Impossible Foods
NUOVA ZELANDA
06.07.18 - 12:000

Hamburger vegano che sanguina su Air New Zealand: la politica insorge

Il premier ad interim neozelandese: «Sono assolutamente contrario alla carne finta». La compagnia: «Non chiederemo scusa»

WELLINGTON - Sta facendo discutere in Nuova Zelanda un hamburger vegano che trasuda persino un liquido simile al sangue e viene servito sui voli della compagnia aerea di bandiera. L’Impossible Burger è stato infatti definito una «minaccia esistenziale» per l’industria della carne nazionale e ha portato il primo ministro ad interim neozelandese a dichiararsi «assolutamente contrario alla carne di manzo finta».

«Carne vera, questo si fa in Nuova Zelanda» - «Abbiamo Air New Zealand che promuove attivamente delle proteine sintetiche che hanno un componente modificato geneticamente», ha lamentato il portavoce del partito di governo “New Zealand First”, Mark Patterson, come riporta il Guardian. La carne, ha sottolineato, rappresenta il secondo prodotto d’esportazione del Paese.  «Quando Air New Zealand era nei guai è stata salvata con i soldi dei contribuenti e con un sacco di soldi provenienti dal settore agricolo… e dall’industria della carne», ha ricordato il premier ad interim Winston Peters, sempre di New Zealand First. «E quella era carne vera, non finta, è questo che produciamo», ha aggiunto.

Air New Zealand: «Non chiederemo scusa» - La compagnia aerea, che propone l’Impossible Burger in business class sul volo Los Angeles-Auckland, non fa una piega di fronte a queste critiche e ribatte ricordando quanta carne “vera” acquisti: «Solo lo scorso anno abbiamo orgogliosamente servito 1,3 milioni di pasti con carne di manzo e agnello di origine neozelandese a clienti di tutto il mondo», sottolinea in un comunicato. «Air New Zealand non si deve scusare di proporre ai clienti scelte di prodotti innovative e continuerà a farlo anche in futuro», aggiunge.

Gli ingredienti - L’Impossible Burger intende riprodurre esattamente «l’aspetto, i rumori, l’aroma, la consistenza e i sapori» di un hamburger bovino usando «lo 0% di mucche», si legge sul sito del produttore. Gli ingredienti comprendono frumento, olio di cocco, patate, aromi naturali e una serie di additivi fra i quali vitamine, sale, gomma di konjac e gomma di xantano. Il segreto del sapore “carnoso” dell’Impossible Burger, però, sta nell’eme. Questo composto con un atomo di ferro contenuto anche nell’emoglobina è ricavato dalla leg-emoglobina, una sorta di emoglobina dei batteri estratta dalla soia: «La molecola di eme ricavata dalle piante è identica atomo per atomo alla molecola di eme che si trova nella carne: è questo che rende l’Impossible Burger così ricco e godurioso», spiega la Impossible Foods.

Sì, è geneticamente modificato - Come segnalato da New Zealand First, l’ingegneria genetica, in effetti, ci mette lo zampino e proprio per la produzione dell’eme. Il lievito da cui viene estratto è infatti modificato geneticamente «per produrre l’Impossible Burger in scala con il minimo impatto ambientale possibile», sottolinea il produttore.    

Impossible Foods
Guarda le 4 immagini
Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Finanza
STATI UNITI
1 anno
I bitcoin consumano quanto l'Ohio
La richiesta di potenza di calcolo, e quindi di energia, è in continuo aumento
IMMAGINI
CANTONE
1 anno
Dal Ticino alla Nuova Zelanda con un "semplice" tagliacarte
Realizzato in plastica eco-friendly da un designer emergente di Mendrisio, verrà distribuito, gratis, nel mondo per sensibilizzare sul rispetto per l'ambiente
ITALIA
1 anno
Scatta l'obbligo di origine per sughi e salse
Il provvedimento è mirato a rafforzare il rapporto tra produttori e trasformatori e a garantire i consumatori dall'inganno dei prodotti coltivati all'estero ed importati
SVIZZERA
1 anno
Manor richiama i falafel, pericolo listeriosi
La Manor ha richiamato il prodotto "8 falafels (pois chiches, carottes & coriandre)" di marca "l'atelier Blini", numero di lotto 182651
EUROPA
1 anno
Ryanair dice basta al trolley gratuito
Dal primo novembre non sarà più possibile viaggiare con un trolley di dimensioni ridotte gratuitamente, neanche imbarcandolo in stiva come avviene invece oggi
CINA / STATI UNITI
1 anno
Dazi, colloqui «costruttivi e schietti» con Washington
Pechino ha in ogni caso presentato ricorso al WTO nei confronti della misura da 16 miliardi di dollari
BERNA
1 anno
Bolle di sapone pericolose ancora in circolazione
Riscontrata una contaminazione microbiologica con il germe patogeno Pseudomonas aeruginosa
CINA / STATI UNITI
1 anno
Dazi, tariffe reciproche da 16 miliardi
Le misure, corrispondenti alla seconda tranche voluta dal presidente americano, sono entrate in vigore nelle scorse ore
TICINO/ITALIA
1 anno
«Qui è vietato fallire, ma anche avere successo»
Secondo Francesca Corrado, che ha fondato la prima scuola di fallimento, manca il diritto di sbagliare ma anche quello di considerarsi riusciti se non si "sfonda"
SVIZZERA
1 anno
I dipendenti della Posta non hanno fiducia nell'azienda
L'approvazione nei confronti della direzione si sarebbe deteriorata molto nell'ultimo anno anche a causa dello scandalo AutoPostale
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile