Keystone
Due hostess di LG a una fiera, nel 2013.
COREA DEL SUD
11.04.21 - 14:390

LG abbandona gli smartphone: «Settore troppo competitivo»

Innovatrice e leader, l'azienda sudcoreana cede alla pressione cinese e lascia per concentrarsi sulla domotica

SEUL - Un tempo innovatore e ora... disertore. L'azienda sudcoreana LG ha deciso di mettere la parola fine alla produzione di smartphone in una sofferta decisione, comunicata qualche giorno fa.

La produzione cesserà definitivamente il 31 luglio, anche se la vendita delle giacenze molto probabilmente continuerà anche nei mesi successivi, scrive la CNN che stima che l'azienda lasci dietro di sé una fetta di mercato, minoritaria ma non trascurabile, del 2%.

Le motivazioni alla base della decisione definita strategica «è l'incredibile competitività del settore», in questo modo - spiega LG in nota - «sarà possibile deviare le risorse nella domotica, robotica e intelligenze artificiali».

L'azienda è stata una delle apripista del mercato degli smartphone e anche uno dei massimi produttori (e il primo in assoluto nel 2013), stando dati di Strategic Analytics. Un primato che è però crollato - soprattutto in Asia - in seguito all'assalto della concorrenza cinese, come Xiaomi, Huawei e Oppo.

LG mantiene comunque una certa popolarità in Occidente e soprattutto negli Stati Uniti, dove è tutt'ora terza dietro ad Apple e Samsung. Stando agli analisti è probabile che sarà proprio quest'ultima a rempire il buco lasciato dalla connazionale.

Fra le innovazioni degne di nota introdotte dal marchio citiamo la camera ultrawide, diventata standard di gamma, e l'idea del telefono curvo e flessibile (il Flex) lanciata proprio durante l'inizio della sua parabola discendente.

TOP NEWS Economia
REGNO UNITO
31 min
Commercio internazionale, Londra non respingerà Pechino
L'apertura del premier Boris Johnson alla Cina in occasione del "Global Investment Summit". Ma «non saremo ingenui»
SVIZZERA/ITALIA
1 ora
Lapo Elkann ha dato le dimissioni dall'ormai "svizzera" Garage Italia
Non sarà più il Presidente del Cda di Garage Italia Customs, di proprietà della basilese Youngtimers
CINA
3 ore
Dopo il terremoto Evergrande, la Cina rallenta e si scopre un po' più fragile
Crescita azzoppata e molte nubi all'orizzonte, la Repubblica Popolare scampa alla recessione Covid ma cede a sé stessa
FOTO
STATI UNITI
16 ore
MacBook Pro 2021: ecco le “macchine bestiali”
In una presentazione a velocità della luce Apple ha presentato i suoi due nuovi MacBook Pro.
REGNO UNITO
1 gior
Dal Principe William un milione di sterline alla Costa Rica, ma non solo
Il Paese centroamericano è tra i vincitori dei riconoscimenti "Earthshot", creati dal Duca di Cambridge
MONDO
1 gior
Il bilancio ambientale della carne “in vitro”
Per la produzione è necessaria molta energia. La sostenibilità dipende allora dalla provenienza dell'elettricità
STATI UNITI
1 gior
A Hollywood si è evitato lo sciopero
L'industria del cinema rischiava lo stop a causa del contratto con i tecnici che ogni giorno lavorano a film e serie
VAUD
1 gior
Roche chiude i rubinetti della beneficenza
La famiglia Hoffmann si ritira dalla filantropia "tradizionale". «È sbagliata»
SVIZZERA
2 gior
«La Svizzera non deve temere carenze di approvvigionamento»
Secondo il presidente di Galliker Transport, nel nostro paese la situazione è migliore rispetto al resto d'Europa
GERMANIA
2 gior
«L'Europa è particolarmente esposta ai cambiamenti»
Lo ha detto Christine Lagarde, presidente della Bce, nell'ambito della conferenza "La globalizzazione dopo la pandemia"
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile