Immobili
Veicoli
TiPress
CANTONE / SVIZZERA
06.01.22 - 12:440

Salgono gli affitti a Lugano, come in tutta la Svizzera

Il numero di appartamenti sfitti è diminuito significativamente, ciò che ha portato ad un aumento dei prezzi

In particolare, si registra un boom nelle regioni di montagna, rilevano gli specialisti di Homegate

LUGANO - Aumento degli affitti in Svizzera nel 2021: sulla scia del nuovo fenomeno della riduzione dello sfitto le pigioni degli appartamenti nuovi o nuovamente affittati - si parla solo di quelle, non dei contratti in essere - sono aumentate dell'1,0% rispetto all'anno prima. Si tratta della progressione maggiore dal 2014.

Le variazioni (da dicembre 2020 a dodici mesi più tardi) sono calcolate sulla base di un indice elaborato dal portale di annunci immobiliare Homegate in collaborazione con la ZKB, la banca cantonale di Zurigo. In dicembre il parametro si è attestato a 116,4 punti, aggiornando il massimo rilevato da quando viene calcolato, cioè dal 2009.

«Un'inversione di tendenza»
Se negli anni precedenti si era assistito a un aumento delle superfici non affittate, cosa che aveva portato a una stagnazione o addirittura a un calo delle pigioni, nel 2021 si è verificata una evidente inversione di tendenza, spiegano gli esperti Homegate in un comunicato odierno. Il numero di appartamenti sfitti è diminuito significativamente. Questo ha portato a un aumento dei prezzi, tanto più che il tema dell'alloggio, con la pandemia, ha riacquistato importanza: i consumatori sono maggiormente disposti a spendere per la casa.

Il dato medio nazionale nasconde peraltro una realtà regionale assai stratificata. Gli specialisti di Homegate parlano di un boom nelle regioni di montagna, che sulla scia della crisi del coronavirus e delle relative restrizioni di viaggio hanno guadagnato in attrattiva: la progressione più forte degli affitti si è così registrata nei Grigioni (+4,7%), ma anche altri cantoni alpini come Vallese, Vaud, Uri e Nidvaldo mostrano aumenti significativi.

Ticino? Crescita bassa, alta a Lugano
Il Ticino nel suo insieme si sottrae per contro a questa tendenza, mettendo a referto solo un +0,4%, ma la sua città più importante, Lugano, mostra un incremento notevole, pari al +2,2%. Per la regina del Ceresio potrebbe essere quindi il segnale di un'inversione di tendenza, considerato che dal 2015 - anno da cui sono disponibili i dati - l'indice Homegate segnava sostanzialmente un calo.

Lugano può essere messa a confronto con altre realtà urbane, che non offrono un quadro unitario: le pigioni sono scese a Ginevra (-1,9%) e Losanna (-0,3%), mentre sono salite a Zurigo (+0,5%, dopo il +2,9% del 2020) e a Berna (+2,6%). 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
F/A-19 4 mesi fa su tio
Statistiche del nulla....
dan007 4 mesi fa su tio
Statistiche che fanno pensare che occorre ancora costruire siamo ammassati non siamo a New York
SteveC 4 mesi fa su tio
Vergognoso!
Busca 4 mesi fa su tio
Solo pochi mesi fa, si parlava dell’aumento vertiginoso degli appartamenti sfitti. A distanza di qualche mese, gli sfitti sono diminuiti nonostante l’arrivo sul mercato delle nuove costruzioni con relativo aumento dell’offerta: ciò significa che in Svizzera e Ticino sono arrivate masse enormi di stranieri che cercano casa. Mi chiedo quindi che valore abbiano queste statistiche farlocche!
Dalu 4 mesi fa su tio
@Busca Avranno cambiato i dati in favore dei proprietari🤷🏻‍♂️ però è vero! Si parlava di migliaia di appartamenti vuoti e ora si sono stranamente riempiti😂😂
dan007 4 mesi fa su tio
@Busca Sono solo statistiche ma è vero che ci sono quartieri con forte richieste come VIGANELLO
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
SVIZZERA
3 ore
Più di un milione di resi nella pattumiera
Un nuovo rapporto di Public Eye si china sulla questione moda e e-commerce. Al centro: Zalando, Amazon, Asos e Shein
SVIZZERA
5 ore
Nei negozi un'inflazione limitata
L'aumento dei prezzi dovrebbe mantenersi in media sull'1,2 per cento quest'anno in Svizzera
IRLANDA
11 ore
Meno emissioni di Co2? EasyJet accelera
Il vettore ha lanciato un nuovo obbiettivo intermedio: ridurle del 35% entro il 2035
SVIZZERA
14 ore
Stipendi da capogiro nel settore edile
I salari sono in aumento, un operaio guadagna in media 6'204 franchi svizzeri, secondo un sondaggio del SSIC.
SVIZZERA
15 ore
Forte crescita metalmeccanica, ma non senza timori
C'è infatti preoccupazione per il "cocktail tossico" di problemi, tra pandemia e inflazione
MONDO
1 gior
Più miliardari (e sempre più ricchi) negli anni del Covid
573 individui sono entrati a far parte del club dei super ricchi negli ultimi due anni.
SVIZZERA
1 gior
Un albergo su due ha aumentato i prezzi
Il trend potrebbe rafforzarsi a causa dell'inflazione e della carenza di personale
SVIZZERA
1 gior
Axpo, i proprietari vogliono rinunciare ai dividendi
Parte della somma dovrebbe essere investita nel campo delle energie rinnovabili, ha annunciato l'azienda
CINA
2 gior
Xiaomi ha raggiunto Samsung e Apple
Il gigante tecnologico cinese ha superato quota 500 milioni di smartphone venduti
ITALIA
2 gior
Per chi vola dall'Italia verso l'Europa «questa sarà l'estate del caro-aereo»
Per alcune mete si parla di aumenti fino al +91%. L'allarme del Codacons italiano riguarda anche i traghetti
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile