keystone-sda.ch (Christophe Gateau)
STATI UNITI
20.05.21 - 09:060
Aggiornamento : 11:36

Il capitombolo delle criptovalute ha “bruciato” il portafoglio di Bitcoin di Tesla

Il valore è crollato della metà, pareggiando il valore d'acquisto, ma Elon Musk non vuole assolutamente vendere

LOS ANGELES - Il valore portafoglio di Bitcoin di proprietà di Tesla è crollato, perdendo circa metà del suo valore arrivando a 1.26 miliardi di dollari, praticamente il valore d'acquisto iniziale. 

Ne dà notizia Reuters che cita, fra le cause dello sgonfiamento della e-valuta, la stretta da parte di Pechino sull'uso degli criptovalute da parte degli istituti finanziari che abbiamo spiegato bene in questo articolo.

Su questo "tesoretto" di criptovaluta, lo ricordiamo, aveva insistito molto lo stesso Elon Musk con un acquisto importante e che aveva finito per influenzare il mercato globale delle monete digitali. Questo portafoglio aveva permesso a Tesla di gonfiare il suo primo trimestre del 2021 attraverso la vendita di parte dei Bitcoin.

Lo stesso Musk ha però rassicurato il mondo finanziario, come sempre attraverso il suo seguitissimo account Twitter, confermando la sua ferma intenzione a non vendere: «Tesla ha le mani di diamante », ha postato (con tanto di emoji) il magnate, facendo riferimento all'espressione gergale diamond hands, che indica la volontà di tenersi ben stretto un portafoglio o un pacchetto azionario.

Eppure l'approccio alle criptovalute di Musk, negli ultimi tempi, è stato tutt'altro che univoco e spesso contraddittorio.

A un sostegno a spada tratta di criptovalute di nicchia, come il Dogecoin, ha affiancato una forte critica di tipo ambientale sul mining delle stesse: «Per essere chiaro, credo fortemente nelle cripto, ma possono portare a un'impennata nell'uso delle energie fossili, soprattutto benzina e carbone», aveva twittato qualche giorno fa.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
GERMANIA
12 min
L'aeroporto di Francoforte-Hahn è in insolvenza
È da anni che il numero di passeggeri era in calo, ancor prima della crisi legata al coronavirus
REGNO UNITO
3 ore
Commercio internazionale, Londra non respingerà Pechino
L'apertura del premier Boris Johnson alla Cina in occasione del "Global Investment Summit". Ma «non saremo ingenui»
SVIZZERA/ITALIA
4 ore
Lapo Elkann ha dato le dimissioni dall'ormai "svizzera" Garage Italia
Non sarà più il Presidente del Cda di Garage Italia Customs, di proprietà della basilese Youngtimers
CINA
6 ore
Dopo il terremoto Evergrande, la Cina rallenta e si scopre un po' più fragile
Crescita azzoppata e molte nubi all'orizzonte, la Repubblica Popolare scampa alla recessione Covid ma cede a sé stessa
FOTO
STATI UNITI
19 ore
MacBook Pro 2021: ecco le “macchine bestiali”
In una presentazione a velocità della luce Apple ha presentato i suoi due nuovi MacBook Pro.
REGNO UNITO
1 gior
Dal Principe William un milione di sterline alla Costa Rica, ma non solo
Il Paese centroamericano è tra i vincitori dei riconoscimenti "Earthshot", creati dal Duca di Cambridge
MONDO
1 gior
Il bilancio ambientale della carne “in vitro”
Per la produzione è necessaria molta energia. La sostenibilità dipende allora dalla provenienza dell'elettricità
STATI UNITI
1 gior
A Hollywood si è evitato lo sciopero
L'industria del cinema rischiava lo stop a causa del contratto con i tecnici che ogni giorno lavorano a film e serie
VAUD
2 gior
Roche chiude i rubinetti della beneficenza
La famiglia Hoffmann si ritira dalla filantropia "tradizionale". «È sbagliata»
SVIZZERA
2 gior
«La Svizzera non deve temere carenze di approvvigionamento»
Secondo il presidente di Galliker Transport, nel nostro paese la situazione è migliore rispetto al resto d'Europa
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile