Keystone
STATI UNITI
12.07.18 - 06:000

«Trump con i suoi dazi non ha poi tutti i torti»

Perché il sistema attuale sarebbe davvero sfavorevole agli Usa, stando all'economista ex-Onu Heiner Flassbeck, ma ci sarebbero misure più efficaci

ZURIGO - Li vuole Donald Trump: dazi per 200 miliardi di dollari sui prodotti Cinesi importati negli Usa, ok, ma perché? La risposta è una sola: riportare posti di lavoro negli Stati Uniti.

Se non conviene più importare, allora bisogna acquistare il locale: «Magari è un po' più caro per il consumatore», spiega Heiner Flassbeck – ex-capoeconomista all'Onu – a 20 Minuten «ma così si genera un circolo virtuoso che porta un aumento dei posti di lavoro».

Quella voluta dal presidente americano, quindi non è tanto una crociata contro l'estero ma, piuttosto, a favore dell'interno: «Gli Stati Uniti hanno un deficit commerciale import molto importante, e questo è motivo di attriti con l'Organizzazione mondiale del commercio. Il sistema attualmente in vigore è ingiusto? Nel caso americano possiamo dire di sì e che Trump non ha poi tutti i torti».

Potrebbero bastare da soli per capovolgere la situazione? Ha i suoi dubbi Flassbeck: «Il rischio è che misure come queste siano come una goccia nel mare, più utile potrebbe essere il deprezzamento del dollaro. Una buona approssimazione potrebbe essere circa del 20%».

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Commenti
 
Meno 6 gior fa su tio
Questo economista minimizza i possibili effetti negativi. I dazi americani avranno come conseguenza che altri paesi alzeranno dazi verso prodotti USA. Quindi forse si creeranno maggiori impieghi negli USA (riducendo il potere d'acquisto degli americani per i prezzi maggiori), allo stesso tempo le aziende USA venderanno di meno all'estero e quindi anche tanti posti di lavoro in settori export spariranno.
Equalizer 6 gior fa su tio
Non dimentichiamo nemmeno che sono gli squali della finanza locali, non importa se USA o EU che spingono per disloccamenti all'estero di ditte nazionali, in Europa si iniziò 30 ani fa a reclamare con i grandi brand delle scarpe che erano andati tutti in Asia poi nel frattempo la Cina si è evoluta e quindi tutti in Cina, lasciando a casa milioni di Europei e Americani, quindi quella dei dazi è un'idea buona se l'acquirente finale desiste dall'acquistare i prodotti tassati.
prophet 6 gior fa su tio
ok...e il fatto che una buona parte del debito pubblico USA sia in mano ai cinesi non ha alcuna correlazione ? Ogni americano alla nascita ha oltre 60000$ di debito e così tanto per dire...pare che la Cina (unitamente al Giappone) detenga qualcosa tipo 1000 miliardi dei 20000miliardi di debito pubblico americano...
Potrebbe interessarti anche
Tags
trump
torti
dazi
flassbeck
TOP NEWS Finanza
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report