CANTONE/CONFEDERAZIONE
10.01.18 - 10:030

La Banca svizzera «meglio di Apple»

Il raddoppio degli utili Bns, saliti a 54 miliardi di franchi, è «in buona parte dovuto all'indebolimento del franco», spiega a tio.ch il professor Giovanni Barone Adesi,

LUGANO - La notizia, ieri , è finita anche sul Wall Street Journal: impressionanti quei 54 miliardi di utili registrati da Bns nel 2017, più del doppio dei 24,5 del 2016 e «più di Apple», segnala il quotidiano. Com'è stato possibile? «È in buona parte dovuto all'indebolimento del franco», spiega a tio.ch/20minut Giovanni Barone Adesi, professore di finanza all’Usi. La Svizzera avrebbe cioè beneficiato dell'incremento di valore delle valute estere, acquistate per garantire stabilità dei prezzi e controllare l’inflazione. Il profitto, sia chiaro, non è né può essere il fine.

Che ne "guadagnano" la Confederazione e il Ticino?  «A parte i dividendi, le riserve consentono di stabilizzare il valore del franco, rendendo più facile l’attività economica». Due i miliardi di franchi destinati a Confederazioe e Cantoni, ripartiti nella misura di un terzo e due terzi. A stabilire gli importi e fissare tetti è un regolamento preciso che non ammette deroghe, neppure davanti a numeri così importanti.

C'è chi, però, non è convinto sia tutto o solo un bene. «Alcuni sono preoccupati che gli importi siano eccessivi, ma sono importanti per la Svizzera - conclude Barone Adesi - Le riserve sono investite negli strumenti di pagamento principali del commercio internazionale. Dollaro, euro, poi sterlina, yen e oro».

Cerca lavoro in Ticino su www.tuttojob.ch
Commenti
 
GI 3 mesi fa su tio
confronto tra banane e putrelle .....
Potrebbe interessarti anche
Tags
miliardi
barone adesi
barone
apple
adesi
franco
TOP NEWS Finanza
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report