Ministro della Difesa della Lituania
I telefonini in questione, smontati, in una foto contenuta nel rapporto ufficiale.
LITUANIA
22.09.21 - 12:230

«Non comprate questi cellulari cinesi e, se li avete già, sbarazzatevene»

L'allarme del governo lituano che punta il dito contro tre nuovi modelli di Huawei, OnePlus e Xiaomi

VILNIUS - Due telefonini 5G cinesi di marca Huawei, OnePlus e Xiaomi - per la precisione il P40 5G, l'8T 5G e il Mi 10T 5G - conterrebbero nei loro sistemi operativi la possibilità di censurare ricerche e digitazioni fatti dall'utente.

L'allarme, scrive l'agenzia Reuters, arriva dal Ministero della Difesa della Lituania che ha diramato una nota in merito, invitando i cittadini «a non acquistare nuovi telefoni cinesi o sbarazzarsi dei suddetti dispositivi, per quanto possibile».

Stando alle ricerche degli esperti lituani, all'interno del software dei cellulari ci sarebbe la possibilità di riconoscere e censurare automaticamente alcune parole ed espressioni e riferimenti riguardanti il Tibet («Free Tibet»), Taiwan («Viva l'indipendenza di Taiwan») e Hong Kong («movimento democratico»).

Al momento in Europa questa funzione sarebbe disattivata ma, avverte il Ministero, «potrebbe essere attivata in qualsiasi momento senza che l'utente lo sappia». In generale, la preoccupazione è che comunque gli smartphone in questione possano violare in maniera intrinseca la privacy degli utenti che li utilizzano.

Al momento la situazione fra Lituania e Cina è parecchio tesa a causa proprio di Taiwan, il mese scorso la Cina aveva chiesto che l'ambasciatore lituano tornasse in patria e aveva minacciato di ritirare il proprio ambasciatore da Vilnius. Il motivo è il nome della rappresentativa taiwanese in Lituania che non usa il nome della città di Taipei ma quello dell'isola, indispettendo Pechino.

 

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
SVIZZERA
3 ore
La BNS «non può limitarsi ai criteri ambientali»
Lo ha dichiarato Andrea Maechler, membro della Direzione generale della Banca Nazionale Svizzera
CINA
7 ore
L'effetto domino fra i palazzi in Cina
Evergrande sull'orlo della bancarotta ma non sarebbe l'unica in un settore immobiliare con un gigadebito da capogiro
ITALIA
17 ore
Duemila giocattoli su tre piani
Fao Schwarz sbarca a Milano: il famoso negozio apre domani in Piazza Cordusio
CINA
19 ore
Il cielo è il limite? Non per i grattacieli cinesi
Le autorità hanno vietato la costruzione dei palazzi nei quartieri storici e nei siti del patrimonio culturale
SVIZZERA
21 ore
Niente paura: «A Natale i giocattoli non mancheranno»
Franz Carl Weber ha giocato d'anticipo con le ordinazioni. La situazione è un po' più tesa sul fronte dell'elettronica
CANTONE
23 ore
Il successo riassunto in 101 storie
Presentato il libro che raccoglie le storie di chi concretamente ha contribuito ad arricchire il nostro cantone.
ITALIA
1 gior
Il primo sciopero del sindacato dei lavoratori da remoto
La protesta della Smart Worker Union è incentrata sulle linee guida nella pubblica amministrazione
SVIZZERA
1 gior
Prospettive economiche: analisti meno fiduciosi
Cresce la prudenza a riguardo del futuro della congiuntura elvetica
Regno Unito
1 gior
Foto di cibo e non alimenti veri per riempire gli scaffali vuoti
Reparti troppo grandi o penuria nell’approvvigionamento: così i supermercati britannici ci “mettono la pezza”
SVIZZERA
1 gior
«Prima costavano 80 centesimi, adesso anche 300 franchi»
La crisi dei chip raccontata dall'interno di un'azienda svizzera colpita: «Sono settimane che le macchine sono spente».
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile