Keystone
BERNA
29.04.20 - 15:280

Piovono soldi sulla stampa

Un contributo di 50 milioni da Berna per i giornali. Soldi anche ai media online

Obiettivo: salvare i giornali il cui calo dei ricavi li sta mettendo in difficoltà

BERNA - Tempi duri anche per la stampa. Se già prima dell'arrivo della pandemia il settore era confrontato con un drastico calo della pubblicità che rendeva difficoltosa la sopravvivenza, ora con la diffusione del virus, la situazione è notevolmente peggiorata: non è un segreto che i media locali devono far fronte a un notevole calo dei ricavi provenienti dalla pubblicità e, in alcuni casi, dal pubblico.

Lo scorso agosto il Consiglio federale si era espresso a favore di un pacchetto di misure con cui intendeva migliorare le condizioni quadro per i media, rafforzare la pluralità mediatica e sostenere la digitalizzazione del settore. Con il messaggio presentato all'attenzione del Parlamento, il Consiglio federale concretizza ora le sue proposte. In aggiunta al potenziamento della promozione indiretta della stampa, il Consiglio federale prevede ora un sostegno per i media online e misure generali a favore dei media elettronici. "Con gli strumenti prescelti, l'indipendenza dei media continua a essere preservata" fa sapere il Consiglio federale in un comunicato stampa diramato nel pomeriggio.

Ampliamento della promozione indiretta della stampa - Per preservare la pluralità della stampa, il Consiglio federale ha deciso che  la promozione indiretta della stampa va ampliata a tutti i quotidiani e i settimanali in abbonamento. A tal fine, il limite massimo della tiratura di 40'000 copie attualmente in vigore viene soppresso, cosicché ora anche testate nazionali possono approfittare del sostegno. Inoltre, beneficeranno ora della promozione anche i giornali appartenenti a una rete di edizioni locali con propria testata la cui tiratura media complessiva supera i 100'000 esemplari per edizione. "Con queste due misure - spiega il Consiglio federale -  in futuro circa 35 milioni di copie in più potranno trarre beneficio dalla promozione indiretta della stampa ogni anno". Affinché anche le testate con una tiratura meno elevata siano sgravate, il contributo federale aumenta dagli attuali 30 milioni di franchi a 50 milioni di franchi. In questo modo tutte le testate aventi diritto alla promozione potranno beneficiare di una riduzione più consistente sul prezzo di distribuzione per esemplare.

Promozione dei media online - Un occhio di riguardo viene riservato anche ai media online. Per il settore verranno stanziati "30 milioni di franchi l'anno provenienti dalle risorse generali della Confederazione pari". Spiega ancora il Consiglio federale: " Saranno sostenuti i media online che possono contare su ricavi provenienti dai lettori. Sono prese in considerazione entrate provenienti da abbonamenti online, forfait giornalieri o singole visualizzazioni, nonché contributi volontari da parte dei lettori. Per gli editori viene così creato un ulteriore incentivo a sviluppare offerte digitali per un pubblico propenso a pagare. Come per la promozione indiretta della stampa, il sostegno è vincolato a condizioni formali, quali per esempio una chiara separazione tra contenuti redazionali e pubblicitari, l'orientamento a un vasto pubblico e il riconoscimento delle direttive del settore in merito alla prassi giornalistica. Questa misura sarà attuata tramite una nuova legge e avrà una validità di 10 anni. Il sostegno sarà commisurato al fatturato realizzato tramite il pubblico e impostato in modo proporzionalmente decrescente. In tal modo la quota del sostegno diminuisce con l'aumentare del fatturato". 

 

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
ITALIA
3 ore
Duemila giocattoli su tre piani
Fao Schwarz sbarca a Milano: il famoso negozio apre domani in Piazza Cordusio
CINA
5 ore
Il cielo è il limite? Non per i grattacieli cinesi
Le autorità hanno vietato la costruzione dei palazzi nei quartieri storici e nei siti del patrimonio culturale
SVIZZERA
6 ore
Niente paura: «A Natale i giocattoli non mancheranno»
Franz Carl Weber ha giocato d'anticipo con le ordinazioni. La situazione è un po' più tesa sul fronte dell'elettronica
CANTONE
9 ore
Il successo riassunto in 101 storie
Presentato il libro che raccoglie le storie di chi concretamente ha contribuito ad arricchire il nostro cantone.
ITALIA
10 ore
Il primo sciopero del sindacato dei lavoratori da remoto
La protesta della Smart Worker Union è incentrata sulle linee guida nella pubblica amministrazione
SVIZZERA
12 ore
Prospettive economiche: analisti meno fiduciosi
Cresce la prudenza a riguardo del futuro della congiuntura elvetica
Regno Unito
15 ore
Foto di cibo e non alimenti veri per riempire gli scaffali vuoti
Reparti troppo grandi o penuria nell’approvvigionamento: così i supermercati britannici ci “mettono la pezza”
SVIZZERA
1 gior
«Prima costavano 80 centesimi, adesso anche 300 franchi»
La crisi dei chip raccontata dall'interno di un'azienda svizzera colpita: «Sono settimane che le macchine sono spente».
ITALIA
1 gior
Ita Airways, atterraggio non consentito in caso di nebbia
Lo prevedono le norme internazionali per le compagnie durante il periodo di "rodaggio"
MONDO
1 gior
Harvard, MIT, Stanford: ecco le migliori università al mondo
Il Politecnico federale di Zurigo è il quinto istituto in Europa e il 26esimo su scala globale
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile