Immobili
Veicoli

STATI UNITIQuegli attacchi hacker che mettono in ginocchio le aziende

07.02.17 - 17:37
Perdite di profitto importanti, clienti che se ne vanno e danni a lungo termine. Secondo Cisco meglio prevenire che curare
STATI UNITI
07.02.17 - 17:37
Quegli attacchi hacker che mettono in ginocchio le aziende
Perdite di profitto importanti, clienti che se ne vanno e danni a lungo termine. Secondo Cisco meglio prevenire che curare

NEW YORK - Le aziende vittime di attacchi informatici registrano perdite in termini di clienti, opportunità e mancate entrate per oltre il 20%. A fare i conti dei costi degli attacchi hacker è il rapporto 2017 sulla cybersicurezza di Cisco.

Il 50% delle aziende colpite da attacchi ha dovuto affrontare severi controlli a seguito di una violazione, e dovuto gestire l'impatto notevole del cyberattacco sulla loro attività.

«Il 22% ha perso clienti» si legge nel rapporto, nel quale si osserva che fra le aziende che hanno visto il numero scendere il 40% ha sperimentato una perdita di oltre il 20% della propria base di clienti. Il 29% aziende colpite dagli hacker ha perso fatturato, con perdite per buona parte di oltre il 20% delle entrate. E gli effetti sono di lungo termine: i cyberattacchi intaccano anche le opportunità di business, con il 23% delle aziende colpite che si lascia sfuggire occasione.

«Dopo gli attacchi, il 90% delle aziende ha investito per migliorare tecnologie e processi di difesa contro le minacce, separando le funzioni IT e di sicurezza (il 38%), intensificando la formazione dei dipendenti sulle tematiche di sicurezza (il 38%), e adottando tecniche di mitigazione del rischio (il 37%)» si legge nel rapporto, che denuncia come principali ostacoli a una difesa adeguata da parte delle aziende i limiti di budget e la scarsa compatibilità dei sistemi. «I dipartimenti di sicurezza sono ambienti sempre più complessi, con il 65% delle aziende che utilizza da sei a oltre 50 prodotti per proteggersi, rischiando in questo modo che l'efficacia della sicurezza venga compromessa».

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE