keystone-sda.ch (SALVATORE DI NOLFI)
SVIZZERA
06.02.21 - 16:050
Aggiornamento : 18:08

Effetto Covid, Swiss rescinde il contratto collettivo con i piloti

L'accordo, siglato nel 2018, continuerà a valere per altri 13 mesi

La compagnia aerea si è giustificata parlando di «concessioni insufficienti» da parte dei piloti.

ZURIGO - La compagnia aerea Swiss disdice il contratto collettivo di lavoro (CCL) con i suoi piloti. Ieri ha anche interrotto i negoziati sulle modalità per affrontare la crisi del Covid-19, che duravano da mesi, indica oggi l'associazione dei piloti Aeropers.

Il CCL, in vigore dal 2018, continuerà a valere per altri tredici mesi. I piloti hanno mostrato comprensione per la difficile situazione nel settore dell'aviazione. Tuttavia, è proprio per questo che sono necessarie soluzioni trovate in comune, si legge in una nota.

Per Aeropers, la rottura dei negoziati e la disdetta del CCL rappresentano «il livello più basso e triste nel partenariato sociale e un segnale preoccupante da parte della società verso i piloti».

Sotto l'attuale CCL, Swiss ha generato i più grandi profitti nella storia della società, aggiunge il sindacato dei piloti. Nei negoziati su come affrontare la crisi del coronavirus, Aeropers aveva dichiarato la sua disponibilità a prendere misure immediate a favore della compagnia aerea.

Nello scorso mese di maggio, nonostante grandi sacrifici, un accordo sul lavoro a orario ridotto è stato accettato dalla stragrande maggioranza dei membri di Aeropers. Nei negoziati su un nuovo pacchetto temporaneo di misure lanciato a settembre, l'associazione aveva proposto tagli fino al 20% di salario. In totale, questo avrebbe permesso un risparmio di 130 milioni di franchi per il personale di bordo, si legge nella nota.

Ora la compagnia aerea ha persino rifiutato di ricorrere a un mediatore. Aeropers sottolinea che Swiss, negli accordi con la Confederazione in merito ai prestiti nell'ambito della crisi del Covid-19, si è impegnata a trovare soluzioni conformi al partenariato sociale. Berna ha concesso un prestito di 1,5 miliardi di franchi per Swiss e la sua consorella Edelweiss. Con quest'ultima un CCL è stato raggiunto in gennaio.

Per quanto riguarda il prestito ottenuto dalla Confederazione, Swiss ribatte che la decisione di scindere il CCL non viola le condizioni stabilite. «Swiss è libera di interrompere il contratto collettivo di lavoro» si legge in una nota della compagnia, spiegando che nel contesto del credito la compagni a«si è impegnata a cercare soluzioni socialmente accettabili di fronte a inevitabili riduzioni del personale».

«Concessioni insufficienti da parte dei piloti»
In un comunicato, pure diramato oggi, Swiss ha giustificato la sua mossa dicendo che l'associazione dei piloti non ha fatto sufficienti concessioni. Assicura di essere impegnata nel partenariato sociale e offre di negoziare un nuovo CCL.

Come il resto dell'aviazione civile, Swiss è stata colpita duramente dalla pandemia. La perdita operativa nei primi nove mesi del 2020 ammonta a più di 400 milioni di franchi, secondo la società. Nello stesso periodo, il traffico passeggeri è diminuito del 70%. L'azienda indica inoltre di voler rimborsare il prestito della Confederazione il più presto possibile.

Tutto ciò rende necessari tagli in tutti i dipartimenti, si legge nella nota. A tal fine sono stati conclusi accordi di crisi pluriennali con il personale di cabina e di terra.

La compagnia aerea ha iniziato i negoziati con Aeropers nello scorso agosto. A causa del numero ridotto di voli, nei prossimi anni ci sarà una grande eccedenza di piloti. L'obiettivo nei negoziati era di raggiungere un CCL che tenesse conto della crisi e che fosse sostenibile per il futuro, poiché il contratto in vigore dal 2018 in questo senso è insoddisfacente. Aeropers ha invece voluto negoziare solo misure temporanee di crisi.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
SVIZZERA
10 ore
Al lavoro sul curriculum? La novità dagli USA: le "mad skills"
Si tratta di competenze atipiche e curiose, come attività artistiche o sport estremi
Regno Unito
12 ore
Banksy: 25 milioni per l'opera che si è distrutta all'ultima asta
Si tratta della nota "Girl With Balloon", la cui metà inferiore è rimasta "triturata" nel 2018
MONDO
15 ore
Scatto del bitcoin, si riporta a quasi 60'000 dollari
La criptovaluta gode del vento in poppa dell'atteso via libera, negli Stati Uniti, del suo primo ETF sui futures
ITALIA
17 ore
Alitalia: ieri sera l'ultimo volo
La storia della compagnia aerea si è conclusa giovedì sera nella capitale, con l'arrivo dell'ultimo aereo alle 23.22
FOTO
INDONESIA
19 ore
L'isola di Bali si apre ai turisti, ma per ora non ce n'è neanche uno
L'isola era rimasta in lockdown da aprile, nei prossimi giorni non sono ancora previsti voli internazionali
CINA
1 gior
Microsoft ha chiuso LinkedIn in Cina
Quello che resterà sarà una bacheca digitale, senza funzioni social. La decisione arriva dopo pressioni governative
SPAGNA
1 gior
Bolletta della luce: un aumento del 44% in un anno
Il Governo spagnolo sta intanto valutando le possibili misure per limitare l’impatto del rincaro dell'energia
SVIZZERA
1 gior
Gli orologi svizzeri, guidati dalla Cina e dai giovani
I brand stanno valutando le loro strategie sulla base della sensibilità ambientale delle nuove generazioni...
MONDO
2 gior
Cominceranno anche da noi a mancare le cose?
La crisi globale dell'approvvigionamento per ora non ci riguarda ma c'è chi sostiene che presto potrebbe peggiorare
Scozia
2 gior
Siamo nel pieno del secondo maggior aumento annuo di Co2 della storia
L'International energy agency lancia un avviso prima della Cop26, «serve vera determinazione»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile