Immobili
Veicoli
Keystone
ITALIA
25.01.22 - 16:260
Aggiornamento : 26.01.22 - 08:16

Da Milano a Cagliari senza Green Pass, passando da Barcellona

Per viaggiare in aereo su suolo italiano bisogna essere vaccinati o guariti, lo stesso non vale se si passa dall'estero

MILANO - Per viaggiare in Italia, passano dall'estero. Gli uffici aeroportuali hanno notato un nuovo trend: si esce via volo dalla Penisola e si atterra in zona europea e, un po' come se fosse stata fatta una deviazione, si prende un altro aereo e si torna in Italia, arrivando così alla destinazione ultima. Ma chi sono questi viaggiatori triangolari?

Dal 10 gennaio vige in Italia l'obbligo del Green Pass rafforzato, che si riceve una volta vaccinati o guariti, per viaggiare sui mezzi pubblici e questa misura vale anche per i voli nazionali. Non si applica invece a tutti quei viaggi via aereo che, pur partendo da suolo italiano, atterrano in altri Paesi europei, ovvero tutti quelli contenuti nell'elenco C. Difatti il viaggiatore segue in questo secondo caso le regole della nazione di destinazione. Perciò, se per andare a Parigi basta un tampone negativo, che sia rapido o molecolare, se si è vaccinati o meno non è un'informazione ritenuta necessaria.

Quando perciò gli uffici aeroportuali italiani hanno notato un nuovo trend, iniziato con il pacchetto di nuove misure, l'identikit del viaggiatore triangolare è risultato facilmente ipotizzabile. Come riporta il Corriere della Sera, le rotte seguite sono diverse, ma tre spiccano per frequenza e costo basso. In primis c'è Milano-Barcellona-Cagliari, seguono Milano-Parigi-Catania e Milano-Budapest-Bari. Questi risultati sono frutto di una ricerca specifica, senza la quale, dato che i biglietti vengono comprati separatamente, sarebbe impossibile tracciare i percorsi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
RUSSIA
17 min
Conto sequestrato, Google Russia verso la bancarotta
La filiale del colosso del web continuerà tuttavia a fornire gratuitamente i suoi servizi nel Paese
STATI UNITI
5 ore
Wall Street, le cause di un mercoledì nerissimo
La grande distribuzione è in difficoltà e gli investitori sono in allerta e si chiedono: «Ci sarà il prossimo?»
SVIZZERA
5 ore
Julius Bär regge, ma la filiale di Mosca sarà chiusa
Il gruppo ha mantenuto la redditività nei primi mesi del 2022
GRIGIONI
20 ore
La crisi ucraina condiziona il WEF di Davos
In collegamento da Kiev inaugurerà il forum il presidente Zelensky. Assenti invece i rappresentanti russi.
SVIZZERA
22 ore
Boom di vendite per gli articoli sportivi
Nel 2021 il mercato svizzero ha sfiorato i due miliardi di franchi, un nuovo record
SVIZZERA
23 ore
«Aumenteranno i fallimenti, sia in Svizzera che nel mondo»
È la previsione di uno studio dell'assicuratore Allianz Trade
SVIZZERA/UCRAINA
1 gior
La zurighese Vetropack sopprime 400 impieghi, a causa dei missili
L'impianto è fortemente danneggiato, e il gruppo non «vede alcuna alternativa»
STATI UNITI
1 gior
Netflix taglia 150 posti di lavoro
È la prima conseguenza del rallentamento della crescita dei ricavi e del calo degli abbonamenti
SVIZZERA
1 gior
Pneumatici sempre più cari
Russia e Ucraina sono i principali fornitori di materie prime. E ora i prezzi stanno schizzando verso l'alto
CINA
1 gior
Buonanotte da una sconosciuta, a un solo yuan
Wong Biying manda messaggi su richiesta per aiutare le persone a riempire il vuoto della solitudine
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile