IRAN
12.02.18 - 21:020

Ambientalista morto in carcere, è stato suicidio

L'uomo, arrestato insieme ad altri ambientalisti, era accusato di spionaggio

TEHERAN - L'attivista ambientalista e noto sociologo irano-canadese Kavous Seyed Emami, di recente morto in carcere in Iran, «si è suicidato, usando la sua camicia come corda», secondo quanto dichiarato dal portavoce della Commissione per la sicurezza nazionale del parlamento iraniano (Majlis), Hossein Naghavi Hosseini. L'uomo, arrestato insieme ad altri ambientalisti, era accusato di spionaggio.

Tuttavia dalle file dei riformatori sono venute delle critiche al sistema giudiziario: il parlamentare riformatore Mahmoud Sadeghi ha ricordato come la giustizia sia responsabile della salvaguardia dei detenuti.

Un consigliere del presidente Hassan Rohani, Hessamuddin Ashena, in un tweet ha scritto che «né i sociologi della religione né chi protegge la natura commette suicidio», sollecitando vigilanza sul comportamenti della giustizia nei confronti dei detenuti.

L'episodio è stato definito «incredibile» dall'Associazione dei sociologi e da quella per le Scienze politiche in due distinte note.

Tags
carcere
ambientalista
TOP NEWS Estero
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report