Deposit
Argentina
10.10.21 - 10:440

Mancano le bottiglie di vetro e i viticoltori non sanno dove conservare il vino

Uno dei cinque principali Paesi di produzione vinicola al mondo non sa se i suoi prodotti arriveranno sul mercato

BUENOS AIRES - Se in vino veritas, in bottiglia niente. L'Argentina si occupa circa dell'11% della produzione mondiale di vino. Ma quest'anno potrebbero mancarne i sapori sulle tavole dei suoi cultori. Il Paese sta infatti affrontando una penuria di bottiglie di vetro.

Nel 2019 si trovava al quinto posto per quantità di bevanda alcolica prodotta, dietro a Francia, Italia, Spagna e Stati Uniti, con una produzione di 15,1 milioni di ettolitri. La minaccia ora che incombe sulle ditte locali è una mancanza di vetrame già presente negli ultimi anni, ma che si è accentuata con un incendio che ha distrutto una fabbrica di bottiglie di vetro in Argentina il 19 settembre. Era uno dei tre soli distributori della nazione.

I produttori, come spiega Buenos Aires Times, si trovano in una situazione in cui non sanno se riusciranno a imbottigliare tutto il vino prodotto. Ad esempio, una viticoltrice di Mendoza ha spiegato al giornale come manchino alla sua ditta 6'000 bottiglie delle 30'000 che produce all'anno e prevede che la sua azienda ne risentirà per i prossimi sei mesi.

Altre aziende stanno mandando il vino da imbottigliare in altri Paesi e altri ancora cercano d'importare delle bottiglie nella nazione. In ogni caso, il prezzo del vino aumenterà per i consumatori: «I costi dell'importazione saranno enormi», ha spiegato Alejandro Vigil, capo enologo di Catena Zapata, uno dei vigneti di maggior successo del Paese. «Avevamo già problemi di approvvigionamento, ma l'incendio della fabbrica ha aggravato la situazione».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
STATI UNITI
3 ore
Manca il formaggio cremoso, venditori di bagel in crisi
La domanda è aumentata anche grazie all'home office, che costringe molte persone a fare colazione a casa
STATI UNITI
23 ore
Effetto Omicron sul Pil degli Stati Uniti
Goldman Sachs ha ridotto le sue stime a 3,8% contro il precedente 4,2%: «Impatto modesto»
STATI UNITI
1 gior
I dipendenti Google rimarranno ancora a casa
Il rientro in ufficio, che era stato pianificato per gennaio, è stato nuovamente rimandato
STATI UNITI / SVIZZERA
1 gior
USA: la Svizzera non è più considerata «manipolatore di cambi»
Il Dipartimento del tesoro continuerà però a guardare con occhio critico gli interventi della Banca Nazionale Svizzera
MONDO
2 gior
Per più di metà dei manager, «il telelavoro incrementa la produttività»
Lo sostengono circa il 57% di oltre 4'000 manager di 26 Paesi, interpellati durante un sondaggio della società PwC
STATI UNITI / CINA
2 gior
Dalla Cina a Wall Street, un'impresa sempre più ardua
La stretta dei regolatori cinesi non si è fatta attendere: dopo soli cinque mesi, Didi lascia Wall Street
SVIZZERA
2 gior
Roche, tre nuovi test per individuare la variante Omicron
I prodotti sono stati sviluppati dalla sua controllata TIB Molbiol
SVIZZERA
2 gior
«Niente quarantena per i viaggi di lavoro»
Swissmem afferma che la misura, in questa fase, «è di fatto uno stop all'esportazione»
STATI UNITI
3 gior
Twitter lancia una battaglia per proteggere la privacy nelle foto e nei video
La misura non interesserà i personaggi pubblici, vale a dire gli utenti con una spunta blu
UNIONE EUROPEA
3 gior
Multa da 344 milioni di euro per UBS, Credit Suisse e altre banche
Le ammende arrivano a conclusione dell'indagine sul cartello del settore dei cambi
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile