20min/Taddeo Cerletti
SVIZZERA
07.09.21 - 07:000
Aggiornamento : 08:18

I pagamenti con lo smartphone sono sempre più diffusi

Quando si tratta di fare un pagamento, l'80% degli svizzeri lo fa contactless. Nel 40% dei casi col dispositivo mobile

ZURIGO - Che sia Twint, Apple Pay o Samsung Pay, il cosiddetto mobile payment è sempre più diffuso. E nei prossimi anni potrebbe scalzare non soltanto il contante ma anche le carte di credito e di debito. «Lo smartphone è il portafoglio del futuro» afferma infatti Michael Kuhn, esperto di Comparis, sulla base dei risultati di un sondaggio rappresentativo del servizio di confronti.

I pagamenti contactless (tra cui quelli effettuati col proprio dispositivo mobile) hanno avuto la spinta decisiva dalla pandemia. E al momento si tratta di un metodo di pagamento che viene impiegato dall'80% degli svizzeri. Prima del coronavirus, lo usava il 60%.

Un successo, lo sottolinea ancora Comparis, determinato anche dal fatto che durante la pandemia il limite per i pagamenti senza contatto e senza l'inserimento del codice PIN è stato aumentato da 40 a 80 franchi. 

Per quanto riguarda i pagamenti con dispositivi mobili come smartphone e smartwatch, se prima della pandemia era appena il 13% degli intervistati a utilizzarli almeno una volta alla settimana, attualmente la percentuale è già circa del 40%.

Il telefono per piccoli importi - E il mobile payment è di gran lunga il preferito per i piccoli importi fino a 50 franchi Quando invece bisogna pagare prezzi leggermente più alti, tra i 50 e i 500 franchi, a dominare la classifica sono le carte di debito e di credito. Per importi superiori si ricorre maggiormente all’acquisto con fattura e all’acquisto a rate. Il contante è ormai stato spodestato in tutte le categorie.

Prima delle misure di contenimento del coronavirus, il 39% gli intervistati pagava ogni giorno con monete e banconote. Da allora, la percentuale è scesa ad appena il 28%. Paga cash almeno una volta a settimana invece il 78% dei partecipanti al sondaggio (prima del Covid: 86%). Rispetto all’anno Covid 2020, comunque, l’utilizzo settimanale del denaro contante è risalito di 4 punti percentuali.

Una Svizzera “cashless”? Conta la sicurezza dei dati - Il progressivo abbandono di monete e banconote si rispecchia anche nella domanda “Potrebbe immaginarsi una Svizzera senza contanti?”. Il 49% dei partecipanti al sondaggio si è dichiarato in parte o del tutto favorevole, ma solo a condizione che né lo Stato né soggetti terzi abbiano accesso ai dati. «La sicurezza dei dati, quindi, è anche il fattore chiave per vedere un domani una Svizzera senza contanti» conclude Kuhn. Il 55% degli intervistati, ad esempio, non riesce a immaginarsi una Svizzera “cashless” perché teme un’eccessiva sorveglianza sul traffico dei pagamenti.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
SVIZZERA
57 min
La crescita potrebbe rallentare nel 2022
Gli analisti della Seco presentano per la prima volta una stima per il 2023, con un ulteriore indebolimento
ITALIA
2 ore
«Abuso di potere»: Maxi-multa da oltre un miliardo per Amazon
Il gigante avrebbe favorito il proprio servizio di logistica, a scapito dei concorrenti
SVIZZERA
4 ore
Thomas A. Müller ai vertici di Raiffeisen
L'economista è stato eletto Presidente del CdA con il 76% dei voti
STATI UNITI
16 ore
Licenzia 900 dipendenti su Zoom, poi si scusa
«Ho fallito nel mostrare rispetto e apprezzamento per gli individui coinvolti», ha detto Vishal Garg
SVIZZERA
21 ore
Con il Covid non si viaggia più come prima
Sono mutate le destinazioni e anche il mezzo di trasporto preferito è cambiato
SVIZZERA
23 ore
Swisscom, il TF "congela" l'ampliamento della fibra ottica
I giudici vodesi hanno respinto la richiesta di sospensiva presentata dal colosso elvetico delle telecomunicazioni
SVIZZERA
1 gior
Aldi testa la consegna a domicilio
Per ora il servizio è disponibile solamente a Zurigo, ma è previsto l'ampliamento della copertura
Stati Uniti
1 gior
Salute mentale, Instagram introduce la funzione Take a Break
Un'analisi ha tuttavia dimostrato che la misura non è sufficiente
STATI UNITI
1 gior
La nuova compagnia social di Trump è già sotto indagine
Il Trump Media and Technology Group nell'occhio dell'ente che sorveglia la finanza. Il motivo? Pochissima chiarezza
ITALIA
1 gior
La grappa italiana va alla grande (anche all'estero)
È in particolare notevole l'aumento del commercio online, attività quasi triplicata
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile