Depositphotos (moreno.soppelsa)
Le imprese svizzere del settore della carta e del cartone hanno prodotto e venduto nel 2020 più articoli rispetto all'anno precedente.
SVIZZERA
28.06.21 - 16:380

Più carta e cartone prodotti (e venduti) nel 2020

Le imprese svizzere del settore non sono state colpite in maniera omogenea dalla pandemia

ZURIGO - Nonostante la pandemia di Covid-19, le imprese svizzere del settore della carta e del cartone hanno prodotto e venduto nel 2020 più articoli rispetto all'anno precedente, sebbene siano state colpite in maniera differenziata dalla crisi.

Per i fabbricanti di carta igienica e d'imballaggi è andata meglio grazie a un aumento della domanda, mentre i produttori di carta da giornale e grafica hanno subito un calo della loro produzione, ha indicato l'associazione di categoria (SPKF).

Le società affiliate hanno prodotto complessivamente 1,39 milioni di tonnellate di carta e cartone durante l'anno in rassegna, contro 1,17 milioni dodici mesi prima, per un giro d'affari in crescita del 14,1% a 1,54 miliardi di franchi.

SPKF ha sottolineato che all'inizio della pandemia la carta igienica è stata molto richiesta, generando un aumento delle vendite presso Cartaseta e Kimberly-Clark. Anche la società Model, specializzata nella produzione d'imballaggi, ha potuto beneficiare del buon andamento delle vendite online.

In altri settori, invece, come quelli della produzione dei giornali cartacei e di articoli grafici, le imprese hanno dovuto ricorrere al lavoro ridotto a causa del calo della domanda, essendo i volumi diminuiti rispettivamente del 16,6% e del 12,2%.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
REGNO UNITO
20 ore
Dal Principe William un milione di sterline alla Costa Rica, ma non solo
Il Paese centroamericano è tra i vincitori dei riconoscimenti "Earthshot", creati dal Duca di Cambridge
MONDO
1 gior
Il bilancio ambientale della carne “in vitro”
Per la produzione è necessaria molta energia. La sostenibilità dipende allora dalla provenienza dell'elettricità
STATI UNITI
1 gior
A Hollywood si è evitato lo sciopero
L'industria del cinema rischiava lo stop a causa del contratto con i tecnici che ogni giorno lavorano a film e serie
VAUD
1 gior
Roche chiude i rubinetti della beneficenza
La famiglia Hoffmann si ritira dalla filantropia "tradizionale". «È sbagliata»
SVIZZERA
1 gior
«La Svizzera non deve temere carenze di approvvigionamento»
Secondo il presidente di Galliker Transport, nel nostro paese la situazione è migliore rispetto al resto d'Europa
GERMANIA
2 gior
«L'Europa è particolarmente esposta ai cambiamenti»
Lo ha detto Christine Lagarde, presidente della Bce, nell'ambito della conferenza "La globalizzazione dopo la pandemia"
MONDO
2 gior
La corsa dei Bitcoin non si arresta
La criptovaluta è salita a oltre 62'000 dollari
SVIZZERA
3 gior
Al lavoro sul curriculum? La novità dagli USA: le "mad skills"
Si tratta di competenze atipiche e curiose, come attività artistiche o sport estremi
Regno Unito
3 gior
Banksy: 25 milioni per l'opera che si è distrutta all'ultima asta
Si tratta della nota "Girl With Balloon", la cui metà inferiore è rimasta "triturata" nel 2018
MONDO
3 gior
Scatto del bitcoin, si riporta a quasi 60'000 dollari
La criptovaluta gode del vento in poppa dell'atteso via libera, negli Stati Uniti, del suo primo ETF sui futures
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile