Ammirate e fotografate il sorgere del sole su una collina nel vostro cantone di residenza. L’immagine mostra la catena del Rätikon, al di sopra di Coira
ENERGY CHALLENGE
30.06.18 - 10:550

21 attività da fare quest’estate

Rispetto a viaggi in luoghi lontani, trascorrere le vacanze in Svizzera arreca vantaggi sia all’ambiente che alle proprie tasche. Il nostro paese ha molto da offrire

 

Nonostante il consumo interno di energia fra il 2000 e il 2015 sia diminuito dell’1,3% secondo un’analisi pubblicata a ottobre 2016 dall’Ufficio federale dell’energia, i consumi nell’ambito della mobilità sono aumentati del 4,1%. Durante le ferie estive, voli e viaggi in auto lungo tutto il continente hanno un impatto enorme sul bilancio energetico: solamente gli spostamenti aerei, a cui si attribuiscono 66,8 petajoule, costituiscono un buon 8% del consumo energetico complessivo in Svizzera, mentre nel corso dell’anno i veicoli a motore sono già responsabili di circa un terzo del consumo energetico elvetico. Tuttavia si considerano solamente gli itinerari percorsi in Svizzera, pertanto recarsi in vacanza in auto comporta un ulteriore dispendio di energia.

È comunque possibile raggiungere la maggior parte delle destinazioni nelle vicinanze viaggiando comodamente in treno, che rispetto all’auto o all’aereo ha un impatto ambientale molto minore.
Oggigiorno molti operatori turistici offrono ai clienti la possibilità di compensare le emissioni di CO 2 generate tramite un volo: si tratta di effettuare donazioni ad associazioni di protezione ambientale che riducono o prevengono i gas serra in un altro luogo sul nostro pianeta.

Ad altitudini di volo, l’azoto funge da gas serra

Le conseguenze negative sul clima derivanti dai viaggi in aereo non si limitano tuttavia solo all’aumento dei consumi energetici e delle emissioni di CO 2 . Durante la combustione del kerosene vengono infatti generate sostanze come l’ossido di azoto, l’aerosol e il vapore acqueo, che alle altitudini di volo vengono smaltite più lentamente rispetto al livello del suolo e influiscono pertanto sull’effetto serra. A contatto con i raggi solari, l’ossido di azoto si trasforma in ozono, che a tali altitudini agisce come un potente gas serra, mentre le emissioni di aerosol e vapore acqueo incidono sulla formazione naturale delle nuvole. La concentrazione di tali fenomeni fa sì che l’effetto serra causato dai voli sia in media dalle due alle cinque volte superiore rispetto alla mera emissione di anidride carbonica.

Anche le crociere continuano a rimanere ai primi posti della wish list degli svizzeri. Eppure le navi, spesso di lusso, emettono quantità enormi di gas tossici nell’atmosfera. Al fine di coprire il fabbisogno energetico delle attività alberghiere a bordo, i motori devono rimanere costantemente in funzione, il che implica una mole esorbitante di gas nocivi. Secondo il quotidiano tedesco «Süddeutsche Zeitung», una purificazione da emissioni di ossido di azoto o polveri sottili avviene solamente in casi eccezionali. Un’imbarcazione per trasporto passeggeri senza filtro o impianto di desolforazione emette quotidianamente circa 450 kg di particelle di fuliggine, 5250 kg di ossido di azoto e 7500 kg di anidride solforosa. Tali sostanze sono nocive per le piante, contaminano i terreni e le falde acquifere e sono una fonte di rischio per la salute dell’uomo e degli animali.

Anche in Svizzera si possono fare esperienze indimenticabili

Le vacanze in Svizzera non contribuiscono solamente alla tutela ambientale, ma grazie al risparmio sul costo dei biglietti per gli spostamenti aerei, dei pedaggi e del pernottamento sono anche più economiche. Chi decide di trascorrere le vacanze senza varcare i confini, non deve tuttavia rinunciare affatto a nuove esperienze ed emozioni: foto mozzafiato sulle Alpi svizzere, in villaggi idilliaci o in bar di tendenza a cielo aperto nelle nostre città si possono postare sui social media esattamente come le consuete immagini delle spiagge che durante i mesi estivi inondano Facebook, Instagram, Pinterest e Snapchat. Perché mai ci si dovrebbe alzare presto solo all’estero per immortalare il sorgere del sole armati di fotocamera? Vale la pena fare una puntatina su una piattaforma panoramica solo quando questa è sita in lidi remoti? E cosa mette i bastoni tra le ruote al rifrescare le proprie conoscenze linguistiche nella svizzera plurilingue, invece di dover attraversare mezzo mondo?

La galleria fotografica sopra riportata illustra 21 attività da sperimentare quest’estate proprio a casa nostra.

ULTIME NOTIZIE Energy Challenge
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report