STATI UNITI
14.10.16 - 18:070

Google: articoli di fact checking contro le bufale

La società californiana ha introdotto l'etichetta per dividere i fatti dalla finzione

NEW YORK -  A meno di un mese dalle elezioni presidenziali statunitensi, Google inizia a segnalare gli articoli di fact checking, cioè gli scritti di verifica dei fatti su diversi argomenti - dalla politica alla salute alla scienza - curati da oltre un centinaio di siti web. Nell'aggregatore di notizie Google News, la società californiana ha introdotto l'etichetta "fact check" che si affianca a quelle già in uso per contrassegnare diverse news, da "approfondimenti" a "editoriali" a "il più citato".

Per ogni notizia trattata dalle varie testate giornalistiche, Google mostra quindi anche il link a un sito che offre il fact checking su quell'argomento, ad esempio FactCheck.org e FullFact.org. La novità è già attiva sull'edizione statunitense e inglese di Google News, e sulla app "Google news & weather" per dispositivi iOS e Android.

«Siamo entusiasti di veder crescere la comunità di Fact Check e di accendere la luce sui suoi sforzi nel dividere i fatti dalla finzione, la conoscenza dalle interpretazioni in malafede», ha scritto in un post il responsabile di Google News, Richard Ginras.
 
 

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile