Keystone
SVIZZERA / GRECIA
19.05.18 - 18:390

Novartis rinviata a giudizio per corruzione

La multinazionale farmaceutica avrebbe distribuito mazzette per dominare il mercato con autorizzazioni di accesso veloci e per poter mantenere alti i prezzi dei propri medicinali

ATENE - Il parlamento greco ha rinviato a giudizio la multinazionale farmaceutica elvetica Novartis per sospetto versamento di mazzette ad alti responsabili politici, tra il 2006 e il 2015.

Dopo lunghi dibattiti, i deputati di Atene la notte scorsa hanno stabilito che una commissione parlamentare ad hoc non era adatta ad esaminare il caso e hanno rinviato il dossier ai tribunali, indica oggi l'agenzia di stampa greca ANA.

Dato che l'istruttoria citava nomi di ex capi di governo e ministri, in base alla costituzione il parlamento greco lo scorso febbraio aveva deciso di creare una commissione d'inchiesta per far luce sulla vicenda.

Secondo testimoni protetti dalla giustizia, Novartis avrebbe corrotto responsabili politici e medici per dominare il mercato con autorizzazioni di accesso veloci e per poter mantenere alti i prezzi dei propri medicinali. Il colosso basilese della farmaceutica avrebbe pagato tangenti per 50 milioni di euro, provocando nel decennio in questione uno sperpero di fondi pubblici di circa 3 miliardi di euro.

Fra i presunti corrotti figurano l'ex premier conservatore Antonis Samaras, il commissario europeo alla Migrazione Dimitris Avramopoulos e il governatore della Banca di Grecia Yannis Stournaras. A loro si aggiungono altri sei ministri o viceministri.

Tutti negano gli addebiti. Parlano di diffamazione e accusano il governo di sinistra di Alexis Tsipras di volere sviare l'attenzione dalla grave crisi finanziari in cui versa il Paese.

Novartis oggi ha ribadito di lavorare in stretta collaborazione con le autorità per chiarire la questione e ha inoltre precisato di avere avviato un'indagine interna.

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
TOP NEWS Finanza
STATI UNITI
1 anno
I bitcoin consumano quanto l'Ohio
La richiesta di potenza di calcolo, e quindi di energia, è in continuo aumento
IMMAGINI
CANTONE
1 anno
Dal Ticino alla Nuova Zelanda con un "semplice" tagliacarte
Realizzato in plastica eco-friendly da un designer emergente di Mendrisio, verrà distribuito, gratis, nel mondo per sensibilizzare sul rispetto per l'ambiente
ITALIA
1 anno
Scatta l'obbligo di origine per sughi e salse
Il provvedimento è mirato a rafforzare il rapporto tra produttori e trasformatori e a garantire i consumatori dall'inganno dei prodotti coltivati all'estero ed importati
SVIZZERA
1 anno
Manor richiama i falafel, pericolo listeriosi
La Manor ha richiamato il prodotto "8 falafels (pois chiches, carottes & coriandre)" di marca "l'atelier Blini", numero di lotto 182651
EUROPA
1 anno
Ryanair dice basta al trolley gratuito
Dal primo novembre non sarà più possibile viaggiare con un trolley di dimensioni ridotte gratuitamente, neanche imbarcandolo in stiva come avviene invece oggi
CINA / STATI UNITI
1 anno
Dazi, colloqui «costruttivi e schietti» con Washington
Pechino ha in ogni caso presentato ricorso al WTO nei confronti della misura da 16 miliardi di dollari
BERNA
1 anno
Bolle di sapone pericolose ancora in circolazione
Riscontrata una contaminazione microbiologica con il germe patogeno Pseudomonas aeruginosa
CINA / STATI UNITI
1 anno
Dazi, tariffe reciproche da 16 miliardi
Le misure, corrispondenti alla seconda tranche voluta dal presidente americano, sono entrate in vigore nelle scorse ore
TICINO/ITALIA
1 anno
«Qui è vietato fallire, ma anche avere successo»
Secondo Francesca Corrado, che ha fondato la prima scuola di fallimento, manca il diritto di sbagliare ma anche quello di considerarsi riusciti se non si "sfonda"
SVIZZERA
1 anno
I dipendenti della Posta non hanno fiducia nell'azienda
L'approvazione nei confronti della direzione si sarebbe deteriorata molto nell'ultimo anno anche a causa dello scandalo AutoPostale
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile