Keystone
SIRIA
16.04.18 - 08:020

«Se Damasco continuasse la risposta americana sarebbe più dura»

Dopo gli attacchi missilistici, la parola passa alla diplomazia, ma l'esito delle negoziazioni è incerto

DAMASCO - L’eco dei missili lanciati sulla Siria nella notte fra venerdì e sabato continuava a riecheggiare, domenica, nelle parole di Donald Trump, che difendeva l’efficacia dell’intervento condotto con Regno Unito e Francia. Assad assicurava invece dal canto suo che «l’aggressione» avrebbe «unito» il suo Paese. Londra, intanto, escludeva che fossero in programma altri attacchi a breve.   

«Adesso è l’ora della diplomazia, promossa dalla Francia, che ha già portato alla proposta di un’indagine indipendente sulle armi chimiche in Siria», afferma Marco Di Liddo, responsabile Area geopolitica del Ce.S.I. - Centro Studi Internazionali di Roma. «Le negoziazioni, tuttavia, non saranno semplici perché il termine “indipendente” è piuttosto aleatorio: questa situazione rischia di andare avanti a lungo», aggiunge.

A fare la differenza riguardo a eventuali sviluppi sul campo saranno la risposta russa, iraniana e del regime: «Se Damasco continuasse, come la si accusa di fare, ad utilizzare armi chimiche, la prossima risposta degli Stati Uniti sarebbe più muscolare», assicura l’esperto. «Trump, al contrario del suo predecessore, non vuole fare la figura di quello che traccia delle linee rosse per poi spostarle sempre più in là», spiega.

Stati Uniti, Regno Unito e Francia hanno condotto un attacco missilistico congiunto su tre postazioni militari e strategiche siriane in risposta a un presunto attacco chimico su civili a Duma risalente al 7 aprile scorso.

3 mesi fa Bozza Onu sulla Siria: 30 giorni agli ispettori Opac
3 mesi fa Pronte nuove sanzioni contro la Russia
3 mesi fa Questione Siria, Cassis: «Siamo un partner riservato e affidabile»
3 mesi fa Parigi, le prove degli attacchi punto per punto
3 mesi fa Guterres: «Evitare le azioni che possono aggravare la situazione»
Commenti
 
MIM 3 mesi fa su tio
Assad, con l'aiuto della Russia ha vinto la guerra. Trovo stupido (se non addirittura impossibile) che Assad usi gas proprio ora che ha praticamente finito di liberare la Siria dall'Isis. Ho invece il sospetto che sia tutta una messinscena di Trump (con lo stupido aiuto di Francia e GB) per rigirare una guerra che ha già perso da un pezzo.
ugobos 3 mesi fa su tio
orma il petrolio che tutti usano è la causa principale di queste guerre fatte da cretini. uccidire gente con tutta l energia che ce a disposizione è da super malati mentali. altra critica siete voi media. ripetete tutte le cretinate che dicono sti criminali cosi siete anche voi responsabili di queste guerre. non riuscite a fare delle ricerche? possibile che se vuoi andare a vedere perché ci sono guerre laggiù devi sempre cercare in siti non ufficiali? l isis è stata creata dalla cia detto dall ex capo militari usa. andate a vedere su youtube. isis cia Clark. andate al bar che fate meno danni
Asdo 3 mesi fa su tio
Se fosse stato un qualunque altro paese escluso gli stati uniti ad attaccarne un altro senza prove il teatrino dell'ONU avrebbe già istituito sanzioni su sanzioni...
Potrebbe interessarti anche
Tags
risposta
damasco
damasco continuasse
francia
unito
TOP NEWS Estero
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report