Keystone
ZURIGO
11.12.20 - 10:470

Il 2021 annata buona in Borsa, ma non per la Svizzera

Secondo l'esperto il dinamismo a livello di mercato borsistico in Svizzera sarà minore

ZURIGO - Sulla scia della ripresa dalla crisi del coronavirus il 2021 sarà un buon anno per tutte le borse mondiali, anche se in Svizzera il dinamismo sarà inferiore ad altrove. Lo sostiene Anastassios Frangulidis, capostratega presso Pictet, che smorza anche le speranze su un imminente rally di Natale: è già avvenuto, afferma.

"Abbiamo più che una speranza che il vaccino funzioni", afferma lo specialista in un'intervista pubblicata oggi dal portale Cash.ch. "I risultati presentati sono migliori di quanto ci aspettassimo: la questione ora è di sapere quanto velocemente si andrà avanti".

Secondo Frangulidis comunque entro l'estate una parte significativa della popolazione dovrebbe essere vaccinata: questo sarà accompagnato da una certa normalizzazione della vita sociale e dall'allentamento delle misure restrittive esistenti. Queste sono buone notizie per la congiuntura mondiale: "ci aspettiamo una crescita globale del 5,6%".

I mercati hanno comunque già inglobato nei corsi l'autorizzazione dei vaccini. "Ciò significa che il rally di Natale" - l'aumento del valore delle azioni che si registra spesso a fine anno - "non si è svolto a dicembre, ma in novembre. Il mercato azionario statunitense, in particolare, è attualmente leggermente sopravvalutato e deve consolidarsi".

Dopo questa fase, le piazze finanziarie torneranno però a puntare verso l'alto. "È probabile che tutti i principali mercati registrino dei guadagni nel 2021", osserva l'esperto. Già ora comunque la borsa di Zurigo approfitta meno di altre della ripresa. "Il carattere difensivo del mercato azionario svizzero svolge certamente un ruolo importante". In compenso esso si è mostrato più stabile di altri, al momento della crisi.

"Credo che l'anno prossimo il mercato elvetico registrerà una performance inferiore alla media", prosegue Frangulidis. Questo vale per le grandi imprese svizzere che compongono l'indice SMI: la situazione è invece diversa per le aziende di piccole e medie dimensioni, che beneficeranno maggiormente della prevista ripresa economica europea e globale.

"Se il quadro ipotizzato di una crescita globale di oltre il 5% si avvererà, ne beneficeranno l'Europa, i mercati emergenti e probabilmente anche il Giappone, con i suoi titoli ciclici nel settore industriale. Il mercato azionario svizzero ha perso un po' della sua attrattiva rispetto a questi mercati".

All'investitore privato che vuole operare all'estero il dirigente di Pictet sconsiglia comunque i singoli titoli. "Si dovrebbe diversificare. Con un ETF su indici azionari, un investitore partecipa alla performance del rispettivo indice. In alternativa, tuttavia, sono possibili anche fondi a tema o settoriali. Se sono ben gestiti, di solito offrono un'ottima performance".
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
SVIZZERA
20 ore
L'agricoltura svizzera? Più resistente alla crisi e sostenibile
L’Ufficio federale dell’agricoltura dà conto dell'espansione del biologico e di un aumento degli acquisti consapevoli
SVIZZERA
1 gior
SIX pensa a trasferire alcune attività all'estero
Via anche la sede principale e la direzione? «È fuori questione»
SVIZZERA
1 gior
Per molte aziende svizzere il 2022 potrebbe essere l'anno del fallimento
Lo sostiene uno studio di A&M che parla di una «bancarotta ritardata da Covid» diffusa a livello nazionale. Ecco perché
ITALIA
1 gior
L'Italia dichiara guerra alle etichette Nutriscore, interviene anche l'Antitrust
Ben l'85% dei prodotti Made in Italy verrebbe bocciato dal sistema di etichettatura che molti paesi stanno già usando.
SVIZZERA
1 gior
La domanda di personale è in forte aumento
Mancano però ingegneri, tecnici, informatici e operatori della sanità, secondo Adecco Svizzera
Cina
2 gior
Le navi mercantili cinesi sono scomparse dai radar
Una nuova legge entrata in vigore il primo novembre potrebbe essere la causa della mancanza d'informazioni
STATI UNITI
2 gior
L'usato di Michael Jordan vale sempre come l'oro
Un paio di "Nike Jordan XIII" saranno battute all'asta da Christie's. Valore stimato? Tra 300mila e 500mila dollari.
SVIZZERA
2 gior
Che sprint per il settore della costruzione
Il fatturato del terzo trimestre è il più elevato degli ultimi tre decenni, ma la SSIC mette in guardia
GIAPPONE
2 gior
Giappone, budget miliardario per i semiconduttori
Le anticipazioni di Nikkei parlano di uno stanziamento pari a 4,87 miliardi di franchi per rilanciare i settori chiave
SONDAGGIO
SVIZZERA
3 gior
Ecco cosa ci aspetta per il Black Friday
A causa dei problemi di fornitura, i rivenditori hanno dovuto adattare le offerte
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile