Fotolia
SVIZZERA
06.03.17 - 14:550

Calano le vendite di biscotti svizzeri

Nel 2016 sono stati consumati in media 6,51 chili di biscotti

BERNA - Le vendite di biscotti svizzeri sono calate nel 2016 dello 0,8%, attestandosi a 43'919 tonnellate. I 24 fabbricanti hanno realizzato un giro d'affari di 448 milioni di franchi, pure in diminuzione dello 0,8% su base annua. Lo ha indicato oggi l'associazione Biscosuisse.

Le esportazioni hanno proseguito la loro flessione a causa del franco forte e della protezione agricola alle frontiere, che ha provocato un rincaro dei costi di farina e burro nella Confederazione rispetto ai Paesi vicini. Le vendite all'estero hanno generato un fatturato di 101,2 milioni (-9,1%), per 12'109 tonnellate di merce (-7,2%).

Ribasso globale del 6,9% per le specialità, dell'1,3% per i prodotti standard e dell'1,1% per quelli "freschi" con una certa durata di conservazione. In crescita invece le fabbricazioni speciali (+10,9%), gli articoli di pasticceria (+6,4%) e i biscotti salati e per aperitivi (+5,3%).

Nel 2016, gli svizzeri hanno consumato in media 6,51 chili di biscotti, 30 grammi in più dell'anno precedente. Hanno fatto registrare una progressione le vendite interne (+1,8%, a 31'811 tonnellate), per un fatturato pari a 346,8 milioni (+2%). I biscotti importati sono da parte loro aumentati dell'1,1%.

La parte relativa ai fabbricanti elvetici rappresenta attualmente il 58,4% del mercato, in rialzo dello 0,3% rispetto al 2015, mette in luce Biscosuisse. Le esportazioni sull'insieme della produzione sono da parte loro calate del 6,4%, stabilendosi al 27,6%.

Le nazioni ad apprezzare maggiormente i biscotti svizzeri sono la Germania (29,7% delle esportazioni), Francia (24,2%), Arabia Saudita (6,3%) e Svezia (5,8%). Crollate le spedizioni verso Gran Bretagna (-87%) e Canada (-66%).

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Finanza
STATI UNITI
1 anno
I bitcoin consumano quanto l'Ohio
La richiesta di potenza di calcolo, e quindi di energia, è in continuo aumento
IMMAGINI
CANTONE
1 anno
Dal Ticino alla Nuova Zelanda con un "semplice" tagliacarte
Realizzato in plastica eco-friendly da un designer emergente di Mendrisio, verrà distribuito, gratis, nel mondo per sensibilizzare sul rispetto per l'ambiente
ITALIA
1 anno
Scatta l'obbligo di origine per sughi e salse
Il provvedimento è mirato a rafforzare il rapporto tra produttori e trasformatori e a garantire i consumatori dall'inganno dei prodotti coltivati all'estero ed importati
SVIZZERA
1 anno
Manor richiama i falafel, pericolo listeriosi
La Manor ha richiamato il prodotto "8 falafels (pois chiches, carottes & coriandre)" di marca "l'atelier Blini", numero di lotto 182651
EUROPA
1 anno
Ryanair dice basta al trolley gratuito
Dal primo novembre non sarà più possibile viaggiare con un trolley di dimensioni ridotte gratuitamente, neanche imbarcandolo in stiva come avviene invece oggi
CINA / STATI UNITI
1 anno
Dazi, colloqui «costruttivi e schietti» con Washington
Pechino ha in ogni caso presentato ricorso al WTO nei confronti della misura da 16 miliardi di dollari
BERNA
1 anno
Bolle di sapone pericolose ancora in circolazione
Riscontrata una contaminazione microbiologica con il germe patogeno Pseudomonas aeruginosa
CINA / STATI UNITI
1 anno
Dazi, tariffe reciproche da 16 miliardi
Le misure, corrispondenti alla seconda tranche voluta dal presidente americano, sono entrate in vigore nelle scorse ore
TICINO/ITALIA
1 anno
«Qui è vietato fallire, ma anche avere successo»
Secondo Francesca Corrado, che ha fondato la prima scuola di fallimento, manca il diritto di sbagliare ma anche quello di considerarsi riusciti se non si "sfonda"
SVIZZERA
1 anno
I dipendenti della Posta non hanno fiducia nell'azienda
L'approvazione nei confronti della direzione si sarebbe deteriorata molto nell'ultimo anno anche a causa dello scandalo AutoPostale
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile