Immobili
Veicoli
Archivio Keystone
STATI UNITI
22.11.21 - 08:250

«Credit Suisse sta ancora attivamente nascondendo dei conti alle autorità Usa»

Le accuse di alcuni ex-banchieri in una nuova causa civile contro il gruppo svizzero che però nega

NEW YORK - Malgrado la multa miliardaria pagata agli Stati Uniti nel 2014, Credit Suisse starebbe attivamente nascondendo diversi conti bancari di clienti americani alle autorità fiscali Usa.

Lo sostengono alcuni ex-banchieri dell'istituto di credito, sentiti dagli inquirenti statunitensi come riportato dal Bloomberg. Le informazioni, ritenute «credibili», sono contenute in una causa civile deposta lo scorso 18 novembre.

«Diversi ex-dipendenti si sono fatti avanti con informazioni molto credibili sul fatto che Credit Suisse abbia continuato a fornire assistenza a diversi clienti americani per nascondere dal fisco i loro conti anche dopo il 2014 e, in alcuni casi, sta continuando a farlo», riporta la querela. Una causa, questa, che arriva in un periodo non facilissimo per la banca svizzera, dopo le débâcle miliardarie legate ad Archegos e al gruppo Greensill

Il trucchetto utilizzato dai bancari CS utilizzerebbe la doppia cittadinanza di alcuni clienti sulle carte definiti genericamente «sudamericani», senza riferire nei documenti che si trattava di cittadini americani. In questo modo il fisco Usa era tenuto all'oscuro di conti che contenevano «decine di milioni di dollari». La doppia cittadinanza, però, non esclude la necessità di dichiarare i propri guadagni e la propria sostanza al Dipartimento del Tesoro, e di essere tassati di conseguenza.

A far scattare l'indagine, svoltasi nel corso dell'estate, una task-force che comprende agenti del Fisco, agenti dell'Internal Revenue Service e investigatori del Senato.

Dal canto suo, Credit Suisse nega: «In seguito all'accordo del 2014 abbiamo continuato a cooperare con le autorità americane, e continuiamo a farlo».

Nel 2014, lo ricordiamo, CS aveva pagato 2,8 miliardi di dollari di sanzioni alle autorità Usa. È stata la banche svizzera “punita” in maniera più severa da parte di Washington, sia a causa dell'entità del patrimonio nascosto sia per la reticenza a collaborare alle indagini.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
CANTONE
12 ore
L'importanza della frutta e verdura ticinesi vista da... chi la mangia
Presentata “Ticino a te” la nuova campagna del Ccat perché «Siamo quello che mangiamo...»
SVIZZERA
19 ore
Il Ceo di Axpo avverte: «Rischio di carenza di elettricità in inverno»
Il fatto che metà del parco nucleare francese sia attualmente fuori servizio complica ulteriormente le cose
SVIZZERA
1 gior
Arranca il mercato delle auto, ma non di ibride ed elettriche
La crisi dell'auto? Colpa del Covid e della difficoltà a trovare chip. Multe agli automobilisti per 35,8 milioni.
SVIZZERA
1 gior
Gli svizzeri acquistano sempre di più sulle piattaforme online straniere
La Svizzera fa capolino anche nella top ten dei Paesi che più riescono a vendere all'estero
STATI UNITI
2 gior
I magazzini di Amazon rischiano di restare vuoti
Entro il 2024 l'e-commerce potrebbe esaurire tutte le sue possibili risorse lavorative americane
STATI UNITI
2 gior
Stop alla nicotina nelle sigarette
L'amministrazione Biden vuole ridurre la sostanza di modo che non crei più dipendenza e che quindi meno persone muoiano
SVIZZERA
3 gior
Ecco l'identikit della casa ideale per gli svizzeri
Sempre più giovani sognano di comprare un immobile, ma in pochi ci riescono a causa dei criteri di finanziamento
STATI UNITI
3 gior
Il figlio di Elon Musk cambia cognome per troncare qualsiasi legame
Stando a TMZ Xavier avrebbe anche avviato la procedura per cambiare genere
MONDO
3 gior
Tutti stregati dagli Nft: vero investimento o bolla?
Cosa si nasconde dietro la sigla che sta rivoluzionando il mercato delle aste
SVIZZERA
4 gior
L'inflazione rallenterà solo nel 2023
Il Centro di ricerca congiunturale del Politecnico di Zurigo prevede un forte aumento nel 2022 prima dell'atteso calo
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile