Keystone
REGNO UNITO
09.07.21 - 06:000

Nel Regno Unito manca la manodopera

I lavoratori che se ne sono andati con il lockdown non vogliono più tornare a causa della Brexit, a rischio la ripresa

LONDRA - Alla riapertura dopo un lungo lockdown, il Regno Unito si è accorto che all'appello mancano decine di migliaia di lavoratori. Alla base di una carenza di manodopera come non se ne vedevano dagli anni '90 c'è - verosimilmente - la Brexit e le nuove norme (abbastanza rigide) riguardante il lavoro stagionale e in generale i permessi di residenza nel Regno Unito.

Come scrive il Guardian, manca tutto il personale che tradizionalmente arrivava da Oltremanica: mancano gli cuochi, gli addetti alle cucine, il personale di polizia, e gli operai ma non solo. I “buchi” sono diventati percepibili anche in lavori di rango e ben pagati, come la finanza, l'informatica, la contabilità e l'ingegneria.

Carenze, queste, che stando all'esperta della BBC Jane Gratton che sono endemiche del sistema britannico ma che la Brexit unita alla chiusura causa Covid hanno reso ancora più evidenti. Insomma, chi se n'è andato durante la chiusura pandemica, poi non è più voluto ritornare.

Per la ripartenza del Regno Unito è un collo di bottiglia non da poco, a cui i datori faticano a rimediare visto che i lavoratori dell'UE, a causa della componente burocratica, sono assai più restii di un tempo ad abbandonare il continente. Stando a un'analisi della Camera di Commercio britannica di oggi il 70% delle imprese che ha provato ad assumere a partire da giugno ha fatto fatica a trovare personale.

Una delle possibili soluzioni, perché dal punto di vista della legislatura difficilmente potrà cambiare in tempi brevi, è da ricercarsi nell'educazione, nella formazione e nell'aggiornamento del personale che già c'è: «Bisogna però muoversi in fretta», spiega sempre al Guardian la responsabile della formazione di KPMG Claire Warnes, «il rischio che vi sia un rallentamento della ripresa è reale».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
MONDO
1 ora
Inizia a mancare anche la carta
La materia prima per la produzione è diventata più cara del 68% dallo scorso gennaio, la pandemia c'entra ma non solo
STATI UNITI
9 ore
Trova alcune falle nel sistema operativo iOS, ma Apple lo ignora
Lo sviluppatore anonimo ha reso pubblici i bug riscontrati con il programma "bug bounty"
COREA DEL SUD
11 ore
La Corea del Sud sta pensando seriamente di vietare il consumo di carne di cane
Alla base ci sono motivi di immagine ma anche perché la pietanza, molto popolare nella tradizione, ormai non piace più
SVIZZERA
13 ore
Più donne nei Cda delle aziende dell'SMI
La Svizzera resta sempre il fanalino di coda, insieme alla Spagna
SVIZZERA
16 ore
La liquidazione di Swissair è costata oltre 300 milioni di franchi
La procedura è nella sua fase finale, ma non è ancora possibile prevedere una data definitiva
REGNO UNITO
2 gior
Crisi dei trasporti? In arrivo «visti temporanei» per i camionisti
Il Governo britannico è al lavoro per trovare soluzioni urgenti alla crisi in corso
FRANCIA
3 gior
Kering: stop all'uso di pellicce animali
Nessuna casa di moda del gruppo francese lavorerà più con questo materiale
REGNO UNITO
3 gior
Code ai distributori, per i timori di una carenza di benzina
Le rassicurazioni del Governo britannico non stanno avendo l'effetto sperato
CINA
3 gior
«Tutte le transazioni in criptovaluta sono illegali»
Lo ha comunicato la Banca centrale cinese, ribadendo il proprio pugno duro contro le cripto
CINA
3 gior
Scadenza mancata, Evergrande verso il default
Non ha avuto luogo un pagamento di 83,5 milioni in scadenza ieri, la situazione si fa sempre più cupa
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile