Immobili
Veicoli
Keystone (archivio)
SVIZZERA
27.02.19 - 22:250
Aggiornamento : 23:06

Sunrise si prende UPC per 6,3 miliardi

La società di telecomunicazioni ha confermato in serata l'acquisizione dell'operatore via cavo

BERNA - Tanto tuonò che infine piovve: la maxi-fusione sul mercato elvetico delle telecomunicazioni è cosa fatta. È infatti arrivata in serata la conferma che Sunrise ha acquisito per 6,3 miliardi di franchi l'operatore UPC Switzerland dalla società inglese Liberty Global.

«Pietra miliare» - Con questa transazione la società raggiunge l'obiettivo di rafforzare la propria posizione - diventando uno sfidante più forte e convergente  nel settore delle telecomunicazioni svizzere - per la grande soddisfazione del proprio Ceo Olaf Swantee. «Questo annuncio è un'importante pietra miliare per Sunrise, i nostri clienti, dipendenti e azionisti. Insieme a UPC, creeremo un concorrente vero, convergente, e forte oltre che un valore significativo per i nostri azionisti».

«Una Sunrise più forte e valida» - Anche il presidente di Cda di Sunrise, Peter Kurer, è ovviamente euforico: «Il Consiglio di amministrazione è davvero lieto dell'annuncio odierno che ha per obiettivo quello di creare una Sunrise più forte e valida. Abbiamo piena fiducia nelle capacità del management di integrare UPC Switzerland senza difficoltà e realizzare importanti sinergie dalla combinazione, continuando a fornire solidi risultati finanziari e a premiare i nostri azionisti per il loro supporto. Siamo ansiosi di iniziare questo nuovo capitolo nella storia di Sunrise».

Conclusione della transazione nel secondo semestre - La transazione è comunque soggetta all'ottenimento dell’autorizzazione normativa e all'approvazione dell'emissione azionaria riservata da parte di un'assemblea straordinaria di Sunrise. La luce verde è attesa nel secondo o terzo trimestre, mentre la conclusione della transazione è prevista durante il secondo semestre del 2019.

Nuova era - Una storia che è cominciata nel 2001 dalla fusione fra Diax e l'allora Sunrise. Nel 2015 la società è entrata in borsa. Dal 2016 il principale azionista è la società Telecom tedesca Freenet. Ora per la società è quindi giunto il momento di entrare in una nuova era.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
MIM 2 anni fa su tio
Sono cliente sunrise da oltre 25 anni (si chiamava DiAx ai tempi). Mai avuto problemi. Per la TV ho UPC; mai problemi nemmeno lì. Con UPC ho anche un abbonamento telefonico con roaming compreso e uso illimitato a basso canone (perché ho tv via cavo). Quest'anno UPC ha lasciato Salt per andare sulle reti Swisscom; ora questa notizia. Devo dire che trovo la decisione azzeccatissima.
vulpus 2 anni fa su tio
Una speculazione economica più che un passo verso un miglior servizio.Si sussurra che il primo investimento che SUNRISE dovrà affrontare sia il debito miliardario di UPC, quasi sulla soglia della debacle. All'acquisitore interesseranno i clienti da fidelizzare, poi per il resto , se l'operazione non porterà utili agli azionisti ( sono quelli citati più volte dal CEO), si assisterà ad un altro giro di danza.
MIM 2 anni fa su tio
@vulpus Quello che fa gola di UPC è la sua rete via cavo a fibra ottica; di sua proprietà e posata in tutto il paese.
vulpus 2 anni fa su tio
@MIM Via cavo coassiale, ancora nella maggior parte e oramai obsoleta. Dovranno far capo alle reti di fibra esistenti , pagando i relativi oboli. È già evidente, come daltronde espresso dagli impiegati UPC , che i loro posti di lavoro sono a rischio , almeno in parte.Si incrementerà l'uso del personale e hotline ubicati in tutto il mondo tranne che in Svizzera. La concorrenza forse fa anche bene, almeno si evidenzia maggiormente chi ha il miglior servizio e non chi lo ha al prezzo più basso.
tirannosaurosex 2 anni fa su tio
Ottimo! Ma con l'avvento del 5G ha ancora senso la via cavo???
Asdo 2 anni fa su tio
Mi aspetto già un innalzamento dei prezzi e calo delle prestazioni
Dragon76 2 anni fa su tio
Sempre più oligo-monopoli.. tanto valeva lasciare tutto in mano allo Stato, il potere è sempre e comunque in mano a pochi
Thor61 2 anni fa su tio
@Dragon76 Faccio solo notare che è, o meglio ERA in mano dello stato, ora è passato dalla Svizzera alla ger_magna.
roma 2 anni fa su tio
@Dragon76 Esatto.
gmogi 2 anni fa su tio
Saranno felici anche quelli che ci lavorano?
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
STATI UNITI
1 ora
Warcraft, Call of Duty, Candy Crush: ora è tutto di Microsoft
Una decisione per investire ulteriormente sui videogiochi, ma anche sullo sviluppo del metaverso
STATI UNITI
2 ore
Quelle antenne 5G fuori dagli aeroporti che preoccupano le compagnie Usa
Rischiano di interferire con radar e altimetri, rendendo l'atterrare col maltempo difficile: «Rischiamo lo stop totale»
SVIZZERA
5 ore
Le vendite di cioccolato tornano ai livelli pre-Covid
Nel 2021 i ricavi di Lindt & Sprüngli hanno raggiunto i 4,6 miliardi di franchi
SVIZZERA
6 ore
Oltre 200 milioni di pacchi in un solo anno, è record
Il gigante giallo ha pur creato 809 nuovi impieghi a tempo pieno nel 2021
SVIZZERA
9 ore
La prima intervista ad Axel Lehmann: «Io un presidente di transizione? Lasciatemi lavorare»
Le parole del nuovo “boss” del Cda di Credit Suisse in un'intervista: «La strategia non cambierà»
ASIA
11 ore
Tornano a circolare i treni tra Cina e Corea del Nord
È dall'inizio della pandemia che Pyongyang aveva chiuso del tutto i propri confini
LE FOTO
EMIRATI ARABI UNITI
23 ore
"Enigma", il misterioso diamante nero va all'asta
Le sue origini? Ancora enigmatiche, potrebbe essersi formato quando un meteorite ha colpito la Terra
SVIZZERA
1 gior
Una commessa fino a quattro miliardi di euro per Stadler Rail
È la più importante degli 80 anni di storia del costruttore ferroviario elvetico
SVIZZERA
1 gior
Un purosangue zurighese al timone di Credit Suisse
La scelta di Axel Lehmann suona di ultima chiamata per il colosso bancario, secondo Inside Paradeplatz
SVIZZERA
1 gior
Credit Suisse, reazioni negative in Borsa
Le dimissioni di António Horta-Osório sono un altro evento negativo dopo gli scandali del 2021
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile