keystone-sda.ch / STF (Alex Brandon)
Joe Biden progetta d'inasprire le tasse a ricchi e aziende.
STATI UNITI
28.03.21 - 19:230

Più tasse ad aziende e ricchi, per finanziare nuove infrastrutture

Joe Biden pensa a un piano da 4000 miliardi e a ribaltare la politica del suo predecessore

WASHINGTON - Un maxi piano per le infrastrutture da 4'000 miliardi di dollari da finanziare, almeno in parte, con il più ampio aumento delle tasse federali dal 1942. Joe Biden non ha dubbi: dopo aver salvato l'economia dal baratro, ora è necessario gettare le fondamenta di un ripresa di lungo termine, correggendo allo stesso tempo quelle che i democratici ritengono le ingiustizie del sistema d'imposizione fiscale americano.

La ricetta del presidente americano passa per un inasprimento delle imposte per le aziende e i ricchi, cancellando le agevolazioni concesse dal suo predecessore Donald Trump e chiedendo a milionari e miliardari di fare la loro parte pagando il giusto al fisco.

L'obiettivo è quello di nuove entrate fiscali per 2'500 miliardi di dollari. Per il presidente americano si tratta di una scommessa che rischia d'innescare una guerra con i repubblicani, per tradizione contrari a qualsiasi aumento delle imposte. Ma la Casa Bianca e i democratici hanno l'occasione che attendevano da una vita per cercare di cambiare il sistema e renderlo, a loro avviso, più giusto: con il controllo del Congresso e il forte appoggio popolare, anche fra una buona fascia di repubblicani, i liberal ritengono di potercela fare.

Il piano - La Casa Bianca è ottimista: il piano per le infrastrutture che Biden si appresta a presentare mercoledì a Pittsburgh ha i numeri per essere approvato da Camera e Senato, anche senza l'appoggio dei repubblicani. Un no, quello dei conservatori, che rischia di alienarli dai loro stessi elettori che chiedono a gran voce di essere aiutati su più fronti, dalle tasse alla sanità.

Le trattative in Congresso sul piano per le infrastrutture si prolungheranno probabilmente per mesi e Biden proverà a ottenere almeno qualche voto repubblicano, alla ricerca di quello spirito bipartisan che finora non è riuscito a ottenere. Il sostegno dei conservatori a una misura che riporta alla memoria il New Deal di Franklin Delano Roosevelt sarebbe importante per l'amministrazione e le sue prossime mosse, dall'immigrazione a una stretta sulle armi.

Biden infatti non vorrebbe procedere a suon di decreti o solo con l'appoggio del suo partito: il presidente preferirebbe un dialogo con i repubblicani ma, allo stesso tempo, non è disposto a indietreggiare sulla sua agenda. Se lo facesse rischierebbe di spaccare i democratici, dove l'ala più di sinistra preme anzi per accelerare e aiutare gli americani che hanno perso il posto di lavoro per il Covid.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
REGNO UNITO
11 ore
Nel Regno Unito potrebbe mancare l'alcol per Natale
Un "cocktail perfetto" sta rallentando la distribuzione di superalcolici e bollicine, rendono attenti gli specialisti
SVIZZERA
2 gior
L'agricoltura svizzera? Più resistente alla crisi e sostenibile
L’Ufficio federale dell’agricoltura dà conto dell'espansione del biologico e di un aumento degli acquisti consapevoli
SVIZZERA
3 gior
SIX pensa a trasferire alcune attività all'estero
Via anche la sede principale e la direzione? «È fuori questione»
SVIZZERA
3 gior
Per molte aziende svizzere il 2022 potrebbe essere l'anno del fallimento
Lo sostiene uno studio di A&M che parla di una «bancarotta ritardata da Covid» diffusa a livello nazionale. Ecco perché
ITALIA
3 gior
L'Italia dichiara guerra alle etichette Nutriscore, interviene anche l'Antitrust
Ben l'85% dei prodotti Made in Italy verrebbe bocciato dal sistema di etichettatura che molti paesi stanno già usando.
SVIZZERA
3 gior
La domanda di personale è in forte aumento
Mancano però ingegneri, tecnici, informatici e operatori della sanità, secondo Adecco Svizzera
Cina
4 gior
Le navi mercantili cinesi sono scomparse dai radar
Una nuova legge entrata in vigore il primo novembre potrebbe essere la causa della mancanza d'informazioni
STATI UNITI
4 gior
L'usato di Michael Jordan vale sempre come l'oro
Un paio di "Nike Jordan XIII" saranno battute all'asta da Christie's. Valore stimato? Tra 300mila e 500mila dollari.
SVIZZERA
4 gior
Che sprint per il settore della costruzione
Il fatturato del terzo trimestre è il più elevato degli ultimi tre decenni, ma la SSIC mette in guardia
GIAPPONE
4 gior
Giappone, budget miliardario per i semiconduttori
Le anticipazioni di Nikkei parlano di uno stanziamento pari a 4,87 miliardi di franchi per rilanciare i settori chiave
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile