Immobili
Veicoli
Keystone (archivio)
Uno scatto dalla scorsa edizione.
GINEVRA
18.02.20 - 13:080

Il coronavirus blocca le invenzioni: «Metà degli espositori provengono dalla Cina»

L'epidemia ha obbligato gli organizzatori del Salone internazionale di Ginevra a posticipare l'evento a settembre

GINEVRA - L'epidemia di coronavirus ha obbligato gli organizzatori del Salone internazionale delle invenzioni di Ginevra a posticipare la 48esima edizione al prossimo settembre. Oltre la metà degli espositori provengono da Cina e Hong Kong.

Inizialmente, la manifestazione era in programma dal 25 al 29 marzo, ma la direzione ha deciso di rimandare l'evento poiché «l'ottenimento dei visti e la pianificazione del viaggio a Ginevra per gli inventori si fanno sempre più complicati», si legge in un comunicato odierno.

Non è immaginabile «aprire un salone che non rappresenti la missione che persegue, ovvero essere una piattaforma di visibilità per il mondo intero», rileva la direttrice Gaëlle Grosjean, citata nella nota.

Lo scorso anno il Salone internazionale delle invenzioni, che si è tenuto al Palexpo di Ginevra, ha attirato 31'000 visitatori. In totale erano presenti 825 espositori provenienti da 42 Paesi.
 
 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
SVIZZERA
2 ore
Le vendite di cioccolato tornano ai livelli pre-Covid
Nel 2021 i ricavi di Lindt & Sprüngli hanno raggiunto i 4,6 miliardi di franchi
SVIZZERA
3 ore
Oltre 200 milioni di pacchi in un solo anno, è record
Il gigante giallo ha pur creato 809 nuovi impieghi a tempo pieno nel 2021
SVIZZERA
6 ore
La prima intervista ad Axel Lehmann: «Io un presidente di transizione? Lasciatemi lavorare»
Le parole del nuovo “boss” del Cda di Credit Suisse in un'intervista: «La strategia non cambierà»
ASIA
8 ore
Tornano a circolare i treni tra Cina e Corea del Nord
È dall'inizio della pandemia che Pyongyang aveva chiuso del tutto i propri confini
LE FOTO
EMIRATI ARABI UNITI
20 ore
"Enigma", il misterioso diamante nero va all'asta
Le sue origini? Ancora enigmatiche, potrebbe essersi formato quando un meteorite ha colpito la Terra
SVIZZERA
22 ore
Una commessa fino a quattro miliardi di euro per Stadler Rail
È la più importante degli 80 anni di storia del costruttore ferroviario elvetico
SVIZZERA
1 gior
Un purosangue zurighese al timone di Credit Suisse
La scelta di Axel Lehmann suona di ultima chiamata per il colosso bancario, secondo Inside Paradeplatz
SVIZZERA
1 gior
Credit Suisse, reazioni negative in Borsa
Le dimissioni di António Horta-Osório sono un altro evento negativo dopo gli scandali del 2021
MONDO
1 gior
«Dall'inizio della pandemia, ogni 26 ore è nato un nuovo miliardario»
Un rapporto dell'Oxfam mette a nudo «la pandemia delle disuguaglianze», più super-ricchi e più persone cadute in povertà
SVIZZERA
1 gior
Violò due volte la quarantena, il presidente del CdA di Credit Suisse lascia e si scusa
António Horta-Osório, in carica da meno di un anno, si è dimesso dopo un'indagine interna
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile