Keystone
GRIGIONI
08.04.21 - 10:070

La pandemia graffia Repower, ma c'è fiducia

In ogni caso, nel 2020 l'azienda ha investito molto, acquistando altri dodici impianti fotovoltaici

Tra questi, il più grande impianto dell'Engadina a S-chanf

POSCHIAVO - La società elettrica poschiavina Repower ha chiuso l'esercizio 2020 con un calo dei ricavi dell'11% a 1,72 miliardi di franchi. L'utile netto è sceso del 18% a 41 milioni. Ciononostante gli azionisti beneficeranno di un dividendo in rialzo di 50 centesimi a 3 franchi.

La diminuzione del fatturato è principalmente una conseguenza del calo della domanda da parte delle piccole e medie imprese in Italia durante la prima ondata della pandemia di coronavirus, spiega il gruppo in un comunicato diramato oggi.

Il risultato operativo EBIT è salito del 18% a 77 milioni di franchi. La flessione dell'utile netto è dovuta principalmente a perdite fiscali portate a nuovo che sono state fatte valere negli anni precedenti e che ora sono state esaurite. L'anno scorso la produzione propria complessiva (compresa l'energia da partecipazioni) si è attestata a 2,95 miliardi di chilowattora (-14%).

Repower afferma che le conseguenze negative dell'epidemia sull'andamento dell'esercizio si sono mantenute entro limiti accettabili. Le perdite di fatturato e margine sono state controbilanciate in particolare dalla forte domanda di energia di bilanciamento sul mercato italiano.

Sul fronte degli investimenti viene sottolineato che Repower Renewable ha ampliato notevolmente il suo portafoglio nel 2020. L'azienda, che sviluppa e gestisce impianti di produzione di energia rinnovabile in Italia, ha acquisito altri dodici impianti fotovoltaici per una potenza totale di 14,3 megawatt.

Repower ha inoltre messo in servizio in novembre il più grande impianto fotovoltaico dell'Engadina (1,1 megawatt) a S-chanf. Inoltre l'estate scorsa è stato dato il via in Valposchiavo al più grande investimento di ammodernamento nella storia dell'azienda: la centrale idroelettrica di Robbia sarà completamente rinnovata entro il 2023. Gli investimenti previsti ammontano a circa 125 milioni di franchi. È stata pure rinnovata la centrale di Madulain per complessivi 2,3 milioni di franchi.

In qualità di principale gestore di rete nei Grigioni, Repower ha inoltre investito l'anno scorso circa 27 milioni di franchi nella sua rete elettrica e nella sicurezza dell'approvvigionamento del Cantone.

Per il 2021 Repower attende una ripresa della situazione economica in Svizzera e in Italia. Soprattutto l'attività di vendita nella Penisola dovrebbe beneficiare di questa crescita.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
SVIZZERA
16 ore
L'agricoltura svizzera? Più resistente alla crisi e sostenibile
L’Ufficio federale dell’agricoltura dà conto dell'espansione del biologico e di un aumento degli acquisti consapevoli
SVIZZERA
1 gior
SIX pensa a trasferire alcune attività all'estero
Via anche la sede principale e la direzione? «È fuori questione»
SVIZZERA
1 gior
Per molte aziende svizzere il 2022 potrebbe essere l'anno del fallimento
Lo sostiene uno studio di A&M che parla di una «bancarotta ritardata da Covid» diffusa a livello nazionale. Ecco perché
ITALIA
1 gior
L'Italia dichiara guerra alle etichette Nutriscore, interviene anche l'Antitrust
Ben l'85% dei prodotti Made in Italy verrebbe bocciato dal sistema di etichettatura che molti paesi stanno già usando.
SVIZZERA
1 gior
La domanda di personale è in forte aumento
Mancano però ingegneri, tecnici, informatici e operatori della sanità, secondo Adecco Svizzera
Cina
2 gior
Le navi mercantili cinesi sono scomparse dai radar
Una nuova legge entrata in vigore il primo novembre potrebbe essere la causa della mancanza d'informazioni
STATI UNITI
2 gior
L'usato di Michael Jordan vale sempre come l'oro
Un paio di "Nike Jordan XIII" saranno battute all'asta da Christie's. Valore stimato? Tra 300mila e 500mila dollari.
SVIZZERA
2 gior
Che sprint per il settore della costruzione
Il fatturato del terzo trimestre è il più elevato degli ultimi tre decenni, ma la SSIC mette in guardia
GIAPPONE
2 gior
Giappone, budget miliardario per i semiconduttori
Le anticipazioni di Nikkei parlano di uno stanziamento pari a 4,87 miliardi di franchi per rilanciare i settori chiave
SONDAGGIO
SVIZZERA
3 gior
Ecco cosa ci aspetta per il Black Friday
A causa dei problemi di fornitura, i rivenditori hanno dovuto adattare le offerte
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile