CONFEDERAZIONE
24.04.18 - 17:000

Case più care, affitti invece meno

Secondo le stime, quest'anno le pigioni scenderanno di un altro 1,2% in media, mentre l'acquisto crescerà fin dell'1,4%

ZURIGO - Prendere in affitto un appartamento dovrebbe diventare ancora meno caro quest'anno in Svizzera. La flessione dovrebbe attestarsi all'1,2%, secondo calcoli diffusi oggi dall'ufficio di consulenza immobiliare zurighese Wüest Partner. Già l'anno scorso le pigioni erano scese (-1,5%).

Stando al rapporto, la flessione dovrebbe raggiungere il 2% nella regione del Lemano e in Vallese. Nella Svizzera occidentale, la contrazione dovrebbe essere dell'1,5%. Nel canton Berna e nella città di Zurigo è invece attesa una diminuzione più contenuta: -0,5%.

Il segmento delle superfici abitative in locazione è caratterizzato da un dinamismo sostenuto e persistente riguardante la costruzione di nuovi immobili. L'attività di costruzione è intensa e potrebbe ancora accelerare.

Tuttavia vi sono segnali di una certa saturazione dovuta anche al rallentamento delle crescita demografica. Gli affitti sono calati mentre è aumentato il numero di appartamenti sfitti.

A differenza degli alloggi in locazione, i prezzi degli appartamenti in proprietà per piani (PPP) e delle case di proprietà dovrebbero aumentare nel corso di quest'anno.

Un aumento minimo dello 0,1% è atteso per i prezzi degli appartamenti PPP, mentre per le case individuali ci si aspetta un incremento dell'1,4%, secondo il rapporto "Immo-Monitoring" pubblicato oggi da Wüest Partner.

La disponibilità di beni in vendita è calata del 12% l'anno scorso e anche la costruzione di nuovi alloggi ha subito una contrazione in numerose regioni.

Questa tendenza non dovrebbe cambiare a breve termine nonostante la forte domanda. Attualmente, il segmento delle case individuali non rappresenta che il 3% di tutti i beni immobiliari proposti in Svizzera ogni trimestre: si tratta del tasso più basso dal 2006.

Nel 2017, permessi di costruzione sono stati accordati per 22'600 appartamenti in PPP e abitazioni individuali, ovvero il 2,3% in meno rispetto alla media due due anni precedenti.

La domanda di PPP dovrebbe rimanere forte, sostenuta fra le altre cose dal basso livello dei tassi di interesse. I primi aumenti dei tassi frenano invece la domanda per le proprietà individuali, ma si tratta di effetti ancora trascurabili.

I tassi sui nuovi prestiti ipotecari a lungo termine sono gradualmente saliti dal terzo trimestre 2016. Secondo calcoli di Wüest Partner, alla conclusione di un'ipoteca a dieci anni a tasso fisso per finanziare una PPP, l'aumento medio si traduce in un carico supplementare di 1600 franchi all'anno.

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Potrebbe interessarti anche
Tags
case
ppp
appartamenti
costruzione
wüest partner
wüest
domanda
tassi
proprietà
partner
TOP NEWS Finanza
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report