Immobili
Veicoli
Depositphotos (undrey)
FRANCIA
28.08.20 - 16:570

I frontalieri francesi potranno continuare a fare telelavoro da casa

L'accordo fiscale fra Berna e Parigi resterà in vigore fino alla fine dell'anno corrente

BERNA/PARIGI - Retromarcia sulla fine dell'accordo fra Berna e Parigi che sospende gli ostacoli fiscali al telelavoro per i frontalieri francesi in Svizzera. L'intesa, siglata il 13 maggio scorso, resterà valida fino al prossimo 31 dicembre invece che scadere a fine agosto, come era emerso qualche settimana fa.

Inizialmente sembrava che l'accordo non dovesse essere prorogato, a meno di una seconda ondata di infezioni di coronavirus. Oggi però la Segreteria di Stato per le questioni finanziarie internazionali (SFI) ha comunicato il suo prolungamento.

Le disposizioni del documento, valide con effetto retroattivo dal 14 marzo, prevedono che i frontalieri continuino a essere tassati come se si recassero fisicamente sul luogo di lavoro, anche se si trovano in regime di home office.

Gran parte dei 180'000 francesi che, in tempi normali, ogni giorno giungono nella Confederazione per esercitare un'attività lucrativa sono infatti comprensibilmente impossibilitati a spostarsi a causa dell'epidemia.

Tale situazione eccezionale ha suscitato degli interrogativi riguardo a un possibile cambiamento del regime d'imposizione. In questo contesto, Svizzera e Francia hanno concluso alcuni mesi fa un accordo, così da permettere ai frontalieri costretti a lavorare da casa a seguito della crisi di beneficiare delle stesse condizioni fiscali vigenti prima del Covid-19.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
SVIZZERA
1 ora
Holcim saluta il cemento, che va in Irlanda del Nord
Il gruppo elvetico sta riducendo la sua presenza nel settore del cemento
SVIZZERA
4 ore
Dopo il picco (+75%), acque più calme anche per Logitech
Con il calo del telelavoro sono scese anche le vendite del gigante degli accessori per Pc
SVIZZERA
5 ore
Perdite “tamponate” con vendite di immobili, così Credit Suisse chiude il 2021 in linea
Le previsioni del colosso svizzero in un comunicato diffuso questa mattina, il “rosso” nel settore investment banking
STATI UNITI
19 ore
Bob Dylan vende i diritti sugli album alla Sony
Non sono stati forniti i particolari dell'accordo, ma la vendita dovrebbe aver raggiunto il record di Springsteen
MONDO
21 ore
Criptovalute sotto pressione, bruciati 130 miliardi
A pesare, le incertezze macroeconomiche a livello mondiale
ITALIA
22 ore
Quasi un anno di attesa per una nuova Lamborghini
La crisi dei chip e quella pandemica non sembrano aver intaccato le vendite, che toccano cifre da record
SVIZZERA
1 gior
Si paga sempre più con lo smartphone
Negli ultimi due anni, il fatturato generato con le app di pagamento è raddoppiato
COREA DEL SUD
1 gior
Boom della cultura pop sudcoreana: lo dicono anche le cifre
Nel 2020 le esportazioni dell'industria dei contenuti sono cresciute del 16,3%
IRLANDA
1 gior
L'azienda misteriosa e il data center grande come 22 campi da football
L'attuale responsabile della società è stata direttrice di 6'539 altre aziende, la metà di queste sono ora chiuse
SVIZZERA
1 gior
«Le crisi di Credit Suisse? Colpa dei cattivi dirigenti»
L'ex Ceo Oswald Grübel non le manda a dire: le difficoltà avute da Credit Suisse sono da ricondurre alla dirigenza
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile