Keystone
SVIZZERA
24.03.21 - 11:000

Guadagnare (tanto) rivendendo i Lego

Galaxus ha analizzato la rivendita sul proprio sito: alcuni set vengono acquistati con un aumento del prezzo del 250%

ZURIGO - I Lego sono solo un passatempo per i bambini? Se la pensate così, dovreste ricredervi. Sono infatti molti gli appassionati che da anni hanno superato l'età scolare e continuano a giocare, ma soprattutto collezionare, i mattoncini colorati. È stato creato anche un acronimo dedicato a loro: AFOL, che sta per "Adult Fan of Lego". Alcuni di loro sono disposti a pagare un prezzo molto più alto di quello originale per un modello speciale. Infatti le cifre per alcuni rari mattoncini non più prodotti, o per alcuni set ancora con gli imballaggi originali, possono raggiungere anche le migliaia di franchi. 

Digitec Galaxus, che dal 2017 offre sul proprio sito la possibilità di rivendere i prodotti acquistati sullo stesso sito, ha analizzato il fenomeno. 

Grandi profitti con la rivendita - Grazie alla rivendita, immediata o distanza anche di mesi (o anni), i venditori privati possono guadagnare anche parecchio. Per esempio, il set chiamato "Claas Xerion 5000 Trac VC" è andato recentemente a un nuovo proprietario per 430 franchi, con un aumento di valore del 244% rispetto all'ultimo prezzo di vendita su Galaxus. Anche il modello Star Wars "Imperial Star Destroyer" ha ricavato un profitto di quasi il 200%.  

Non tutte le rivendite generano tali profitti: in media i set Lego su Galaxus vanno gli acquirenti di seconda mano con un aumento del prezzo di vendita del 21% (sono circa 250 le vendite analizzate). Un guadagno comunque non indifferente.

Il requisito principale per un alto valore di rivendita è che la confezione del set sia integra e sigillata. Questo è il caso del 79% dei set venduti. Per il resto, almeno le istruzioni erano di solito incluse, e spesso anche la scatola originale. In confronto, solo uno su dieci annunci di rivendita su Galaxus è ancora nella confezione originale sigillata.

Non tutti i Lego sono uguali - Non tutti i mattoncini hanno lo stesso valore sul mercato dell'usato: anche il tema incide parecchio sul prezzo. Secondo l'analisi effettuata su Galaxus, ad attirare maggiormente i compratori sono i Lego Technic, che ottengono un rendimento medio dell'87%. Molto popolari tra gli AFOL sono anche i set Lego Creator, dalla raccomandazione di età di 16+ o 18+. Sono rivenduti in media il 56% più cari. Particolarmente esclusivi sono i set Creator della serie «Modular Buildings», che formano un isolato di città quando vengono attaccati. Il primo edificio della serie, chiamato «Cafe Angolo», è attualmente in vendita su Internet per circa 2000 franchi. Quando il set è uscito nel 2007, il prezzo di vendita consigliato era di 149.90 franchi. Anche nella top 10 dei set Lego con i migliori rendimenti nel mercato dell'usato Galaxus, ci sono quattro set con licenze di Star Wars. In media, tuttavia, i set di Star Wars sono stati rivenduti solo con un rendimento del 24%. 

Cosa dice uno studio - Nel loro studio «Lego – The Toy of Smart Investors», le due economiste Victoria Dobrynskaya e Julia Kishilova della Higher School of Economics di Mosca hanno analizzato gli aumenti di valore dei set Lego. Sono giunte alla conclusione che soprattutto i set più piccoli, con un massimo di 340 pezzi, hanno un rendimento elevato: in media, l'aumento annuale del valore tra il 1987 e il 2015 è stato del 22%. Per i set più grandi con più di 1200 pezzi, il rendimento era ancora del 12%.

Una scommessa sicura? Ni - Quindi i set Lego sono una scommessa sicura per gli investitori con abbastanza spazio di stoccaggio? Purtroppo non sempre, perché anche Lego ha riconosciuto il potenziale delle copie rare e lancia ancora e ancora nuove edizioni leggermente modificate di vecchi classici. Per esempio, il "Millennium Falcon" di Star Wars. Il valore dell'astronave è poi precipitato alla velocità della luce.

TOP NEWS Economia
SVIZZERA
2 ore
IKEA richiama due linee di piatti, ciotole e tazze
I prodotti sarebbero a rischio di rottura e potrebbero provocare bruciature.
SVIZZERA / INDIA
3 ore
Credit Suisse assume altri mille informatici in India
L'obiettivo è «sfruttare il grande bacino di talenti tecnologici qualificati» disponibili in quel Paese.
STATI UNITI
6 ore
Amazon vuole comprarsi la Metro-Goldwyn-Mayer
La leggendaria casa di produzione detiene un catalogo di film iconici.
SINGAPORE / SVIZZERA
22 ore
Niente WEF nel 2021, nemmeno a Singapore
Il prossimo incontro annuale è previsto nella prima parte del 2022
STATI UNITI
1 gior
C'è un nuovo colosso dello streaming
La fusione di WarnerMedia e Discovery è una sfida a Netflix e Disney
SVIZZERA
1 gior
«Siate solidali, siamo a un punto drammatico»
L'appello ai clienti arriva dalla Centrale svizzera dei costruttori di finestre e facciate (CSFF)
IRLANDA
1 gior
Perdita da 815 milioni di euro per Ryanair
La compagnia aerea, dopo i 12 mesi «più impegnativi» della sua storia, confida «in un rimbalzo»
STATI UNITI
1 gior
«Tesla non ha venduto alcun Bitcoin»
Una risposta di Musk su Twitter ha fatto scendere le quotazioni della criptovaluta, ma poi è arrivata la precisazione
EMIRATI ARABI UNITI
1 gior
«Il Pass Covid è inevitabile per tornare a viaggiare»
Lo sostiene Paul Griffiths, a capo dell'aeroporto di Dubai: «Non ci sono alternative»
GERMANIA
1 gior
Aviazione in crisi, e i piloti passano dal cielo alle rotaie
Le ferrovie federali tedesche hanno assunto recentemente 280 professionisti dell'aviazione
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile