Depositphotos (claudiodivizia)
Gli sconti accordati ai quotidiani per la loro distribuzione dovrebbero essere legati alla tiratura. La Commissione delle finanze del Nazionale sostiene l'aiuto decrescente votato dal Consiglio federale.
SVIZZERA
02.07.20 - 18:180

Sì all'aiuto alla stampa, sulla base della tiratura

Più è importante, minori dovrebbero essere gli sconti: lo pensa la Commissione delle finanze del Nazionale

BERNA - Gli sconti accordati ai quotidiani per la loro distribuzione dovrebbero essere legati alla tiratura. La Commissione delle finanze del Nazionale sostiene l'aiuto decrescente votato dal Consiglio federale.

I quotidiani con una tiratura inferiore a 40'000 esemplari dovrebbero beneficiare di un aiuto completo. Più la tiratura di un giornale o di un periodico è importante, minori dovrebbero essere gli sconti.

Inoltre, la Posta non dovrebbe aver il diritto di far pagare l'aumento delle tariffe ai quotidiani con deboli tirature. La commissione vi si è opposta con 22 voti contro 2. Ciò rappresenta una aiuto supplementare per questi giornali, ha precisato all'agenzia Keystone-ATS il consigliere nazionale Christian Dandrès (PS/GE).

Con 18 voti contro 7, la commissione ha seguito la Camera dei cantoni sulla proposta di aumentare l'aiuto indiretto alla stampa, indicano oggi in una nota i servizi del Parlamento. I "senatori" hanno sostenuto un importo di 120 milioni di franchi anziché i 70 milioni previsti dal Governo.

I "senatori" si erano tuttavia opposti ai 30 milioni di franchi l'anno proposti dal Consiglio federale per una durata di dieci anni in favore dei media online. Un sostegno di 30 milioni di franchi è pure previsto per l'agenzia di stampa Keystone-ATS, gli istituti di formazione e perfezionamento e gli organismi di autoregolamentazione.

Il pacchetto di misure previsto dal Governo mira a rispondere alle difficoltà strutturali con cui sono confrontati i media, un settore indispensabile al buon funzionamento della democrazia.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
POLONIA / UNIONE EUROPEA
1 ora
Multa dall'Ue alla Polonia: «Non pagheremo uno złoty»
Il Ministro della Giustizia polacco, Zbigniew Ziobro, ha reagito con decisione alla sanzione
SVIZZERA
8 ore
La BNS «non può limitarsi ai criteri ambientali»
Lo ha dichiarato Andrea Maechler, membro della Direzione generale della Banca Nazionale Svizzera
CINA
12 ore
L'effetto domino fra i palazzi in Cina
Evergrande sull'orlo della bancarotta ma non sarebbe l'unica in un settore immobiliare con un gigadebito da capogiro
ITALIA
23 ore
Duemila giocattoli su tre piani
Fao Schwarz sbarca a Milano: il famoso negozio apre domani in Piazza Cordusio
CINA
1 gior
Il cielo è il limite? Non per i grattacieli cinesi
Le autorità hanno vietato la costruzione dei palazzi nei quartieri storici e nei siti del patrimonio culturale
SVIZZERA
1 gior
Niente paura: «A Natale i giocattoli non mancheranno»
Franz Carl Weber ha giocato d'anticipo con le ordinazioni. La situazione è un po' più tesa sul fronte dell'elettronica
CANTONE
1 gior
Il successo riassunto in 101 storie
Presentato il libro che raccoglie le storie di chi concretamente ha contribuito ad arricchire il nostro cantone.
ITALIA
1 gior
Il primo sciopero del sindacato dei lavoratori da remoto
La protesta della Smart Worker Union è incentrata sulle linee guida nella pubblica amministrazione
SVIZZERA
1 gior
Prospettive economiche: analisti meno fiduciosi
Cresce la prudenza a riguardo del futuro della congiuntura elvetica
Regno Unito
1 gior
Foto di cibo e non alimenti veri per riempire gli scaffali vuoti
Reparti troppo grandi o penuria nell’approvvigionamento: così i supermercati britannici ci “mettono la pezza”
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile