Immobili
Veicoli
Keystone
SVIZZERA
30.03.20 - 13:130

I manager a capo di ABB rinunciano al 10% del proprio stipendio

La decisione è stata presa per alleggerire l'impatto della crisi dovuta al coronavirus

ZURIGO - In vista di un secondo trimestre che si annuncia "difficile", i top manager di ABB hanno deciso di rinunciare a parte del proprio stipendio.

La misura, un taglio del 10% dei bonus, entra nel contesto di riduzione di tutti i costi non essenziali, per affrontare al meglio la possibile crisi dovuta alla pandemia. ABB intende anche intensificare gli sforzi in materia di efficienza.

Più nel dettaglio, il Consiglio di Amministrazione e il Comitato Esecutivo di ABB hanno deciso di rinunciare volontariamente e immediatamente al 10% della remunerazione e dello stipendio per il periodo della crisi. L'obiettivo è anche quello di mandare un segnale di solidarietà ad altri livelli di gestione dell'azienda.

ABB ha inoltre rinunciato a fissare obiettivi per l'esercizio 2020 a causa degli effetti legati al coronavirus. Il gruppo industriale dispone ad ogni modo di liquidità a sufficienza per superare la difficile situazione. «Le condizioni quadro economiche si sono deteriorate a causa della pandemia e dell'abbassamento dei prezzi del petrolio», ha sottolineato ABB in un comunicato odierno.

Particolarmente toccata dalla situazione dovrebbe essere la divisione robotica, con un calo del 20% delle entrate e delle nuove ordinazioni fra gennaio e fine marzo. Anche il margine operativo (Ebita) risentirà della crisi, ma il calo verrà compensato con misure di risparmio.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile