Sfoglia la gallery
ENERGY CHALLENGE
24.07.18 - 10:420
Aggiornamento 10.08.18 - 10:37

In quanto tempo si ammortizza un impianto fotovoltaico

Produzione dannosa per l’ambiente e troppo cara: gli oppositori dell’energia solare criticano aspramente gli impianti fotovoltaici. Hanno ragione?

 

L’energia solare è al centro di ferventi dibattiti in Svizzera. Oggetto delle critiche è ad esempio il bilancio ecologico dei pannelli fotovoltaici. Hugo, lettore di 20 Minuti, ha scatenato una discussione con il suo commento: «Per la produzione e lo smaltimento di impianti solari si consuma molta energia. Altro che eco-sostenibilità!». Anche i costi elevati finiscono spesso sotto accusa. Di seguito approfondiamo questi due appunti.

Secondo alcuni studi, il fabbisogno di energia primaria – l’energia totale necessaria per la produzione di un modulo fotovoltaico – in genere si aggira intorno a un equivalente di 7000 megajoule di petrolio, corrispondenti a circa 1,3 barili di greggio. La quota maggiore, con circa il 70 percento, è ascrivibile alla produzione dei pannelli. Questa corrente è necessaria soprattutto per la produzione di silicio puro, per il taglio di dischi di silicio (wafer) nonché per la produzione di celle e moduli. Il restante fabbisogno di energia primaria è principalmente riconducibile alla produzione degli altri materiali per i moduli come il vetro o il rame per i cavi o i sistemi di montaggio per l’integrazione
nelle strutture architettoniche. Esiste ancora enorme potenziale di miglioramento del consumo di energia primaria per il fotovoltaico, ad esempio mediante il riciclo del silicio.

Meno importazioni di corrente elettrica dall’estero

In Svizzera il tempo di ammortamento energetico si aggira intorno ai tre/quattro anni. A titolo comparativo, la vita utile dei moduli è di almeno 30 anni. Durante il loro funzionamento, gli impianti solari non producono emissioni nocive. Al contrario, l’energia solare può frenare ad esempio le importazioni di elettricità dall’estero, dannose per il clima, e contribuire quindi a una riduzione delle emissioni. Poiché la produzione di impianti solari genera gas serra, nemmeno l’energia solare può tuttavia considerarsi completamente priva di emissioni nell’arco del suo ciclo di vita.

Per l’ambiente, un maggiore utilizzo di energia solare sarebbe quindi una soluzione opportuna. Eppure, quando conviene veramente anche da un punto di vista economico installare un impianto fotovoltaico? Un impianto fotovoltaico di 30 metri quadrati su una casa unifamiliare costa all’incirca 15 000 franchi. Detraendo gli incentivi finanziari della Confederazione pari a 3400 CHF e le agevolazioni fiscali di circa 2900 CHF, in fin dei conti l’impianto viene a costare 8500 CHF.

Rendimenti che sfiorano il cinque percento

I costi di produzione della corrente autoprodotta ammontano a circa 13 centesimi per chilowattora. Detraendo gli incentivi e le agevolazioni fiscali si scende a 9,5 centesimi per chilowattora: sensibilmente meno dei 20 centesimi per chilowattora che paga in media una famiglia in Svizzera per la corrente elettrica dalla presa. Quindi vale senz’altro la pena di consumare l’elettricità solare prodotta in proprio. La produzione eccedente che non può essere utilizzata direttamente in casa viene immessa nella rete elettrica Su questa energia si riceve un incentivo, la cosiddetta tariffa di immissione. Stando agli attuali prezzi medi della corrente elettrica e alle tariffe medie di immissione delle società di fornitura elettrica, con un impianto fotovoltaico è possibile conseguire rendimenti di quasi il cinque percento sul capitale medio immobilizzato.

Dopo l’installazione, gli impianti fotovoltaici richiedono soltanto poca manutenzione e i moduli solari vantano di norma 25 anni di garanzia. Tra i costi operativi figurano generalmente l’assicurazione dell’impianto, una manutenzione tecnica nonché gli accantonamenti per l’inverter. Si calcolano forfetariamente otto franchi per metro quadrato di superficie solare e anno. Di norma un impianto si ammortizza in meno di dieci anni. Mediante il calcolatore solare di SvizzeraEnergia si può calcolare il tempo esatto di ammortamento.

Energy Challenge 2018 - Energy Challenge 2018 è una campagna nazionale di SvizzeraEnergia e dell'Ufficio federale dell'energia sui temi dell'efficienza energetica e delle energie rinnovabili. 20 minuti è partner media e approfondisce i temi principali con grafici, reportage e interviste. Trovate maggiori informazioni sull'app gratuita per Android e iOS.

 

ULTIME NOTIZIE Energy Challenge
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report