keystone
Un'operaia al lavoro, in uno stabilimento tessile dello Xinjang.
Germania
06.09.21 - 20:000

Aldi, Lidl, Hugo Boss e C&A accusate di complicità nello sfruttamento degli Uiguri

A detta degli attivisti per i diritti umani si tratterebbe di un problema vasto e sistemico

BERLINO - Complici del lavoro forzato. Così il Centro europeo per i diritti costituzionali e i diritti umani, un Ong di Berlino, descrive le aziende che ha denunciato alle autorità tedesche. Nel mirino Aldi Nord e Aldi Sud, Lidl, Hugo Boss e C&A.

Dallo scaffale del sale alla minigonna in camerino, lo sfruttamento della popolazione degli Uiguri non sembra avere un limite. Questo lunedì, infatti, degli attivisti dei diritti umani hanno depositato una denuncia contro quattro grandi aziende. Sono tre storiche tedesche e una olandese, con una sede anche in Germania. L'Ong accusa le imprese di «trarre profitto e di rendersi complici, direttamente o indirettamente, del lavoro forzato nella regione dello Xinjiang del popolo minoritario Uiguro».

Il Centro europeo per i diritti costituzionali e i diritti umani sa che è difficile ottenere delle prove tangibili dello sfruttamento, ma «il fatto è capire se intrattenere delle relazioni di affari non sia un modo di incoraggiare questi crimini. Pensiamo che questi cinque casi non siano altro che l'esempio di una problema molto più vasto e sistemico».

Pechino si confronta da diversi mesi con denunce provenienti da tutto il mondo, che mettono in causa il trattamento che la Cina riserva alle comunità a maggioranza musulmana e di lingua turca che vive nell'Ovest del Paese, che sarebbe stata rinchiusa in campi di lavoro forzato. L'ultima accusa era arrivata dalla Francia lo scorso mese di aprile e remava contro le case di abbigliamento Zara e Uniqlo.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
ITALIA
3 ore
Duemila giocattoli su tre piani
Fao Schwarz sbarca a Milano: il famoso negozio apre domani in Piazza Cordusio
CINA
5 ore
Il cielo è il limite? Non per i grattacieli cinesi
Le autorità hanno vietato la costruzione dei palazzi nei quartieri storici e nei siti del patrimonio culturale
SVIZZERA
7 ore
Niente paura: «A Natale i giocattoli non mancheranno»
Franz Carl Weber ha giocato d'anticipo con le ordinazioni. La situazione è un po' più tesa sul fronte dell'elettronica
CANTONE
9 ore
Il successo riassunto in 101 storie
Presentato il libro che raccoglie le storie di chi concretamente ha contribuito ad arricchire il nostro cantone.
ITALIA
10 ore
Il primo sciopero del sindacato dei lavoratori da remoto
La protesta della Smart Worker Union è incentrata sulle linee guida nella pubblica amministrazione
SVIZZERA
12 ore
Prospettive economiche: analisti meno fiduciosi
Cresce la prudenza a riguardo del futuro della congiuntura elvetica
Regno Unito
16 ore
Foto di cibo e non alimenti veri per riempire gli scaffali vuoti
Reparti troppo grandi o penuria nell’approvvigionamento: così i supermercati britannici ci “mettono la pezza”
SVIZZERA
1 gior
«Prima costavano 80 centesimi, adesso anche 300 franchi»
La crisi dei chip raccontata dall'interno di un'azienda svizzera colpita: «Sono settimane che le macchine sono spente».
ITALIA
1 gior
Ita Airways, atterraggio non consentito in caso di nebbia
Lo prevedono le norme internazionali per le compagnie durante il periodo di "rodaggio"
MONDO
1 gior
Harvard, MIT, Stanford: ecco le migliori università al mondo
Il Politecnico federale di Zurigo è il quinto istituto in Europa e il 26esimo su scala globale
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile