santa 2 anni fa su fb
Tai lasi mangia da ti
Tanja Bassi 2 anni fa su fb
Esattamente
Marina Rezzonico 2 anni fa su fb
Corinne Mussoni ??
Elena Gupta 2 anni fa su fb
Nelle derrate alimentari vengono macinati lepidotteri che si riducono in farina come la Tignola del grano, usato normalmente per la produzione della comune pasta, la Tignola del riso, l'acaro della farina, coleotteri come l'Anobio del pane che depone le uova (da 0,15 a 0,5 mm) e poi se ne va, sia dai banconi del supermercato come da quelli del fornaio o panettiere, il coleottero Cappuccino del grano, il Tonchio del caffè, idem, la Ptinide macinata insieme ai semi del cacao, per cui cioccolato, torte, gelati ecc., la Tignola della frutta secca e dell'olio d'oliva che vive dentro i frutti e non è che le olive e frutta secca si passano ad una ad una prima di arrivare al frantoio. Ce n'è parecchi ma non voglio tediare. Va beh... non si vedono per cui è come non esistessero però si mangiano seppur tritati, in una infinitesima piccola parte, ogni giorno.
Monica Römer 2 anni fa su fb
Per la serie "cose che preferivo non sapere" XD
Firyan Serena 2 anni fa su fb
Ma io li sto ancora aspettando nei negozi! Poi magari non li compro ma sono troppo curiosa! In fondo mangio frutti di mare, rane e lumache ?
Romy Ribi 2 anni fa su fb
Buon appetito allora ?
Firyan Serena 2 anni fa su fb
Romy Ribi staremo a vedere se lo farò, ma se caso grazie ?
Michael Bacciarini 2 anni fa su fb
Lasciateli mangiare a quelli del terzo mondo che son gratis!
Fabio Ambrosini 2 anni fa su fb
Questa merda tritata in polvere ce la troveremo chissa' in quanti cibi preparati a nostra insaputa..il nuovo business...
Romy Ribi 2 anni fa su fb
Spero proprio di no, già scompaiono un mucchio di insetti, anche questi sono a rischio estinzione? o faranno degli allevamenti?
Fabio Ambrosini 2 anni fa su fb
Ma si fanno gia' allevamenti, fanno farine etc..che mi scoccia e' che voglio sapere quello che mangio..il business che vi gira intorno e' gia' preoccupante..non vorrei che siano le nuove frontiere dell'alimentazione forzata dall'industria...poi quando gira grana la politica prepara normative adhoc...l'industria alimentare e' preoccupante da decenni....
Romy Ribi 2 anni fa su fb
Fabio Ambrosini Ho sentito che vogliono fare la farina di grilli... povere bestie..
Mario Kovac 2 anni fa su fb
Matteo Antunovic David Majic
Nicola Mini 2 anni fa su fb
Basta non mangiarli che il problema è risolto
Giulia Marianne Cavadini 2 anni fa su fb
Che nervoso la gente che dice "Che schifo" al cibo. Ma le vostre mamme non vi hanno insegnato un bel niente? Per rispetto se non ti piace dici che "non ti piace" e per prima cosa se non l'hai provato non dici niente, perché non puoi sapere se ti piace oppure no. LE BASI.
Romy Ribi 2 anni fa su fb
Evviva la libertà d'espressione!
Giulia Marianne Cavadini 2 anni fa su fb
Libertà d'espressione é insultare gli altri, le loro tradizioni e il loro cibo? No. Quella è maleducazione.
Marzio Fontebasso 2 anni fa su fb
Ma finiscila , quella roba è un vero schifo, forse e dico forse in caso di estrema sopravvivenza , comunque sia, il buon cibo è di certo altro
Romy Ribi 2 anni fa su fb
Giulia Marianne Cavadini Era un espressione di pancia ?... esiste anche la leggerezza e l'humour senza pensare sempre che si offende e perciò venire trattati da maleducati! Poi mi scusi a me fa veramente schifo pensare mangiare questi vermetti e altro... e lo posso esprimere SPERO senza offendere nessuno. Si sa che il mondo è bello perché variato!
Giulia Marianne Cavadini 2 anni fa su fb
Ah non offendete me, ma praticamente il continente asiatico (in cui gli insetti vengono mangiati normalmente da sempre e non è né uno scandalo, né una moda). E non è finto moralismo il mio, mi da proprio fastidio che si denigri qualcosa che é da mangiare senza che si abbia la minima idea di come sia. Ci sono culture in cui si mangia e che ritengono "Buon Cibo di Alto livello culinario" i frutti di mare (i gamberetti non vi fanno paura con tutte le zampine e le antennine?) o le aragoste (non è forse orribile buttarle vive nell'acqua che bolle?) o altre ancora che mangiano rane e lumache. Può non piacere d'accordo ma da qui a dire "fa schifo" c'è una bella differenza. Fa schifo dover bere da un pozzo di acqua putrida, di fogna, o dover mangiare, in condizioni di igiene precaria, del cibo avariato, lí sono d'accordo perché pur di sopravvivere si può potenzialmente contrarre qualcosa di mortale come succede nei paesi del Terzo Mondo; ma grazie al cielo viviamo in un paese del Primo Mondo e possiamo andare a fare la spesa comprando cibo che soddisfatti le norme di igiene e che sia fresco e controllato. Non trovo umorismo nel dire che una cosa fa schifo a prescindere, lo trovo ignorante (nel senso che si ignora completamente quello che si sta denigrando). Può essere una reazione di pancia sí, ma siamo nel 2017, penso che tutti abbiamo un briciolo di infarinatura di usanze e costumi a livello mondiale, tanto da non sorprenderci se il vicino di casa di origini asiatiche fa la spesa in maniera diversa da come la facciamo noi. Il mondo sarebbe più bello se la gente avesse più voglia di imparare, aprisse la mente alle altre culture e non perdesse quel coraggio e quella voglia di conoscere che caratterizza i bambini. Io ho avuto la grandissima fortuna di viaggiare tanto nella mia vita, in ogni situazione, conoscendo molte culture diverse dalla nostra, realtà in cui la Fame è una compagna costante e realtà in cui si mangia per soddisfare il senso del gusto, ho provato ogni sorta di cibo, dagli insetti nella giungla della foresta tropicale ai menú dei ristoranti di alta classe, e provo un amore e un rispetto smisurato per quello che è il cibo di ogni genere e forma , magari anche perché rispetto a voi ho visto tanto del Mondo.
Gladys Jelmini 2 anni fa su fb
Sicuramente signora, ma non è che se non si gira il mondo si è cosi ignoranti...io condivido in parte il suo concetto sull'espressione...Però davvero trovo che si può anche leggere un commento di pancia, senza dover contestualizzare il tutto. Mia personale opinione. ?
Romy Ribi 2 anni fa su fb
Gladys Jelmini Concordo... magari è un insegnante per prendersi cosi sul serio???
Niko Storni 2 anni fa su fb
Mi ripeto, tutti scandalizzati ma i frutti di mare li mangiate senza pensarci 2 volte. Che razza di incoerenti che siete ?
Pamy Bernardi 2 anni fa su fb
Bleah. Che schifo. Inguardabile e vomitevole!! Non li comprerò né li mangerò mai!! ? Preferisco papparmi un bel piattone di paccheri al forno!! ?
Xro FreeMan 2 anni fa su fb
siete in ritardo di 2 mesi. paese di cerebrolesi.
Elena Bignone 2 anni fa su fb
Si poteva immaginare Non è nella nostra cultura culinaria questo genere di cibo perciò i rischi esistono A parte il fatto che a me solo l'idea mi da il volta stomaco Va bene le mode ... ma c'è un limite ...!!
Anna Bellini 2 anni fa su fb
C'è chi è allergico alle fragole, alle noci e affini, alle uova, al latte, al grano, eccetera, eccetera, eccetera... La cultura non c'entra un fico (e c'è chi è allergico anche ai fichi). :)
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Finanza
STATI UNITI
1 anno
I bitcoin consumano quanto l'Ohio
La richiesta di potenza di calcolo, e quindi di energia, è in continuo aumento
IMMAGINI
CANTONE
1 anno
Dal Ticino alla Nuova Zelanda con un "semplice" tagliacarte
Realizzato in plastica eco-friendly da un designer emergente di Mendrisio, verrà distribuito, gratis, nel mondo per sensibilizzare sul rispetto per l'ambiente
ITALIA
1 anno
Scatta l'obbligo di origine per sughi e salse
Il provvedimento è mirato a rafforzare il rapporto tra produttori e trasformatori e a garantire i consumatori dall'inganno dei prodotti coltivati all'estero ed importati
SVIZZERA
1 anno
Manor richiama i falafel, pericolo listeriosi
La Manor ha richiamato il prodotto "8 falafels (pois chiches, carottes & coriandre)" di marca "l'atelier Blini", numero di lotto 182651
EUROPA
1 anno
Ryanair dice basta al trolley gratuito
Dal primo novembre non sarà più possibile viaggiare con un trolley di dimensioni ridotte gratuitamente, neanche imbarcandolo in stiva come avviene invece oggi
CINA / STATI UNITI
1 anno
Dazi, colloqui «costruttivi e schietti» con Washington
Pechino ha in ogni caso presentato ricorso al WTO nei confronti della misura da 16 miliardi di dollari
BERNA
1 anno
Bolle di sapone pericolose ancora in circolazione
Riscontrata una contaminazione microbiologica con il germe patogeno Pseudomonas aeruginosa
CINA / STATI UNITI
1 anno
Dazi, tariffe reciproche da 16 miliardi
Le misure, corrispondenti alla seconda tranche voluta dal presidente americano, sono entrate in vigore nelle scorse ore
TICINO/ITALIA
1 anno
«Qui è vietato fallire, ma anche avere successo»
Secondo Francesca Corrado, che ha fondato la prima scuola di fallimento, manca il diritto di sbagliare ma anche quello di considerarsi riusciti se non si "sfonda"
SVIZZERA
1 anno
I dipendenti della Posta non hanno fiducia nell'azienda
L'approvazione nei confronti della direzione si sarebbe deteriorata molto nell'ultimo anno anche a causa dello scandalo AutoPostale
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile