Immobili
Veicoli
Keystone
STATI UNITI
26.01.22 - 07:230

Microsoft sopra le attese, ma cala a Wall Street

Il colosso di Redmond ha sperimentato un aumento dei ricavi del 20%. L'utile netto è salito del 21%.

Gli analisti puntano però sul rallentamento della crescita del cloud con i ricavi di Azure saliti del 46%, meno del 50% atteso

NEW YORK - Microsoft chiude il secondo trimestre dell'esercizio fiscale sopra le attese degli analisti. Ma a Wall Street non basta e i titoli del colosso di Redmond arrivano a perdere fino al 6% con il rallentamento della crescita del cloud.

Nei tre mesi che si sono chiusi in dicembre, Microsoft ha sperimentato un aumento dei ricavi del 20% a 51,7 miliardi di dollari (47,3 miliardi di franchi), oltre i 50,7 miliardi previsti dal mercato. L'utile netto è salito del 21% a 18,8 miliardi di dollari contro i 17,5 stimati dagli analisti.

«La tecnologia digitale è lo strumento più malleabile che il mondo ha in suo possesso per reinventare il lavoro e la vita di tutti i giorni. Con la quota di tecnologia rispetto al pil (prodotto interno lordo) che continua ad aumentare, noi stiamo innovando e investendo in diversi mercati», afferma l'amministratore delegato di Microsoft, Satya Nadella.

Pur osservando la solidità dei conti di Microsoft, gli analisti puntano sul rallentamento della crescita del cloud con i ricavi di Azure saliti del 46%, meno del 50% atteso. Azure da tempo cresce in modo costante, ma la concorrenza nel settore si sta intensificano con attori del calibro di Amazon e Google che non risparmiano investimenti nel settore. Fra le altre divisioni, Microsoft ha visto un aumento dei ricavi del 4% per le console Xbox e del 19% per Office 365 ai clienti business.

I timori sul rallentamento del cloud pesano sui titoli a Wall Street, dove le perdite hanno raggiunto il 6%. Microsoft ha guadagnato il 51% nel 2021, ma dall'inizio dell'anno ha perso il 14% con la fuga dai tecnologici.
 
 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
STATI UNITI
2 ore
Wall Street, le cause di un mercoledì nerissimo
La grande distribuzione è in difficoltà e gli investitori sono in allerta e si chiedono: «Ci sarà il prossimo?»
SVIZZERA
3 ore
Julius Bär regge, ma la filiale di Mosca sarà chiusa
Il gruppo ha mantenuto la redditività nei primi mesi del 2022
GRIGIONI
17 ore
La crisi ucraina condiziona il WEF di Davos
In collegamento da Kiev inaugurerà il forum il presidente Zelensky. Assenti invece i rappresentanti russi.
SVIZZERA
19 ore
Boom di vendite per gli articoli sportivi
Nel 2021 il mercato svizzero ha sfiorato i due miliardi di franchi, un nuovo record
SVIZZERA
20 ore
«Aumenteranno i fallimenti, sia in Svizzera che nel mondo»
È la previsione di uno studio dell'assicuratore Allianz Trade
SVIZZERA/UCRAINA
1 gior
La zurighese Vetropack sopprime 400 impieghi, a causa dei missili
L'impianto è fortemente danneggiato, e il gruppo non «vede alcuna alternativa»
STATI UNITI
1 gior
Netflix taglia 150 posti di lavoro
È la prima conseguenza del rallentamento della crescita dei ricavi e del calo degli abbonamenti
SVIZZERA
1 gior
Pneumatici sempre più cari
Russia e Ucraina sono i principali fornitori di materie prime. E ora i prezzi stanno schizzando verso l'alto
CINA
1 gior
Buonanotte da una sconosciuta, a un solo yuan
Wong Biying manda messaggi su richiesta per aiutare le persone a riempire il vuoto della solitudine
ITALIA
1 gior
Eni ha aperto un conto in rubli presso Gazprom Bank
Avviene, precisa la società italiana, «su base temporanea» e con la condivisione delle istituzioni italiane
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile