deposit
SVIZZERA
20.07.21 - 08:520
Aggiornamento : 09:40

Esportazioni da record: in tre mesi oltre 60 miliardi

A fare da traino è stato di nuovo il settore chimico-farmaceutico. Cifra record pure per la bilancia commerciale.

BERNA - Nuovo record per le esportazioni svizzere, che nel secondo trimestre hanno superato per la prima volta i 60 miliardi di franchi sull'arco di tre mesi, grazie ancora una volta al traino del comparto chimico-farmaceutico. Si tratta del quarto aumento trimestrale consecutivo dopo il crollo dovuto allo scoppio della crisi del coronavirus.

In aprile, maggio e giugno l'export si è attestato a 60,5 miliardi di franchi, in progressione del 3,2% rispetto al periodo gennaio-marzo, mentre le importazioni hanno raggiunto 48,9 miliardi, in aumento del 3,8%, emerge dai dati pubblicati oggi dall'Amministrazione federale delle dogane (AFD). Le variazioni indicate sono nominali: in termini reali (cioè corrette dell'effetto dei prezzi) i rispettivi incrementi sono stati di +1,0% e +1,2%. La bilancia commerciale si chiude così con un'eccedenza 11,5 miliardi di franchi, una cifra mai registrata prima.

Nel confronto con il primo trimestre i vari settori d'esportazione hanno mostrato andamenti non univoci. Quello di gran lunga più importante, la chimica-farmaceutica, segna (a livello nominale) +4,7% (a 31,6 miliardi di franchi), con 527 milioni in più (a 11,0 miliardi) per i soli prodotti immunologici; seguono le macchine e l'elettronica, in lieve flessione (-0,9% a 7,7 miliardi), sale l'orologeria (+1,9% a 5,4 miliardi) e presentano evoluzioni positive pure gli strumenti di precisione (+3,1% a 4,3 miliardi), i metalli (+5,7% a 3,7 miliardi) e le derrate alimentari (+2,0% a 2,3 miliardi).

A livello regionale, il continente più importante per i prodotti con il marchio della balestra rimane l'Europa (+5,6% a 34,7 miliardi), con il principale paese di sbocco dell'export, la Germania (+3,6% a 11,3 miliardi), un po' sotto la media. In flessione sono invece Asia (-1,7% a 13,2 miliardi), con la Cina in netto arretramento (-14,0% a 3,7 miliardi), e il Nordamerica (-0,6% a 12,0 miliardi).

Anche sul fronte delle importazioni il settore più importante è rappresentato dalla chimica-farmaceutica (+5,1% a 13,4 miliardi), seguito da macchine ed elettronica (+1,3% a 8,2 miliardi) nonché dai veicoli (-1,6% a 4,4 miliardi). Riguardo alle regioni, al primo posto si trova l'Europa (+3,8% a 34,5 miliardi), seguita da Asia (+4,6% a 10,4 miliardi) e Nordamerica (+15,2% a 3,2 miliardi).

Di rilevanza assai minore per il commercio estero elvetico sono gli altri tre continenti, vale a dire America Latina (1,6 miliardi le esportazioni, 636 milioni le importazioni), Africa (805 e 468 milioni) e Oceania (607 e 73 milioni), ma possono essere citati per offrire il quadro completo.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
EMIRATI ARABI UNITI
2 ore
Il weekend sarà sabato e domenica anche negli Emirati
Il Governo ha annunciato l'introduzione di una nuova settimana lavorativa, di 4,5 giorni
CANTONE / SVIZZERA
4 ore
Disoccupazione stabile in Svizzera, lievemente su in Ticino
Secondo l'ultimo rapporto della Seco continuano a calare i disoccupati, dopo il boom del 2020
Stati Uniti
7 ore
È in vendita la primissima voce di Wikipedia sotto forma di NFT
Con lei, il fondatore dell'enciclopedia online hanno messo all'asta l'Imac strawberry con cui lavorava all'epoca
STATI UNITI
20 ore
Il weekend nero del Bitcoin
La valuta digitale ha visto il suo valore amputato di 13'000 dollari in due giorni (e non è la sola)
UNIONE EUROPEA
1 gior
Un nuovo look per l'Euro entro il 2024
Le banconote attuali hanno ormai un ventennio e la Bce sta pensando a un nuovo look: «Sono qui per restare»
SVIZZERA
1 gior
CdA di UBS: giunge al termine la Presidenza di Lukas Gähwiler
Cambio ai vertici della Banca: il dirigente ed ex Ceo sarà rimpiazzato da Markus Ronner
CANADA
1 gior
Manca personale: test Covid per impiegare i non vaccinati
Più difficile del previsto, nel mercato del lavoro canadese, l'attuazione della stringente politica governativa
MONDO
1 gior
Materie prime: raffreddamento nel 2022?
Una corrente minoritaria pensa, invece, che il rialzo sia ormai diventato strutturale
STATI UNITI
2 gior
Manca il formaggio cremoso, venditori di bagel in crisi
La domanda è aumentata anche grazie all'home office, che costringe molte persone a fare colazione a casa
STATI UNITI
2 gior
Effetto Omicron sul Pil degli Stati Uniti
Goldman Sachs ha ridotto le sue stime a 3,8% contro il precedente 4,2%: «Impatto modesto»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile