Archivio Keystone
REGNO UNITO
16.03.21 - 08:370
Aggiornamento : 09:40

Quei pub britannici già sold-out, anche se non hanno ancora riaperto

Alcuni fino a luglio, anche se si potrà stare solo fuori. Le storie dei gerenti e di quei clienti che non vedono l'ora

LONDRA - C'è fame di normalità nel Regno Unito, anzi forse più sete che fame. Ne sanno qualcosa i pub inglesi che, quando riapriranno dopo l'alleggerimento del lockdown atteso per il prossimo 12 aprile, avranno già il tutto esaurito.

Dopo le prime indiscrezioni degli ultimi giorni, si è chinato sulla questione anche il Guardian che, sentendo diversi esercizi ne ha trovati diversi da sold-out, e per parecchie settimane.

Se alcuni, celebri anche per motivi culinari, hanno già tutto pieno «fino a luglio» anche le birrerie dure e pure si difendono bene con weekend blindati, dalla sera alla mattina.

Per accontentare tutti, e per garantire il rispetto delle misure anti-Covid, in molti hanno organizzato sistemi di turnazione in "slot" temporali.

«Siamo pieni per i dieci weekend dopo l'apertura», conferma un locale abbastanza noto per i drink a Manchester, «la cosa buffa è che non siamo nemmeno aperti! Non abbiamo nemmeno fatto pubblicità o cose del genere, gente ha iniziato a chiamare, e così abbiamo cominciato a registrare le prenotazioni... Terremo un paio di tavoli liberi, ma per il resto siamo a tutto esaurito. La gente ha voglia di normalità, ci scrivono “non vediamo l'ora di bere un cocktail”, hanno voglia di spendere soldi».

A confermare che si tratti di una tendenza generale, e non di un insieme di eccezioni, ci pensa Kate Nicholls di UKHospitality, sentita dal quotidiano britannico: «I nostri membri ci confermano l'impennata di prenotazioni per le prime diverse settimane dopo la riapertura. Non è una grande sorpresa visto l'annata terribile che abbiamo passato tutti quanti. La gente ha voglia di socializzare, vedere amici e famigliari».

Quella che ha prenotato 12 locali in 6 giorni

«Con gli amici abbiamo prenotato in un sacco di posti e penso proprio che andremo a tutti quanti», racconta un'anonima 20enne del Nord-Est al Guardian che ha già riservato 12 puntate a pub/locali nei primi 6 giorni dopo la riapertura, «l'unico cruccio che ho e che potremmo non avere prenotato abbastanza... Non c'è rischio che non mi presenti, mio fratello gestisce un pub, so quanto è importante. Solitamente non esco in settimana, ma i weekend erano già troppo pieni. Sono pronta a prendermi una settimana di vacanza».

Il piano del ritorno alla normalità nel Regno Unito prevede la riapertura degli esterni di bar e ristoranti a partire dal 12 aprile, ci si potrà andare al massimo in 6 per tavolo. Se tutto andrà bene, il 17 maggio riapriranno i ristoranti. Infine il 22 giugno potrebbe ritornare tutto come prima del Covid.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Economia
SVIZZERA
11 ore
«Niente quarantena per i viaggi di lavoro»
Swissmem afferma che la misura, in questa fase, «è di fatto uno stop all'esportazione»
STATI UNITI
13 ore
Twitter lancia una battaglia per proteggere la privacy nelle foto e nei video
La misura non interesserà i personaggi pubblici, vale a dire gli utenti con una spunta blu
UNIONE EUROPEA
14 ore
Multa da 344 milioni di euro per UBS, Credit Suisse e altre banche
Le ammende arrivano a conclusione dell'indagine sul cartello del settore dei cambi
SVIZZERA
15 ore
Aldi aumenta gli stipendi a tutto il personale
Aumentato anche il congedo maternità, che passa da 16 a 18 settimane
SVIZZERA
19 ore
Stoxx Europe 50, Richemont al posto di Vodafone
L'indice raccoglie le più grandi imprese europee: ci sono già ABB, Nestlé, Novartis, Roche, UBS e Zurich Insurance
AUSTRIA
21 ore
La pandemia non ha risparmiato nemmeno le Palle di Mozart
La Salzburg Schokolade, che produce industrialmente il celebre cioccolatino, ha dichiarato bancarotta
MONDO
1 gior
Non è più Zurigo la città più cara del mondo
Al primo posto della classifica, influenzata anche dalle conseguenze della pandemia, è Tel Aviv
Svezia/Stati Uniti
1 gior
Rivelati i migliori artisti del 2021 secondo gli ascolti di Apple e Spotify
In entrambe le classifiche si è distinta la cantante emergente Olivia Rodrigo. Album di 20 anni fa sono tornati in auge
SVIZZERA
1 gior
Quest’anno sotto l'albero troveremo buoni, Lego e AirPods
Galaxus ha analizzato il comportamento dei clienti online, prevedendo i regali più quotati in Svizzera
STATI UNITI
1 gior
Perché SpaceX è a rischio bancarotta
Tutto dipende dallo sviluppo del motore Raptor che, al momento, è «francamente un disastro»
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile