Tipress
CANTONE
28.09.21 - 11:210
Aggiornamento : 11:42

Tasso di debitori in discesa in Ticino

Nonostante la crisi pandemica il numero di indebitati inadempienti si è abbassato di mezzo punto percentuale.

Situazione in miglioramento anche a livello nazionale. Svizzera occidentale, Basilea Città e Ticino rimangono i peggiori.

BELLINZONA - È un calo positivo, quello registrato da un recente studio in Ticino. Un calo relativo al tasso di debitori. Secondo un analisi di CRIF SA, il principale fornitore svizzero di informazioni per aziende e privati, l'indice di indebitamento ticinese è migliorato negli ultimi sei mesi, passando dall'8% di gennaio al 7,5% attuale. 

In Svizzera - Analoga la situazione a livello nazionale, con un tasso di debitori abbassatosi al 6,15% dal 6,45% di gennaio. Le persone inadempienti sono quindi calate a 534'803. CRIF presume che questa diminuzione sia dovuta a un più elevato tasso di risparmio e alle indennità per lavoro ridotto. «Anche i nostri partner riferiscono che i debitori sono tornati ad avere liquidità e che hanno saldato i loro debiti o attestati di carenza di beni» sostiene Christian Maron, Head of Analytics.

Il Ticino resta tra i peggiori - La Svizzera occidentale e il Ticino hanno un tasso di debitori superiore rispetto al resto della Svizzera. Il Canton Neuchâtel registra infatti il tasso più alto di debitori (10,3%), seguito dal Canton Ginevra (9,4%), Basilea-Città (8,0%), Vaud (7,8%) e da Soletta (7,6%).

In testa alla classifica - Il Canton Appenzello Interno ha i migliori pagatori a livello nazionale e vanta il tasso di debitori più basso (1,6%). Virtuosi anche Zugo, Uri, Obvaldo e Nidvaldo. 

Esecuzioni, fallimenti e carenza di beni - Per il calcolo del tasso di debitori inadempienti si è tenuto conto di tutti i privati soggetti a domanda di continuazione dell’esecuzione, fallimenti e attestati di carenza di beni, viene specificato nello studio. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
SVIZZERA
1 ora
La BNS «non può limitarsi ai criteri ambientali»
Lo ha dichiarato Andrea Maechler, membro della Direzione generale della Banca Nazionale Svizzera
CINA
5 ore
L'effetto domino fra i palazzi in Cina
Evergrande sull'orlo della bancarotta ma non sarebbe l'unica in un settore immobiliare con un gigadebito da capogiro
ITALIA
16 ore
Duemila giocattoli su tre piani
Fao Schwarz sbarca a Milano: il famoso negozio apre domani in Piazza Cordusio
CINA
18 ore
Il cielo è il limite? Non per i grattacieli cinesi
Le autorità hanno vietato la costruzione dei palazzi nei quartieri storici e nei siti del patrimonio culturale
SVIZZERA
19 ore
Niente paura: «A Natale i giocattoli non mancheranno»
Franz Carl Weber ha giocato d'anticipo con le ordinazioni. La situazione è un po' più tesa sul fronte dell'elettronica
CANTONE
22 ore
Il successo riassunto in 101 storie
Presentato il libro che raccoglie le storie di chi concretamente ha contribuito ad arricchire il nostro cantone.
ITALIA
23 ore
Il primo sciopero del sindacato dei lavoratori da remoto
La protesta della Smart Worker Union è incentrata sulle linee guida nella pubblica amministrazione
SVIZZERA
1 gior
Prospettive economiche: analisti meno fiduciosi
Cresce la prudenza a riguardo del futuro della congiuntura elvetica
Regno Unito
1 gior
Foto di cibo e non alimenti veri per riempire gli scaffali vuoti
Reparti troppo grandi o penuria nell’approvvigionamento: così i supermercati britannici ci “mettono la pezza”
SVIZZERA
1 gior
«Prima costavano 80 centesimi, adesso anche 300 franchi»
La crisi dei chip raccontata dall'interno di un'azienda svizzera colpita: «Sono settimane che le macchine sono spente».
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile