Keystone
CINA
13.02.18 - 07:400

Ex boss del Pcc incriminato per corruzione

Sun è il funzionario del Partito di più alto grado e nel pieno della carriera a finire nelle maglie della campagna anti-corruzione del presidente Xi Jinping

PECHINO - Sun Zhengcai, ex boss del Partito comunista cinese della municipalità speciale di Chongqing, è stato formalmente incriminato per corruzione dalla Supreme People's Procuratorate, in base all'annuncio sul suo sito web.

Sun, 53 anni, è il funzionario del Partito più alto grado e nel pieno della carriera a finire nelle maglie della campagna anti-corruzione del presidente Xi Jinping, al potere dal 2012.

Il più giovane componente nel Politburo definito dal 18esimo congresso del Pcc e considerato tra i più accreditati testimoni a raccogliere il testimone da Xi, Sun deve difendersi dalle accuse di aver preso "illegalmente grandi somme di denaro e beni" da altri soggetti ricambiando con impropri benefici.

L'incriminazione è stata inviata alla First Intermediate People's Court di Tianjin dal primo ufficio della People's Procuratorate della città vicina a Pechino, dopo le indagini "nel rispetto della legge", al fine di istruire le pratiche per il processo.

La corruzione a carico di Sun era stata già anticipata dalla scorsa estate, ma a ottobre, durante il 19esimo congresso del Pcc, l'ex boss di Chongqing era stato accusato di aver tentato di "usurpare la leadership", in un attacco sventato dal presidente Xi, che è anche e prima di tutto segretario generale del Pcc.

La denuncia del tentato colpo di Stato, del tutto inconsueta considerando il suo autore, era partita da Liu Shiyu, presidente della China Securities Regulatory Commission (equivalente della Consob), fatta in un panel finanziario a margine dei lavori più ampi del congresso. Sun, radiato a ottobre dal Pcc con la ratifica del Comitato centrale, era stato all'allontanamento di luglio seguito dalla rimozione dalle cariche e dall'espulsione.

Il suo caso, nella versione di Liu, era soltanto l'ultimo dei tentativi orditi da figure di alto livello del Pcc, allontanate nel frattempo, partiti dalla transizione della leadership del 2012 che portò al potere Xi. Il presidente "ha affrontato i casi di Bo Xilai, Zhou Yongkang, Ling Jihua, Xu Caihou, Guo Boxiong e Sun Zhengcai. Tutti avevano posizioni di vertice nel Partito, ma tutti erano pesantemente corrotti e hanno complottato per usurpare la leadership e impossessarsi dello Stato", aveva rincarato Liu.

Sun, sostituito a Chongqing da Chen Min'er, fedelissimo di Xi, e promosso nel Politburo ma non nello Comitato permanente come atteso, era stato individuato come uno dei più vicini alla Lega della Gioventù, fazione del Pcc associata all'ex presidente Hu Jintao.
 
 

Tags
presidente
pcc
sun
xi
boss
ex boss
corruzione
partito
presidente xi
leadership
TOP NEWS Estero
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report