Immobili
Veicoli
Keystone
Cina
24.11.21 - 14:590

Le navi cinesi scompaiono dai radar e nessuno sa più dove sono le merci

Una nuova legge entrata in vigore il primo novembre potrebbe essere la causa della mancanza d'informazioni

PECHINO - Dove sono le navi cinesi? Non sui radar. Dal primo novembre è entrata in vigore a Pechino una nuova legge sulla protezione dei dati e tre settimane dopo le segnalazioni di posizione dei mercantili sono diminuite del 90%. Un bell'inghippo viste le difficoltà nelle catene di approvvigionamento e l'avvicinamento del Natale.

Pechino non si fida e si chiude a riccio - Già alla fine di ottobre degli analisti affermavano di aver notato un calo del traffico marittimo. Ma questo calo non è reale, le navi ci sono, solo non segnalano la loro posizione o se hanno lasciato i porti e quando. La nuova legislazione, spiega la Cnn in un'analisi, prevede che le aziende ricevano l'approvazione del governo prima di poter inviare informazioni fuori dal territorio cinese. Ciò che Pechino teme è che dati sensibili finiscano nelle mani degli stati stranieri.

Eppure, anche se la legge non prevede che i dati delle navi non possano essere condivisi, sembra comunque che Pechino faccia un po' passare questo lato tra le righe. Charlotte Cook, capo analista commerciale di VesselsValue, un'azienda che si occupa di fornire dati imparziali nel settore marittimo e aeronautico, spiega che i Trasponder Automatic identification system (Ais), ovvero trasmettitori e ricetrasmettitori che permettono lo scambio tramite wireless dello stato di navigazione, sono stati rimossi dalle stazioni situate sulle coste cinesi all'inizio di novembre, su istruzione delle autorità.

Le catene di approvvigionamento tremano - Se già c'erano difficoltà per la carenza di materie prime, il fatto di non sapere dove sono le navi della seconda potenza economica al mondo, e che è la principale fornitrice di carbone e ferro, mette ancora di più in crisi le catene di approvvigionamento. E con il fatto che Natale si avvicina e le spese pazze pure, si prevedono ritardi dovuti al fatto che le aziende che ordinano determinate merci dalla Cina, rischiano di perdere sempre più informazioni cruciali sui tempi di attracco, scarico e partenza delle navi.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
KOSOVO
16 ore
Kosovo in tackle sul Bitcoin, svendita e fuga dei "minatori"
Lo stato balcanico ha annunciato un blocco delle criptovalute per alleviare la crisi energetica
REGNO UNITO
1 gior
Unilever offre 50 miliardi di sterline per GSK Consumer Healthcare
Se dovesse andare in porto si tratterebbe di una delle operazioni più grandi per la piazza di Londra
SVIZZERA
1 gior
Denner aumenta gli stipendi
Nuovo record di fatturato nel 2021. La catena premia i dipendenti
MONDO
2 gior
Là dove il Bitcoin non è il benvenuto
La controversa regina delle cripto è valuta "non grata" in alcune nazioni. Vediamo quali.
Dal Mondo
2 gior
Pagina del fumetto di Spider-Man venduta per 3'360'000 dollari
Venduta anche una copia del debutto di Superman nel numero 1 di "Action Comics"
SVIZZERA
2 gior
Dodici mesi da record per le saline svizzere
Le consegne complessive del 2021 toccano quota 630mila tonnellate
THAILANDIA
2 gior
Da aprile i turisti diretti in Thailandia dovranno pagare una tassa d'entrata
Il governo utilizzerà i soldi ricavati per mettere a nuovo le strutture e sviluppare nuove attrazioni turistiche
CINA
3 gior
Un materiale per le stampanti 3D che uccide virus e batteri
I suoi realizzatori assicurano che è in grado di debellarli nel giro di 20 minuti. Coronavirus compreso
GIAPPONE
3 gior
Toyota nuovamente in vetta, supera Volkswagen
L'azienda nipponica ha venduto nel corso del 2021 quasi dieci milioni di modelli
FRANCIA
3 gior
La guerra delle baguette, i panettieri contro E.Leclerc
La catena di supermercati ha abbattuto il prezzo del tradizionale pane francese, facendolo scendere da 90 a 29 centesimi
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile