Depositphotos (wolterke)
Dati di localizzazione, Google dovrà pagare una multa milionaria in Australia.
AUSTRALIA
16.04.21 - 15:200

Dati di localizzazione, multa in arrivo per Google

Nuovi guai a livello di privacy per il gigante della tecnologia, questa volta in Australia

SYDNEY - Google dovrà pagare una multa milionaria in Australia, in quanto non avrebbe dichiarato con chiarezza il modo in cui raccoglie informazioni sui dati di localizzazione.

Lo riporta Abcnews, sulla base degli esposti del tribunale federale presieduto dal giudice Thomas Thawley.

A portare il gigante della tecnologia in tribunale è stata l'Australian Competition and Consumer Commission (ACCC), associazione per i diritti dei consumatori. In particolare, l'accusa è che Google abbia ingannato i consumatori, omettendo di specificare che anche la funzione “Web e Attività app”, presente su Android di default, permette di raccogliere e memorizzare i dati sulla localizzazione.

In parole semplici, i clienti pensavano d'impedire la raccolta dei propri dati solo con la disattivazione della "cronologia della posizione", ma in realtà il gigante continuava a raccogliere e utilizzare i dati tramite l'impostazione "Web e attività app".

«Diversi milioni»

La corte dovrà ora decidere l'entità della violazione, ma il presidente di ACCC Rod Sims ha detto ad Abcnews che cercheranno un risarcimento per «diversi milioni».

Sims, inoltre, si è detto «assolutamente soddisfatto» da quanto emerso dal tribunale, spiegando che è la prima sentenza al mondo in difesa dei consumatori sulla questione dei dati di localizzazione.

Insomma, questa decisione ha inviato un «messaggio molto chiaro» alle piattaforme digitali sulla «necessità» di essere onesti con i consumatori, ha aggiunto.

«Possibile appello»

Dal canto suo, un portavoce di Google ha detto in una dichiarazione che l'azienda sta «attualmente esaminando le opzioni da intraprendere, compreso un possibile appello».

«Offriamo robusti controlli per i dati di localizzazione e cerchiamo sempre di offrire di più; ad esempio, abbiamo recentemente introdotto delle opzioni di cancellazione automatica della cronologia delle posizioni, rendendo - per gli utenti - ancora più facile controllare i propri dati», ha dichiarato il portavoce.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
MONDO
38 min
Inizia a mancare anche la carta
La materia prima per la produzione è diventata più cara del 68% dallo scorso gennaio, la pandemia c'entra ma non solo
STATI UNITI
9 ore
Trova alcune falle nel sistema operativo iOS, ma Apple lo ignora
Lo sviluppatore anonimo ha reso pubblici i bug riscontrati con il programma "bug bounty"
COREA DEL SUD
11 ore
La Corea del Sud sta pensando seriamente di vietare il consumo di carne di cane
Alla base ci sono motivi di immagine ma anche perché la pietanza, molto popolare nella tradizione, ormai non piace più
SVIZZERA
12 ore
Più donne nei Cda delle aziende dell'SMI
La Svizzera resta sempre il fanalino di coda, insieme alla Spagna
SVIZZERA
15 ore
La liquidazione di Swissair è costata oltre 300 milioni di franchi
La procedura è nella sua fase finale, ma non è ancora possibile prevedere una data definitiva
REGNO UNITO
2 gior
Crisi dei trasporti? In arrivo «visti temporanei» per i camionisti
Il Governo britannico è al lavoro per trovare soluzioni urgenti alla crisi in corso
FRANCIA
3 gior
Kering: stop all'uso di pellicce animali
Nessuna casa di moda del gruppo francese lavorerà più con questo materiale
REGNO UNITO
3 gior
Code ai distributori, per i timori di una carenza di benzina
Le rassicurazioni del Governo britannico non stanno avendo l'effetto sperato
CINA
3 gior
«Tutte le transazioni in criptovaluta sono illegali»
Lo ha comunicato la Banca centrale cinese, ribadendo il proprio pugno duro contro le cripto
CINA
3 gior
Scadenza mancata, Evergrande verso il default
Non ha avuto luogo un pagamento di 83,5 milioni in scadenza ieri, la situazione si fa sempre più cupa
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile