Deposit
SVIZZERA
06.08.19 - 14:170

La crema solare non serve a niente? A quanto pare è proprio un falso mito

Lo conferma la Lega contro il cancro che sottolinea come oltre alle scottature il rischio di contrarre tumori è reale

BERNA - L'utilità della crema solare è provata scientificamente e chi non la mette, oltre a dover fare i conti con dolorose scottature, rischia maggiormente di contrarre un tumore della pelle. Lo afferma la Lega svizzera contro il cancro, smentendo che si tratti di un prodotto ideato solo a scopo di marketing.

Sempre più spesso, in particolare sui social media, si legge che la crema solare è inutile - se non dannosa - e serve unicamente ad arricchire l'industria, scrive in una nota odierna l'associazione, preoccupata dall'incertezza generata da questo genere di informazioni.

La lega contro il cancro precisa che la pelle esposta eccessivamente al sole non dimentica: il corpo non riesce a riparare tutte le cellule danneggiate dai raggi UV. Esse possono degenerare, riprodursi in modo incontrollato e provocare un tumore.

Allo stato attuale delle conoscenze, i vantaggi della protezione solare sono maggiori degli eventuali rischi. Dermatologi e Ufficio federale della sanità pubblica raccomandano un utilizzo costante della crema. La lega aggiunge che per ragioni di salute l'ideale sarebbe anche di restare all'ombra tra le 11 e le 15 e di indossare cappello, occhiali da sole e vestiti. Sconsigliati pure i solarium.

A chi dichiara di non aver mai usato la crema e nonostante ciò di non essere malato di cancro, l'associazione risponde che il tumore è legato all'invecchiamento. Solo un quarto delle persone colpite da uno di tipo cutaneo ha meno di 50 anni al momento della diagnosi. Pertanto, lo scotto di bruciature giovanili, le più pericolose, può essere pagato dopo parecchi anni.

La Lega svizzera contro il cancro sottolinea inoltre che per produrre vitamina D non c'è bisogno dei raggi diretti del sole. Ciò è vero in particolar modo in estate, quando l'organismo viene raggiunto da una quantità sufficiente di raggi UVB indiretti.

Infine, nemmeno la teoria «Che cosa faceva la gente 100 o 200 anni fa prima dell'arrivo delle creme?», è da considerare valida. La lega ricorda infatti che un secolo fa l'aspettativa di vita media era di 45 anni e che alcune abitudini attuali erano poco frequenti (vacanze al sole) o inesistenti (solarium).

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
ni_na 2 anni fa su tio
È risaputo che alcuni ingredienti delle creme solari sono cancerogeni o perturbatori endocrini. Dipende da crema a crema. Articolo incompleto.
miba 2 anni fa su tio
Ti ho già visto! Sei uno di quelli che d'estate vai a prendere il sole al lido di Ascona sotto gli alberi con la maglietta (che poi appena togli sembri ad un gambero), rigorosamente con le calze di lana ed i sandali :):):). Scrivi come ti hanno insegnato i tuoi genitori e nella vita cerca di essere soprattutto più pratico che affidarti a tante pseudo teorie, pseudo studi e pseudo statistiche del menga (poi ancora da vedere se arrivi anche ad interpretarle....)
miba 2 anni fa su tio
@miba Risposta per l'esperto solare Nazgul finita al posto sbagliato
Nazgul 2 anni fa su tio
@miba Fammi capire, vai in giro a dire (scrivere) agli altri che non capiscono nulla (senza peraltro offrire argomentazione alcuna) e ti inalberi in questo modo quando qualcuno osa trattarti in maniera simile? Zero argomenti e solo attacchini personali da scuole elementari, per essere uno "con più esperienza di me" c'é poco da stare allegri...
miba 2 anni fa su tio
@Nazgul Eppure te l'avevo anche scritto...ascolta semplicemente chi ne sa più di te per esperienza... O altrimenti hai pur sempre l'opzione di continuare ad immergerti e tirare in ballo statistiche, studi e/o informazioni che per la maggior parte sono pubblicate proprio da chi ha un interesse (alias business). Suppongo tu sia grande abbastanza da saper distinguere la logica ed il buonsenso da tutte le fesserie e/o fake news da cui siamo bombardati...e forse non ti sei nemmeno preoccupato di andare a vedere anche i benefici del sole senza il quale sul nostro pianeta non ci sarebbe nemmeno la vita. Passo e chiudo
Nazgul 2 anni fa su tio
@miba Che vuoi che ti dica, continua pure a vivere nella tua bolla dove tutti cospirano alle tue spalle e tu sei il depositario della sola verità.
vulpus 2 anni fa su tio
Argomento serio, titolo contorto.
sedelin 2 anni fa su tio
dissento: da più di vent'anni non uso creme protettive, non sono più giovane e non ho tumori di nessun genere. é importante però sapere QUANDO e QUANTO stare al sole: prima delle 11 (ora legale) e dopo le 17, 40' + 40' al dì. le creme inquinano l'acqua del mare, dei fiumi e dei laghi "grazie" ai suoi componenti chimici, mentre il rischio di cancro non é scongiurato facendone uso. salute!
Nazgul 2 anni fa su tio
@sedelin Le esperienze personali hanno un valore statistico assolutamente nullo - il beneficio dal punto di vista dermatologico è fuori discussione. Più interessante invece è il discorso sull'inquinamento.
matteo2006 2 anni fa su tio
@sedelin Per lo stesso motivo che una persona fuma 1 pacchetto di sigarette al giorno e campa 100 anni, invece il vicino di banco non fuma e si prende il cancro ai polmoni a 40 anni eppure a quanto pare è risaputo con studi scientifici (mettiamo in dubbio ogni cosa hai ragione) le sigarette fanno male. Allo stesso modo tu puoi non usare la crema e stare benissimo e un'altro non usarla e prendersi una malsana scottatura che potrebbe portare a problemi ben peggiori con il passare degli anni (e costi della salute in aumento per non spendere 10 franchi di crema).
miba 2 anni fa su tio
@Nazgul Ascolta i consigli di chi ha più esperienza di te... Lo sappiamo tutti che le statistiche (e/o medie dei polli) spesso vengono manipolate da chi ha interesse per uso esclusivo del pro sacocia....
sedelin 2 anni fa su tio
@Nazgul qui non si parla di statistiche che, a mio parere, hanno un valore relativo. la mia esperienza, lungi dall'essere personale, é diffusa più di quanto tu creda.
Nazgul 2 anni fa su tio
@sedelin Certo che si parla di statistiche, sono uno strumento fondamentale in campo scientifico. Il tuo parere sul fatto che abbiano un valore relativo vale quanto quello sull'efficacia delle creme solari: zero. Esiste una precisa metodologia per affrontare questi argomenti, si chiama "metodo scientifico" (nota: le esperienze personali, proprie e della cerchia di conoscenti, non ne fanno parte). Tutto il resto sono solo chiacchiere.
sedelin 2 anni fa su tio
@Nazgul anche le tue sono chiacchiere, molto supponenti.
sedelin 2 anni fa su tio
@Nazgul attento che l'acidità e la supponenza favoriscono l'insorgere di cellule tumorali! :-)))
Nazgul 2 anni fa su tio
@sedelin Libero di pensarla come vuoi, solo non commettere il comunissimo errore di credere che dato che hai diritto ad un'opinione questa debba per forza avere lo stesso valore di quella del prossimo.
sedelin 2 anni fa su tio
@Nazgul la mia opinione, dettata da una lunga esperienza comune a molti, ha lo stesso valore della tua. io non giudico la tua, esprimo la mia.
Nazgul 2 anni fa su tio
@sedelin Ma è proprio questo il punto: NON è vero che la mia opinione ha lo stesso valore della tua o di quella di chiunque altro; è una cosa di un'ovvietà tale che mi stupisco di doverla spiegare. Quando stai male immagino tu vada dal medico, non dal Panettiere. Come mai? Perchè, con tutto il rispetto per i panettieri, l'opinione del medico in merito è decisamente più affidabile. Cribbio, non è difficile. Allo stesso modo, se ci sono letteralmente migliaia di ricerche fatte con tutti i crismi del caso, con tanto di peer review e tutto il resto, che dicono "A" e un gruppo di perfetti sconosciuti che dicono "no è B perchè sì, poi la pensa così anche a mio cuggino", secondo te chi è più attendibile? Dai, su.
Nazgul 2 anni fa su tio
@miba Hah non so se trovo più ridicola la tua spocchia o il complottismo misto a dabbenaggine... conosci l'effetto Dunning-Kruger?
sedelin 2 anni fa su tio
@Nazgul càspita, che proiezione!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
SVIZZERA
15 ore
L'aeroporto di Zurigo è il migliore in Europa
Clienti soddisfatti e servizi di qualità: lo scalo ha ottenuto (di nuovo) il World Travel Award
STATI UNITI
18 ore
Undici Picasso all'asta per 110 milioni di dollari
Si tratta di opere che ornavano il noto Bellagio Hotel, a Las Vegas
NIGERIA
21 ore
eNaira, la Nigeria lancia la sua moneta virtuale
Si tratta della forma digitale della Naira, la moneta fisica nazionale
MONDO
1 gior
Mai così tante persone sui social media
Spicca la crescita di TikTok, che è riuscita a raggiungere più di un miliardo di utenti in soli cinque anni
REGNO UNITO
1 gior
«Siamo alla fine dell'esame, e il tempo sta per scadere»
Riguardo al clima rimangono le domande più difficili, e non c'è tempo. Lo sostiene il deputato Alok Sharma
SVIZZERA / MONDO
2 gior
Il (breve) sorpasso del bitcoin sul franco svizzero
Il traguardo, in termini di capitalizzazione di mercato, è stato raggiunto durante il recente scatto della criptovaluta
DANIMARCA
2 gior
La casa di "Mamma ho perso l'aereo" in versione LEGO
Il set, in vendita da novembre, comprende ben 3'995 pezzi, e cinque personaggi
Francese
3 gior
Big John è stato battuto all'asta per 6,6 milioni di euro
È il più grande triceratopo mai rinvenuto. Vissuto 66 milioni di anni fa, oggi ha trovato la sua nuova casa
STATI UNITI
3 gior
Elon Musk potrebbe essere il primo “trilionario” della storia
A permettere al magnate americano di superare la soglia dei dodici zeri la crescente fortuna della sua SpaceX
STATI UNITI
3 gior
Più di Instagram e WhatsApp, l'offerta "monstre" è per Pinterest
PayPal starebbe valutando l'acquisizione del social network fotografico per circa 39 miliardi di dollari.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile