STATI UNITI
06.06.18 - 14:280

Settemila dollari a Tesla: non saranno un po' pochi?

Questo il guadagno di Elon Musk per ogni Model 3 che vende, secondo il settimanale tedesco WirtschaftsWoche

PALO ALTO - Non è proprio un affare per il ceo di Tesla Elon Musk produrre e vendere la nuova Model 3: a fronte di un costo industriale complessivo di 28'000 dollari questa auto si vende nella versione base a 35'000 dollari generando quindi un profitto - escluse spese di marketing, distribuzione e trasporto - di appena 7000 dollari, ossia quasi altrettanti franchi svizzeri.

A questa conclusione sono arrivati i giornalisti del settimanale economico tedesco WirtschaftsWoche che hanno intervistato alcuni specialisti nell'analisi dei costi industriali del settore automotive ed hanno concluso che per ogni Model 3 Tesla spende 10'000 dollari in produzione e 18'000 dollari in materiali e parti.

Considerando però che la versione base, quella da 35'000 dollari, non è ancora sul mercato e valutando in circa 42'000 dollari il prezzo medio attuale di acquisto, WirtschaftsWoche sottolinea comunque come la produzione della Model 3 generi ancora un discreto profitto per l'azienda.

Tra gli aspetti nascosti sotto alla carrozzeria della più piccola delle Tesla, ribadiscono gli esperti, c'è anche l'impiego di batterie di nuovo tipo che sono state sviluppare con Panasonic e che utilizzano due terzi in meno di cobalto, componente questo che ha visto triplicare il suo prezzo negli ultimi 18 mesi proprio per la crescente domanda di auto elettriche.

Alcuni analisti hanno ricordato che lo stesso ceo di Tesla Elon Musk aveva dichiarato che non è attualmente possibile produrre la versione standard della Model 3 e fare anche profitto, ma - si legge su Elektrek - il punto di pareggio può essere raggiunto dalle 5'000 unità prodotte alla settimana e salendo a 10'000 il margine di utile, soprattutto per le versioni Performance con Autopilot, può avvicinarsi a quel 25% più volte annunciato da Musk.

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Commenti
 
Moga 8 mesi fa su tio
Potrebbe essere diversamente visto che costa la metà delle altre?
Shion 8 mesi fa su tio
E quindi? Va bene no? È un affare eccome, e per tutti! Siamo ancora all'età della pietra a bruciare fossili e c'è chi ci gode anche a gasare la domenica.
matteo2006 8 mesi fa su tio
@Shion Musk è un visionario ma la gente non capisce purtroppo che questi progetti non sono realizzati per il mero piacere di far soldi con 4 auto ma ben più ampio.
pulp 8 mesi fa su tio
@Shion Bisogna scindere la questione ambientale/etica da quella economica/finanziaria. Se per la questione ambientale è sicuramente un bene che si possa oggi contare su macchine elettriche performanti (ed in generale quasi tutte le case automobilistiche stanno ora puntando su queste tecnologie) per quanto riguarda la parte economica/finanziaria, Tesla è un gigante dai piedi di argilla. Hanno incassato le "riservazioni" ed hanno poi utilizzato questi soldi (non sufficienti) per costruire le fabbriche che poi avrebbero permesso la produzione. Tra il dire ed il fare c'è di mezzo.... i costi!!! Difatti anche lo studio dell'articolo, calcola l'utile su una base "produttiva" mentre allo stato attuale delle cose, Tesla non ha ancora la macchina produttiva che gira al 100% - e anzi forse solo al 20 se tutto va bene. Ecco quindi che necessita di forti iniezioni di liquidità ed ecco anche spiegato il motivo per cui i prestiti obbligazionari di Tesla rendono il 7.5% ca., che equivale al rendimento della Nigeria o dell'Ukraina tanto per fare un parallelo. Ovviamente semmai non dovessero riuscire a fare fronte alla "trappola" di liquidità, beh il rischio è il fallimento a tutto tondo.
Lore62 8 mesi fa su tio
@pulp Bisogna anche riconoscere che Musk ultimamente ha presentato ricavi in crescita grazie all'aumento dei margini di profitto delle Model S e X, tuttavia ha confermato i timori degli investitori quando ha detto di aver bruciato 700 milioni di liquidità negli ultimi tre mesi, lasciando in cassa 2,7 miliardi circa, per gli sforzi fatti per accelerare la produzione delle Model 3. Tieni presente che Musk è un uomo ricchissimo: possiede SpaceX, l’unica ditta privata che è riuscita a mandare e a far tornare sulla terra una nave spaziale ed è uno dei dirigenti di SolarCity una delle più grandi ditte di pannelli fotovoltaici negli Usa. Inoltre ha una fabbrica dal costo di 5 miliardi di dollari per batterie al litio, ed è evidente che un mercato maggiore le porterà maggiori clienti. Ma è strabiliante lo stesso che una ditta apra in modo così completo alla competizione. ;-)
pulp 8 mesi fa su tio
@Lore62 Lui è sicuramente ricchissimo, ma sono certo che non metterà più molto del suo nella Tesla...
GI 8 mesi fa su tio
per ora solo bla bla bla.....intanto lui di dollari ne "inghiotte" a palate ogni giorno....fin che la düra.....
neuropoli 8 mesi fa su tio
la model 3 la peggiore delle tesla.
TOP NEWS Finanza
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report