Keystone
Per quanto riguarda l’igiene, la temperatura riveste un ruolo secondario, la fase decisiva è quella dell’asciugatura.
ENERGY CHALLENGE
22.05.18 - 09:370

Non temete! Il vostro bucato è pulito anche a 30 gradi

Dopo un fine settimana prolungato è normale che gli indumenti da lavare siano di più del solito, ma il lavaggio non deve comunque richiedere uno sproposito di energia

 

Ogni persona produce all’anno fino a 300 kg di panni sporchi. Dopo un fine settimana prolungato è normale che il quantitativo di cose da lavare sia più elevato: dagli indumenti sportivi sudati, all’abbigliamento per escursioni sporco di fango, alla giacca preferita intrisa di fumo dopo il barbecue con gli amici.

Nel complesso, le circa due milioni di lavatrici che si fanno nelle abitazioni svizzere richiedono energia soprattutto per il riscaldamento dell’acqua, che equivale, a seconda della fonte, a fino a due terzi del consumo di energia complessivo di un lavaggio. Lavando a 30 gradi si risparmia pertanto fino al 70% di corrente rispetto al lavaggio a 90 gradi e fino al 20% rispetto al lavaggio a 40 gradi. Ma anche l’abitudine di rinunciare al prelavaggio, al sovraccarico o all’asciugatura si ripercuote sul consumo e, di conseguenza, sui costi dell’energia durante il lavaggio.

Nella galleria fotografica di cui sopra i suggerimenti di SvizzeraEnergia mostrano il potenziale di risparmio energetico quando si lavano i panni.

Energy Challenge 2018

Energy Challenge 2018 è una campagna nazionale di SvizzeraEnergia e dell'Ufficio federale dell'energia sui temi dell'efficienza energetica e delle energie rinnovabili. 20 minuti è partner media e approfondisce i temi principali con grafici, reportage e interviste. Trovate maggiori informazioni sull'app gratuita per Android e iOS.

Commenti
 
ULTIME NOTIZIE Energy Challenge
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report