Deposit
SVIZZERA
21.06.21 - 15:300

Alle stelle i prezzi delle auto usate

Visto il rallentamento delle auto nuove (causa mancanza di chip) la domanda si è spostata sull'usato

Anche coloro che offrono quattro ruote a noleggio si fregano le mani.

ZURIGO - La pandemia di coronavirus ha avuto un impatto notevole sul mercato svizzero delle auto usate, la cui la domanda è aumentata notevolmente. 

Dal momento che la carenza di componenti elettronici, in particolare di semiconduttori, ha colpito le fabbriche dei produttori di automobili con lunghi periodi di attesa per veicoli nuovi, sempre più potenziali acquirenti si sono rivolti al mercato dell'usato. Questa domanda sta avendo un impatto sia sull'offerta, che si sta assottigliando, sia sui prezzi, che stanno aumentando.

Dall'inizio della pandemia di coronavirus, i prezzi delle auto di seconda mano recenti sono aumentati di percentuali a due cifre in un anno, secondo le cifre dello specialista del settore Eurotax.

Dallo scorso marzo, sono aumentati di un ulteriore 2-3%, ha confermato all'agenzia finanziaria AWP Tobias Fässler, portavoce di Scout24, che comprende AutoScout24, una delle più grandi piattaforme di vendita di veicoli in Svizzera.

Nessun cambiamento di tendenza in vista

«La tendenza dovrebbe ancora proseguire per qualche tempo», ha aggiunto Fässler. Sono soprattutto i veicoli che hanno meno di quattro anni e pochi chilometri che vedono salire i loro prezzi.

Poiché la capacità di produzione non dovrebbe tornare ai livelli pre-crisi nei prossimi mesi, Fässler non si aspetta alcuna correzione dei prezzi a medio termine. Tanto più che anche l'offerta continua a diminuire. «Questa mancanza di auto nuove disponibili influenza direttamente il numero di annunci», ha detto. Attualmente, 150'000 auto - nuove e usate - sono in vendita sulla piattaforma, rispetto a 157'500 sei mesi fa e 160'000 un anno fa.

Della scarsità dell'offerta e dell'aumento dei prezzi traggono profitto i fornitori di abbonamenti di veicoli. Presso la società Carvolution per esempio gli affari sono aumentati in modo significativo: «Registriamo una elevata percentuale di nuovi abbonati che, in caso di dubbio, sono più propensi a optare per una soluzione flessibile», ha detto ad AWP Léa Miggiano, cofondatrice dell'impresa basilese. Invece di aspettare a lungo per un'auto nuova o cercare un'auto usata a buon mercato, la gente preferisce una disponibilità rapida.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
FRANCIA
18 ore
Kering: stop all'uso di pellicce animali
Nessuna casa di moda del gruppo francese lavorerà più con questo materiale
REGNO UNITO
21 ore
Code ai distributori, per i timori di una carenza di benzina
Le rassicurazioni del Governo britannico non stanno avendo l'effetto sperato
CINA
1 gior
«Tutte le transazioni in criptovaluta sono illegali»
Lo ha comunicato la Banca centrale cinese, ribadendo il proprio pugno duro contro le cripto
CINA
1 gior
Scadenza mancata, Evergrande verso il default
Non ha avuto luogo un pagamento di 83,5 milioni in scadenza ieri, la situazione si fa sempre più cupa
SVIZZERA
1 gior
Sunrise-UPC verso un marchio unico
Lo ha affermato il CEO dell'azienda nata dalla fusione tra Sunrise e UPC, André Krause
SVIZZERA
1 gior
Cinque aziende famigliari svizzere nella Top 100 globale
Quella che occupa la posizione più alta è Roche, al 16esimo posto
UNIONE EUROPEA
1 gior
La mossa europea: un caricatore unico per tutti i dispositivi
Oltre al caricabatterie comune, «non vanno più venduti» nuovi cavi per ogni dispositivo acquistato
STATI UNITI
2 gior
Porti californiani invasi dalle merci
Dopo un drastico cale delle importazioni, il mercato è ripartito alla grande
SVIZZERA
2 gior
Con un nuovo lockdown «sparirebbe una piccola impresa su cinque»
Per il 19% degli imprenditori un nuovo confinamento significherebbe quasi sicuramente la chiusura definitiva
STATI UNITI
2 gior
Facebook e quella multa «strapagata» per salvare Zuckerberg
L'accordo avrebbe impedito di nominare il Ceo nella denuncia legata al caso Cambridge Analytica
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile