Archivio Keystone
Foto illustrativa.
SVIZZERA
18.06.21 - 11:300

Caffè, il prezzo potrebbe presto salire

A pesare, i raccolti scarsi e l'aumento della domanda. Ma i distributori non si sbilanciano

«Potrebbe esserci un aumento dei prezzi all'orizzonte per i clienti finali» spiega un'analista di Raiffeisen

ZURIGO - A causa dell'aumento della domanda e di raccolti scarsi, i produttori di caffè devono scavare più a fondo nei propri portafogli per assicurarsi la materia prima. Finora, nel commercio al dettaglio svizzero ciò non ha avuto ripercussioni per i clienti, ma conseguenze a livello di prezzi nei supermercati non sono da escludere.

Oltreconfine, il leader del mercato tedesco Tchibo vende già ora la sua confezione da 500 grammi della varietà "Feine Milde" a 5,69 euro, invece dei precedenti 4,99 euro. Anche altri prodotti diventeranno più cari: l'aumento sarà compreso fra 50 centesimi e un euro. La ragione ufficiale fornita è proprio la crescita dei costi delle materie prime.

Secondo un sondaggio condotto dall'agenzia finanziaria AWP, la situazione non è molto diversa in Svizzera. «Siamo consapevoli dell'incremento dei prezzi del caffè, influenzato da quello di acquisto delle materie prime», afferma una portavoce della filiale elvetica di Aldi. Tuttavia, imitando il profilo basso tenuto dai supermercati tedeschi sul tema, la multinazionale italiana attiva nella grande distribuzione non intende riversare questo aumento sui clienti.

La stessa linea è seguita da Lidl, Coop e Migros. Quest'ultima conferma come il contesto dei prezzi delle materie prime sia parecchio teso. Non è quindi possibile scartare del tutto l'idea che, in futuro, anche chi metterà del caffè nel proprio carrello vedrà lo scontrino alla cassa gonfiarsi.

«Un incremento di quasi il 20% è ovviamente un notevole incentivo», dichiara all'AWP Jeffrey Hochegger, stratega degli investimenti presso Raiffeisen, a proposito dei costi delle materie prime. «Ecco perché potrebbe esserci un aumento dei prezzi all'orizzonte per i clienti finali». D'altronde, fa notare l'esperto, i dettaglianti hanno pure trasferito sui consumatori il calo delle tariffe legate al caffè negli ultimi anni.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
STATI UNITI
35 min
Rihanna è la più ricca musicista del mondo (ma la musica c'entra ben poco)
Forbes ha quantificato il suo patrimonio in 1,7 miliardi di dollari, grazie ad attività inizialmente collaterali
EUROPA
3 ore
Smartphone, Xiaomi toglie il trono a Samsung
Il nuovo leader del mercato europeo degli smartphone è il colosso cinese Xiaomi
SVIZZERA
7 ore
La Delta non fa paura all'economia elvetica
È quanto sostiene il Centro di ricerca KOF, del Politecnico di Zurigo
STATI UNITI
10 ore
Amazon investe nella "seconda vita" delle merci
Il colosso ha presentato due programmi di logistica destinati a piccoli e medi rivenditori
ITALIA
13 ore
Stellantis punta forte sull'elettrico
Tra il 2024 e il 2027 DS, Lancia e Alfa Romeo abbracceranno questo comparto
AUSTRALIA
23 ore
«Congedo non pagato» per 2'500 dipendenti di Qantas
Gli impiegati dovranno stare due mesi a casa. Il motivo? Le chiusure per contenere la diffusione del Covid
STATI UNITI
1 gior
Sindacato in casa Amazon, si potrebbe votare di nuovo
La scoperta di un funzionario federale: le elezioni sono state "contaminate" da tattiche anti-sindacali
SVIZZERA
1 gior
Il franco svizzero si rafforza a causa della variante Delta (ma non solo)
Oggi si è toccato il corso minimo dal novembre 2020
SVIZZERA
1 gior
Ritorno della produzione industriale in Svizzera? Per ora più parole che fatti
Il costo dei trasporti e la guerra dei dazi potrebbero cambiare le carte in tavola nel prossimo futuro
SVIZZERA
1 gior
La crisi dei semiconduttori frena le vendite di auto nuove
È il peggior mese di luglio del nuovo millennio, secondo Auto-Svizzera
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile